cosenza-cittadella 2020

Pep Clotet e Roberto Occhiuzzi hanno parlato dopo la partita Brescia-Cosenza, finita 2-0 a favore dei bresciani. Le due reti che hanno deciso la gara portano la firma di Bjarnason e Ayè.


Brescia-Cosenza 2-0: Bjarnason e Ayè stendono i calabresi

Cosa hanno detto Clotet e Occhiuzzi dopo Brescia-Cosenza?

Pep Clotet

La vittoria di oggi è molto importante, ma non può essere definita quella della svolta. Non prendere gol è determinante in questa fase, però quello che mi è piaciuto di più è la mentalità della squadra. Spesso in passato siamo stati “accusati”, giustamente, di calare nella ripresa, stavolta invece abbiamo continuato a spingere e questo vuol dire aver acquisito una certa mentalità. Loro ad un certo punto si sono ritrovati con l’uomo in meno e poteva essere una trappola per noi. Siamo stati bravi a tenere la spina attaccata fino alla fine. Continuiamo così, era importante muovere la classifica. Donnarumma? Aveva un piccolo fastidio e abbiamo preferito preservarlo”.

Roberto Occhiuzzi

Sconfitta assolutamente meritata. Fa arrabbiare il primo tempo giocato da parte nostra ci sta che giocando ogni tre giorni ci sia un po’ di stanchezza. La gara dopo il rosso è stata condizionata, questo è ovvio. Purtroppo marcando a uomo capita alcune volte di perdere dei duelli, questo è uno schiaffo che fa male. Dobbiamo trasformarlo in energia positiva già nella gara contro il Frosinone. Durante il primo tempo c’è stata una grande fase di studio, due squadre con la stessa situazione di classifica che conoscevano bene il peso di un match così delicato. Purtroppo siamo rimasti in dieci e abbiamo sofferto alcune situazioni dove avremmo dovuto fare meglio. Questa è una gara che ti deve far ripartire con il piede giusto, non possiamo permetterci di abbassare la guardia”.


Clotet alla vigilia di Brescia-Cosenza: “Chiedo ai tifosi di starci vicino”

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20