post real madrid-borussia m'gladbach

Stasera 21 Ottobre nello Stadio Alfredo di Stéfano alle ore 18:55 si è disputata la partita di Champions League Real Madrid-Shakhtar Donetsk. Nelle dichiarazioni post Real Madrid-Shatktar Donetsk gli allenatori hanno chiarito le loro idee, e soprattutto per Zidane le sue parole sono state forti.

Leggi anche: Real Madrid-Shatktar Donetsk 2-3: gli ucraini triplicano i Blancos

Post Real Madrid-Shatktar Donetsk: le dichiarazioni di Zidane

L’allenatore del Real Madrid è visibilmente contrariato, ma non si nasconde e anzi non cerca scuse. Zidane dichiara sulla loro prestazione: “Non credo che ci siano spiegazioni, dobbiamo solo prendere atto di questa sconfitta. E’ chiaro che non possiamo essere contenti, ma sono cose che possono accadere nel calcio. Il match è stato complicato fin dall’inizio mentre, dopo l’intervallo, abbiamo fatto un po’ meglio. E’ anche vero che, se nella prima frazione di gioco avessimo subito tre gol, non avremmo potuto dire nulla. Non abbiamo scuse”.

Alla domanda se questa sia la sconfitta più brutta Zidane dice: “E’ chiaro che sono tre punti importanti che abbiamo perso, per lo più in casa nostra: nient’altro. Adesso dobbiamo concentrarci sui prossimi impegni. Sull’infortunio di Sergio ancora sappiamo poco: domattina sapremo meglio di cosa si tratta esattamente e speriamo che non sia nulla di grave”. Su cosa non sia andato Zidane dichiara: “Sicuramente l’approccio alla gara: non siamo entrati bene in partita sul piano sia fisico che mentale. Le azioni da gol sono una conseguenza di questo aspetto”.

Post Real Madrid-Shatktar Donetsk: le dichiarazioni di Luis Castro

L’allenatore dello Shatktar Donetsk Castro ha rilasciato delle dichiarazioni dopo la partita vinta contro un Rea Madrid inconsistente. Castro dichiara: Certo che sono felice. Sono felice, prima di tutto, per la mia squadra.

La missione dell’allenatore è rendere felici gli altri. Sì, anche per essere felici, ma soprattutto per rendere felici gli altri: tifosi, amministrazione, giocatori. Questo è quello che sento adesso. C’è un senso di realizzazione.

Durante la partita abbiamo lavorato molto, molto duramente e negli ultimi giorni per essere nelle migliori condizioni. E abbiamo lavorato in un’atmosfera molto difficile. Per capire: il giorno della partenza di ieri mattina siamo rimasti senza due giocatori che, in linea di principio, erano stati annunciati.

È così che abbiamo vissuto, reagendo a ciò che ogni giorno ci porta a causa della pandemia. E sapere che tutti coloro che si sentivano bene erano con questo spirito vittorioso è fantastico per me.

Alla domanda se lo Shatktar ha una rosa di titolari fissi Castro risponde: Lo Shakhtar non ha una squadra di riserva. E non c’è nemmeno la prima formazione. Abbiamo una lista di calciatori che lavorano ogni giorno con grande ambizione, grande dedizione e assolutamente tutti si stanno preparando a giocare. 

Se tutti non si fossero preparati, oggi non avremmo potuto ottenere questa grande vittoria. I ragazzi erano molto determinati, erano una squadra molto affiatata. Non ci sono giocatori allo Shakhtar che giocano e non giocano.

La squadra si avvicina sempre alla partita! La scorsa stagione siamo diventati campioni dell’Ucraina con 23 punti di vantaggio sul secondo posto e siamo arrivati ​​in semifinale di Europa League. Siamo stati in grado di farlo come una squadra.

E oggi, proprio come la squadra, abbiamo ottenuto una bella vittoria. Mi congratulo con tutti coloro che lavorano allo Shakhtar, l’intera famiglia Shakhtar, e grazie per tutto il supporto che ci forniscono, attraversando questo momento difficile per il club.

Castro: le sue dichiarazioni sui nuovi giocatori

 Voglio dire quanto segue. Oggi, come sempre allo Shakhtar, non ci sono nomi che escono per giocare, ma c’è una squadra. Siamo stati in grado di battere il Real solo come squadra. 

Non a causa dell’uno o dell’altro, non perché uno era migliore e l’altro peggio. No, tutti i ragazzi hanno eseguito una strategia perfetta per la partita. Abbiamo coperto molto bene i fianchi e la parte centrale. Grazie alle azioni di Dentinho, siamo stati anche in grado di utilizzare le zone che ha aperto: Tété e Solomon sono passati lì. 

E questa strategia si è evoluta grazie al team. Questo ci ha portato alla vittoria. Kornienko avrebbe potuto essere bravo durante tutta la partita, ma se la squadra avesse agito in modo sbagliato non avremmo vinto. Mi congratulo con tutta la squadra per quanto siamo sembrati uniti oggi.

Castro: le sue dichiarazioni su gli infortunati

 La squadra è stata in grado non solo di ottenere un risultato 1: 1 con il City e oggi 3: 2 con il Real Madrid. Abbiamo vinto anche con l’Atalanta. La squadra, in linea di principio, ha ottenuto buoni risultati la scorsa stagione. Così è oggi.

O con quei ragazzi che hanno giocato di più, o con gli altri, con tutti, tutti lavorano ogni giorno. E non dividerò e considererò qualcuno come i giocatori della formazione titolare, della base e altri come sostituti. Mi ripeto: la scorsa stagione abbiamo ottenuto 23 punti dietro il secondo posto e siamo arrivati ​​in semifinale di Europa League.

Tutta la squadra sta lavorando molto bene e tutti sono pronti a giocare. Spiegare la vittoria di oggi equivale a parlare dell’attenzione, del rigore, della disciplina e delle ambizioni dei nostri giocatori nell’ultima partita. 

Questo è l’unico modo per battere il Real Madrid. Altrimenti non avrebbe funzionato. Il vero è il più forte una squadra fantastica con calciatori super qualificati e un allenatore. Come ho detto, posso spiegare la nostra vittoria con attenzione, disciplina e ambizione.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20