La nazionale di Bertolini
La nazionale di Milena Bertolini

Doveva vincere l’Italia, per mantenere le dovute distanze dalla squadra che si propone come terzo incomodo nel girone B delle qualificazioni ad Euro 2021. Così è stato ed è arrivato il poker. Mentre in contemporanea giungevano le notizie dal campo Georgiano dove la Danimarca si portava subito in vantaggio, l’Italia partiva a razzo.

Primo tempo

Un assedio durato oltre un’ora prima di allentare un po’ la presa e controllare il match. 77% di possesso palla nei primi 20 minuti che sale a 79% quando si chiude la prima frazione di gioco. Inizia subito bene la partita con la realizzazione del vantaggio da parte di Girelli. Al 4′ Cristiana raccoglie in area un suggerimento di Martina Rosucci e trafigge il portiere avversario facendole passare la palla sotto le ginocchia.

Due sono state le occasioni che hanno sollevato le proteste delle ragazze azzurre per presunti falli in area meritevoli di attenzione. L’arbitro non ha ritenuto di doverli punire con il rigore. Alle Bosniache non rimane che tentare di difendersi, riescono a salvarsi spesso per qualche imprecisione nei passaggi delle italiane

Nazionale di calcio femminile boom, tutti pazzi per loro

Al 28′ Manuela Giugliano raddoppia incrociando sul palo opposto. Un tiro scoccato di prima sul rimbalzo della sfera su cui nulla può Haracic. Meritatissimo il raddoppio per la squadra di Milena Bertolini che davanti al pubblico siciliano esprime tutto il vigore già visto a giugno in occasione del mondiale. Una squadra che mostra i miglioramenti intravisti nelle precedenti partite di qualificazione che sono state rodaggio anche per il nuovo staff che ha affiancato la Bertolini. Un connubio che sembra avere tutte le premesse per regalare nuove soddisfazioni.

Non riesce la Bosnia & Erzegovina ad impensierire Laura Giuliani in nessuna occasione del primo tempo.Tema unico: attacco azzurro e difesa bosniaca. Si chiude così il primo tempo con la manifesta superiorità italiana che nulla ha concesso alle avversarie.

Secondo tempo

Grande occasione in avvio di ripresa. Bellissima triangolazione che porta Manuela Giugliano al tiro che finisce di poco fuori il palo opposto. La sua posizione più avanzata rispetto alle partite precedenti ha portato spunti interessanti e un possibile suggerimento per l’impiego futuro. Tema che non cambia con l’Italia che stringe in difesa le avversarie L’italia può comunque controllare il match con tranquillità, ed abbassa infatti il ritmo. La Bosnia riesce ad affacciarsi timidamente in avanti ma senza impensierire la nostra difesa, arriva al 62′ il loro primo calcio d’angolo conquistato.

C’è spazio anche per l’esordio della giallorossa Giada Greggi, mentre Coach Bertolini sprona le sue ragazze a mantenere la concentrazione per evitare di concedere spazi alle avversarie. Un calo di attenzione potrebbe costare caro in queste circostanze. Non si scompone la compagine nostrana e all’86’ arriva anche una traversa colpita da Tarenzi entrata in campo un minuto prima. Colpo di testa e incrocio dei pali a dire no al gol. La Bosnia riesce a chiudere in 10 l’incontro per l’espulsione decretata a Krso che rimedia un doppio giallo ineccepibile.

Mentre la Danimarca consolida il vantaggio sulla Georgia, l’Italia conquista il poker: quattro vittorie in quattro partite consecutive. Un ottimo inizio che dovrà consolidarsi con la partita del prossimo 8 novembre che la vedrà scendere in campo per la partita di ritorno proprio contro la Georgia.

Nel dopo partita Milena Bertolini ha elogiato squadra e pubblico “Sono felice per le ragazze che hanno conquistato una vittoria importante contro una squadra ostica”. “Mi è piaciuto l’approccio – ha proseguito – hanno provato a giocare costantemente”. Ha poi concluso ricordando che è importante vincere tutte le partite in un girone difficile. Ultimo passaggio per il numeroso pubblico che ha sostenuto la squadra dall’inizio alla fine.

Si è detta invece contenta ma non molto soddisfatta Cristiana Girelli che dopo il poker personale, 4 gol consecutivi, ha detto che avrebbe potuto e voluto segnare di più. Di sicuro la grinta non le manca.

La nazionale di Bertolini fa il tris verso Euro 2021

Tabellino

Italia: Giuliani, Gama, Galli, Linari, Guagni, Rosucci, Girelli, Bartoli, Giacinti, Cernoia, Giugliano

Bosnia & Erzegovina: Haracic, Dijakovic, Am. Spahic, Hasanbegovic, Aleksic, Ahmic (46′ Vujadin), Nikolic, Spasojevic, Kapetanovic, Hamzic, Krso

Marcatori: 4′ Girelli, 28′ Giugliano

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.