Andrea Pirlo bagna con una vittoria il suo esordio sulla panchina della Juventus. I bianconeri battono piuttosto agevolmente la Sampdoria grazie alle reti di Kulusevsky Bonucci e Ronaldo, dimostrando di conoscere già i dettami del nuovo allenatore.

3-5-2 per la nuova Juventus di Pirlo: Szczny in porta, Danilo, Chiellini e Bonucci in difesa. A centrocampo, Rabiot, Mckennie e Ramsey, con Cuadrado e Frabotta sugli esterni. In avanti, Kulusevsky e Ronaldo.

Ranieri risponde con un 4-5-1: Audero in porta, Berezinsky, Tonelli, Augello e Colley in difesa. A centrocampo, Jankto, De Paoli, Thorsby, Ekdal e Leris. In avanti, Bonazzoli unica punta.

Primo tempo

C’è subito l’impronta del nuovo allenatore nell’inizio del match da parte della Juventus che mostra coraggio e identità. Dopo un tiro dalla distanza di Danilo, il vantaggio bianconero si concretizza al 14′: Ramsey assiste Ronaldo che prova la conclusione che s’infrange sulle gambe di un avversario, ma diventa un assist per Kulusevsky che la piazza nell’angolino alla sinistra del portiere. Al 23′, Ronaldo coglie in pieno la traversa con un sinistro dal limite. Poca cosa, invece, la Sampdoria che si fa vedere solo nel finale a causa di qualche sbavatura della difesa bianconera.

Juventus-Sampdoria: probabili formazioni e dove vederla in tv

Secondo tempo

La Sampdoria si ripresenta in campo con tre novità: Quagliarella, Ramirez e Yoshida per Bonazzoli, Tonelli e De Paoli. Al 47′, Ramsey lancia Frabotta che va al tiro respinto da Audero. Al 51′, si fanno vedere i blucerchiati con una bella girata di Bonazzoli. Risponde subito Ronaldo con un tiro a giro deviato in corner. Poco dopo è Thorsby a svettare in area bianconera senza trovare la porta. Al 65′, Quagliarella ha una buona palla ma la strozza troppo e si perde sul fondo. Il primo cambio tra i bianconeri vede De Sciglio rilevare Frabotta. Ranieri si giova altri due cambi: Verre per Bonazzoli e Damsgaard per Thorsby. Al 70′, buona giocata di De Sciglio che stoppa e prova il tiro a giro che viene deviato in corner. Al 74′, ci prova Ronaldo su punizione, Audero non si fida e respinge con i pugni. Poco dopo, esce Cuadrado ed entra Bentancur. Passano sessanta secondi, e Bonucci trova il raddoppio depositando una corta respinta di Berezinsky. La Sampdoria ha una reazione d’orgoglio con Ekdal che in area piccola colpisce di testa a botta sicura ma Szczny la tiene. I bianconeri,però, su ribaltamento di fronte sfiorano il tris con Mckennie, il cui tiro viene miracolosamente deviato da Audero. I blucerchiati possono tornare in partita con Quagliarella che fallisce il bersaglio. Non sbaglia, invece, Ronaldo che con un diagonale preciso mette la parola fine.

Il Tabellino

JUVENTUS (3-5-2): Szczny, Danilo, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Ramsey, Rabiot, Mckennie, Frabotta, Kulusevsky, Ronaldo. All. Pirlo

SAMPDORIA(4-5-1): Audero, Berezinsky, Augello, Tonelli, Colley, Jankto, Thorsby, Leris, De Paoli, Ekdal, Bonazzoli. All. Ranieri

MARCATORI: 14’pt, Kulusevsky (J), 78’st, Bonucci(J), 89′ Ronaldo(J)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20