Terzo impegno per l’Italia di Roberto Mancini nella Nations League. La nazionale, reduce dal sei a zero rifilato in amichevole alla Moldavia, vuole vincere per chiudere la pratica. L’Italia è infatti prima nel proprio girone con 4 punti. Piccola curiosità statistica: Italia e Polonia si erano incontrate anche nella passata edizione della Nations League. Corsi e ricorsi storici.

Le scelte dell’Italia

Rispetto all’amichevole di mercoledì, Mancini può contare su Bonucci e Chiellini. I due difensori hanno terminato l’isolamento fiduciario a Torino e sono tornati a Coverciano per aggregarsi al gruppo azzurro. Entrambi dovrebbero partire titolari al centro della difesa. In porta torna Donnarumma. Per quanto riguarda il centrocampo, in regia torna Jorginho, coadiuvato da Locatelli(in vantaggio su Verratti) e Barella. Davanti, nel solito tridente d’attacco, consueto ballottaggio Immobile-Belotti (con Caputo sullo sfondo), con El Shaarawy e Chiesa ai lati. Il neo-juventino dovrà sfruttare l’entusiasmo derivante dal trasferimento alla Juventus, vissuto come un tradimento a Firenze. Infine, Florenzi e Spinazzola agiranno come terzini.

Le scelte della Polonia

La Polonia, seconda con 3 punti proprio dietro all’Italia, si presenta con un equilibrato 4-4-2 nel quale spicca la presenza di molti “italiani”. Szczesny in porta, Bereszynski e Glik a guidare la difesa. Davanti la coppia Piatek-Milik, col secondo praticamente fuori rosa a Napoli. In mezzo al campo le chiavi del gioco sono affidate all’esperto Krychowiak, ex PSG. Il tecnico Brzeczek si aspetta una prova convincente dei suoi per riaprire i giochi nel girone. E’ quasi un derby. E i derby, si sa, si devono portare a casa.

Diretta su Rai 1 domenica 11 ottobre alle 20:45

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20