Oggi 4 Marzo 2021 nello Stadio Ennio Tardini alle ore 20:45 si è disputata la partita Parma-Inter di Serie A. Nel post Parma-Inter si sono rilasciate le dichiarazioni dei due allenatori. L’Inter ha trovato un autostrada spianata nel secondo tempo e ha collezionato due reti, mentre il Parma ha segnato solo il gol della bandiera.


Parma-Inter- 1-2: Sanchez fa volare i nerazzurri


Post Parma-Inter: che cosa ha detto Roberto D’Aversa?

L’allenatore del Parma Roberto D’Aversa ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della gara persa contro l’Inter di Conte. D’Aversa sulla partita ha detto: “Abbiamo finito nella loro metà campo, sicuramente non abbiamo sfigurato contro la prima in classifica. Il rammarico è nei due gol, nel primo hanno sfruttato un errore nostro, nel secondo un errore di concetto dove ci siamo andati ad imbottigliare e sappiamo che sono bravi a ripartire. Abbiamo riaperto la partita, aumentato il potenziale offensivo, ma non è bastato”.

D’Aversa: cosa ha detto sugli errori commessi in gara?

Sugli errori da non commettere in gara D’Aversa dice: “Sicuramente il fatto di aver giocato alla pari con l’Inter ci deve far credere di più nei nostri mezzi, ma allo stesso tempo dobbiamo ragionare sul fatto che spesso e volentieri concediamo alcune occasioni perché non abbiamo il senso del pericolo. Continuando a giocare come stiamo facendo potremo fare risultato pieno”.

Sulla salvezza D’Aversa dice: “Non sarà semplice ma la gara di stasera ci deve far affrontare nel modo giusto il resto del campionato, fino all’ultimo minuto dell’ultima partita, per cercare di raggiungere il nostro obiettivo. La prestazione di stasera ci dà l’obbligo di lottare fino alla fine”.

Post Parma-Inter: D’Aversa cosa ha detto sulle migliorie?

Sulla crescita della squadra D’Aversa dice: “Io credo che per quanto riguarda le prestazioni, nelle ultime tre abbiamo sempre finito in crescendo, sia a livello fisico che di gioco. Ma se analizziamo i gol presi dobbiamo ragionare su dei miglioramenti che facciano sì che si possano portare a casa dei risultati positivi. Nel secondo gol dovevamo essere più bravi, sappiamo le caratteristiche della squadra avversaria”.

D’Aversa: cosa ha detto sulle motivazioni?

Sulle giuste motivazioni dice: “Sì, in questi momenti gira tutto male. Sullo 0 a 0 la prima occasione l’abbiamo avuta noi, il primo gol subito è entrato per poco. Tante situazioni a favore non sfruttate. Le grandi squadre devono esserci d’esempio, dobbiamo migliorare sotto l’aspetto della determinazione e della cattiveria. Sono aspetti che in Serie A non ti puoi permettere di abbassare la guardia. E’ un rammarico tornare a casa con zero punti dopo una prestazione del genere. Ma ci farà approcciare alla gara con la Fiorentina con più convinzione nei nostri mezzi. Ma commettiamo troppi errori che stanno condizionando la posizione di classifica. La qualità c’è, dobbiamo essere più concreti, su tutto. Fisicamente stiamo crescendo e facendo bene, ma le partite sono sempre meno”.

D’Aversa: che cosa ha detto su Pellé ed Inglese?

Su Pellé ed Inglese D’Aversa dice: “Sicuramente nel momento clou del campionato avere a disposizione giocatori importanti come loro determina. C’è stato impegno ma la loro condizione ancora non è ottimale. Quella di stasera è stata una forzatura per provare a recuperare la partita”.

Post Parma-Inter: che cosa ha detto Antonio Conte?

L’allenatore dell’Inter Antonio Conte ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della gara contro il Parma. Sulla sua squadra Conte dice: “Ho un gruppo di ragazzi volenterosi. Hakimi all’inizio si dimenticava completamente la fase difensiva, ha scaldato la panchina alcune volte ma ora Haki sta meritando. E ricordiamoci che Darmian è stato il migliore in campo contro il Genoa”.

Post Parma-Inter: Conte cosa ha detto della gara?

Conte sulla gara dice: “Non credo sia stata una partita sporca, abbiamo giocato entrambi. Complimenti al Parma, ma lo sapevamo, è una squadra che ci ha sempre messo in difficoltà. Lo cercavamo di spezzarci in due e giocare la palla lunga, questa è una squadra che ha tutte le carte in regola per salvarsi, mi sorprende la loro posizione in classifica. Stiamo migliorando su tanti aspetti, sul gol concesso potevamo fare molto meglio e ci è venuta un po’ di apprensione.

Penso di essere un allenatore molto democratico: non regalo niente a nessuno e aspetto fino ad un certo punto. C’è una squadra e il singolo ne viene esaltato, ma prima c’è la squadra, non l’io. Hakimi ha avuto delle difficoltà perché faceva la fase offensiva ma si dimenticava quella difensiva: è capitato che scaldasse la panchina, ha capito ed ora è migliorato molto”.

Conte: cosa ha detto di Sanchez?

Su Sanchez Conte dice: “Io ho parlato di Sanchez ieri, non ho bisogno di parlarne dopo che ha fatto due gol. Bravo lui a lavorare e bravi noi ad avere tanta pazienza a farlo lavorare. Solo il lavoro l’ha riportato a certi livelli. Ora Romelu e Lautaro sanno che dietro c’è Sanchez”. Sui giovani calciatori Conte dice: “Noi per un anno e mezzo abbiamo avuto solo Lautaro e Lukaku non ce lo dimentichiamo. L’anno scorso c’era Esposito, che ora sta giocando al Venezia in B. E quest’anno c’è Pinamonti che ha qualità per diventare forte. Ma anche lui è giovane e ha tanta strada, ha potenziale”.

Conte: che cosa ha detto di Pinamonti?

Su Pinamonti Conte dice: “Pinamonti deve sfruttare quest’anno perché l’anno prossimo sarà molto più forte dopo quest’anno con noi”. Conte: “Finora non ho mai avuto la possibilità di scegliere in attacco. Oggi sono più tranquillo, finora mi sono sempre dovuto fare il segno della croce sperando che nessuno avesse problemi. Ora sono tutti coinvolti, io sono democratico. Non guardo il nome”.

Pagina Parma Twitter: https://twitter.com/1913parmacalcio?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor

Pagina Inter Twitter: https://twitter.com/Inter?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20