dimissioni_pioli

Dopo la sconfitta casalinga contro il Frosinone penultimo nella classifica della serie A, Pioli lascia la panchina della Fiorentina

Non una parola di più, non una di meno per comunicare che Stefano Pioli non è più l’allenatore della Fiorentina. Alle 15,23 di oggi 9 aprile appare sul sito ufficiale della società il comunicato stampa che informa di aver ricevuto le dimissioni:

ACF Fiorentina comunica di avere ricevuto in data odierna le dimissioni del Mister Stefano Pioli. L’allenamento odierno si sta regolarmente svolgendo sotto la guida dell’allenatore in seconda Giacomo Murelli“. 

Solo nel tardo pomeriggio di ieri, la proprietà aveva in qualche modo confermato il Mister in una riunione tenuta a Milano tra Andrea Della Valle, Pantaleo Corvino, Mario Cognini. Mentre Diego Dalla Valle e Giancarlo Antognoni sono intervenuti in collegamento esterno. Il comunicato diramato subito dopo lasciava però dubbi sulla fiducia accordata, chiedendo a Pioli di “gestire questo momento con la competenza e la serietà che ha dimostrato nella prima parte del campionato”.

Quindi non più, in questa seconda parte? Cosa intendeva esprimere esattamente la proprietà? Evidente l’interpretazione che ne ha dato l’allenatore, tanto da rassegnare le dimissioni nonostante la sua ormai ex squadra sia ancora in corsa in Coppa Italia. Pesano di certo anche le ultime 5 prestazioni, partite senza vittoria e solo 3 punti raggranellati.

Il coro di voci a commento dell’accaduto non sembra andare in direzione di favore nei confronti della società. Parole di stima sono state inviate all’indirizzo di Pioli a cui è stata riconosciuta serietà e dignità nell’aver preso una decisione non semplice. Meno entusiasmanti i pareri verso il Presidente Corvino a cui da più parti si chiede di fare un passo indietro.

Il futuro

Al momento non sarebbero state esternate indicazioni sul successore di Pioli, ma la piazza potrebbe gradire un ritorno dell’ aeroplanino Montella sotto la cui guida la Fiorentina aveva mostrato brillantezza e modernità di gioco.

Non resta che attendere i prossimi comunicati della società.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20