È agrodolce il ritorno del Pisa in Serie B. Nella prima giornata del campionato i nerazzurri non vanno oltre lo 0-0 col Benevento di Pippo Inzaghi, pur disputando una gara gagliarda e volitiva che non è però bastata a scardinare l’ottima difesa dei campani, perfetti dietro ma scarsamente incisivi davanti.

Al Romeo Anconetani i padroni di casa, promossi dopo due anni di C, partono a mille all’ora imprimendo un ritmo forsennato al match. I pericoli maggiori arrivano da Masucci, Marin e dal terzino Belli, molto insidiosi dalle parti dell’attento Montipò. Come nel più classico dei copioni comunque, il Benevento dell’ex rossonero Filippo Inzaghi, dopo aver fatto sfogare gli uomini di D’Angelo nei primi 20 minuti, comincia a mettere la testa fuori dal guscio, non riuscendo tuttavia a trovare varchi importanti nel granitico fortino dei toscani, ben diretto dal numero uno Gori. Tra i giallorossi a spiccare è la prova del centravanti Coda, ben coadiuvato dall’ex Cagliari Sau. I due attaccanti duettano benissimo tra le strette maglie della difesa di casa ma risultano scarsamente incisivi tanto da non riuscire a creare palle goal degne di nota. La prima vera occasione della sfida capita sui piedi di Marconi, che con un pericoloso diagonale fa la barba al palo della porta di Montipò. La gara resta inchiodata sullo 0-0 e nemmeno gli assalti guidati da Viola danno il vantaggio agli uomini di «Superpippo». L’ultima occasione della prima frazione capita al Pisa con De Vitis, sfortunato ad arrivare a pochi centimetri dalla deviazione vincente in piena area.

Nonostante le due chiare occasioni da goal dei toscani, la sensazione è che il pallino della sfida sia in mano agli ospiti: in effetti per tutto il secondo tempo Coda e Viola vanno a centimetri dal vantaggio. La risposta del Pisa è affidata ancora all’ottimo Marconi che da azione d’angolo svetta di testa e mette i brividi ai tifosi campani. L’ultima chance targata “Streghe” capita ancora a Coda che imita il collega Marconi e mette sul fondo un’incornata derivante da ottimo cross di Letizia. La spinta dei giallorossi si arresta qui e il momento clou della partita avviene al minuto 94, in pieno recupero, quando Del Pinto stende Marconi a tu per tu con Montipò: lo stesso attaccante pisano si presenta dal dischetto ma il numero uno del Benevento lo ipnotizza e con un miracolo salva il prezioso pareggio. Il fischio finale di Fourneau pone fine alle ostilità e lascia a D’Angelo e ai suoi uomini una profonda consapevolezza: zero goal ma tanto gioco. Le premesse per una stagione ad alti livelli sembrano sempre più nitide.

TABELLINO

PISA – BENEVENTO 0-0

PISA (3-5-2): Gori; Aya, De Vitis, Benedetti; Belli (61′ Birindelli), Verna (74′ Pinato), Gucher, Marin, Lisi; Masucci (70′ Asencio), Marconi

Allenatore: D’Angelo 

BENEVENTO (4-4-2): Montipò; Gyamfi, Volta, Caldirola, Letizia; Improta (74′ Insigne), Viola, Schiattarella (90′ Del Pinto), Tello; Sau (80′ Armenteros), Coda

Allenatore: Inzaghi

Arbitro: Francesco Fourneau

Ammoniti: Lisi, Benedetti, Volta, De Vitis, Belli

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.