fbpx
Settembre23 , 2021

Post di Hamilton che condanna la legge anti-LGBTQ+ dell’Ungheria

Related

NFL, Week 3 – La preview di Chargers – Chiefs

L'Arrowhead Stadium si prepara a ospitare la sfida interamente...

NFL, Week 3 – La preview di Colts – Titans

Alle ore 19:00 di domenica 26 settembre va in...

NFL, Week 3 – La preview di Washington – Bills

Viste le prestazioni mostrate nell'ultimo turno di campionato, la...

NFL, Week 3 – La preview di Saints – Patriots

La sfida tra New Orleans Saints and New England...

NFL, Week 3 – La preview di Falcons – Giants

Nel turno delle 19:00 ora italiana di domenica 26...

Share

Il pilota automobilistico britannico Lewis Hamilton si è espresso contro la legge anti-LGBTQ+ ungherese in vista del Gran Premio d’Ungheria. Il post di Hamilton è comparso nelle stories di Instagram ieri, 29 luglio 2021.

Cosa dice il post di Hamilton?

A tutti in questo bellissimo paese, l’Ungheria. Dopo il Gran Premio di questo fine settimana, voglio condividere il mio sostegno a coloro che sono colpiti dalla legge anti-LGBTQ+ del governo”, ha affermato. “È inaccettabile, codardo e fuorviante per chi è al potere [suggerire] una legge del genere. Tutti meritano di avere la libertà di essere se stessi, indipendentemente da chi amano o da come si identificano. Esorto il popolo ungherese a votare nel prossimo referendum per proteggere i diritti della comunità LGBTQ+, hanno più che mai bisogno del nostro sostegno“.


GP d’Ungheria: orari e dove vederlo in TV


Gli altri piloti contro la legge in Ungheria

Hamilton non è stato l’unico pilota di F1 a mostrare la propria solidarietà alla comunità LGBTQ+. Su Twitter, Sebastian Vettel ha caricato una foto delle sue scarpe in pista con un design arcobaleno. Il suo tweet conteneva anche un’emoji arcobaleno e un hashtag per il Grand Prix. Vettel ha spiegato il suo sostegno alla comunità LGBTQ+ in una dichiarazione di giovedì (29 luglio). “Lo trovo imbarazzante per il Paese“, ha detto Vettel. “Non riesco a capire perché loro (il governo) stiano lottando per capire perché tutti dovrebbero essere liberi di fare ciò che vogliono”.

La legge di Orban

Il sostegno di Hamilton e Vettel arriva pochi giorni dopo che Victor Orbán, il primo ministro ungherese, e il suo governo hanno approvato la legislazione anti-LGBTQ+ che vieta “contenuti che promuovono il cambiamento di genere o l’omosessualità” all’interno del curriculum scolastico“. Il disegno di legge è stato ampiamente paragonato alla legge russa sulla “propaganda gay”, approvata nel 2013, che vieta la diffusione della “propaganda sui rapporti sessuali non tradizionali” tra i russi. Nelle ultime settimane, la legge è stata presa di mira dagli attivisti LGBTQ+ e dalla Commissione Europea.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20