post nizza-beer sheva

Oggi 29 Ottobre 2020 nello Stadio Allianz Riviera alle ore 21:00 si è disputata la partita Nizza-Beer Sheva. Il Nizza ha trovato il gol del vantaggio nel primo tempo, e ha meritato di vincere perché sono state tante le occasioni in tutta la partita e perché la squadra ha difeso molto bene dagli attacchi degli avversari. Il Beer Sheva ha tentato di pareggiare, di ripartire dal tentato pareggio, ma non c’è stato nulla da fare. Nel post Nizza-Beer Sheva ci sono state le dichiarazioni degli allenatori molto lucide e obiettive.

Leggi anche: Nizza-Beer Sheva- 1-0: i francesi vincono agilmente

Post Nizza-Beer Sheva: le dichiarazioni di Vieira

Al termine della partita l’allenatore del Nizza Patrick Vieira ha rilasciato delle dichiarazioni. Vieira sugli omicidi che si stanno compiendo a Nizza ha detto: “Pensiamo  alle famiglie delle vittime e a tutta la gente di Nizza nella sofferenza e nel lutto. Parlare di calcio dopo questi eventi è molto difficile. Il calcio ovviamente sembra ridicolo ma è il nostro lavoro e volevamo rappresentare anche i colori del club. Questa tragedia ci colpisce tutti, è un Paese in lutto. Devi stare in piedi”.

Stasera hai fornito l’essenziale contro Hapoel Beer-Sheva (1-0) e ti sei rassicurato.
“Era importante essere rassicurati. Mi è piaciuto il primo periodo in cui  abbiamo cercato di  mettere molta intensità e ritmo. Nella ripresa ci è mancato rigore difensivo e non siamo stati immuni a subire gol alla fine. È qui che dobbiamo progredire ed essere molto più pericolosi negli ultimi 30 metri. Abbiamo situazioni che possiamo giocare più velocemente in avanti.  Ci manca il rigore e l’aggressività negli ultimi metri per segnare più gol”.

Hai visto cose migliori nel gioco della tua squadra stasera?
“Sì, soprattutto nel primo tempo. Ancora una volta quello che mi dava fastidio era la mancanza di opportunità offensive. Trovo che non penetriamo abbastanza nei 16 metri avversari, che giochiamo troppo facilmente a volte e che abbiamo difficoltà a rispettare il gioco nelle fasi offensive. Dobbiamo segnare più spesso perché non siamo immuni dal prendere un gol. In difesa eravamo abbastanza solidi, ma dobbiamo stare attenti e cogliere di più le nostre opportunità”.

Cosa ne pensi dell’entrata in gioco di Jeff Reine-Adélaïde (al 57 ° minuto)?
“È in un periodo in cui non è al massimo livello fisico ma ci darà quel tocco tecnico e anche più rigore. È lo stesso messaggio per tutti i giocatori offensivi, abbiamo bisogno di disciplina e aggressività per essere più coerenti con ciò che vogliamo fare. Diamo sempre tante responsabilità ai difensori, ma anche le offensive devono prenderne di più negli ultimi metri per essere pericolose e segnare gol. In questo settore, devono migliorare”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20