Mercoledì 21 Aprile 2021 nello Stadio Alberto Picco alle ore 20:45 si è disputata la partita Spezia-Inter di Serie A. Durante il post Spezia-Inter si sono rilasciate le dichiarazioni degli allenatori. Nel primo tempo lo Spezia ha messo sotto pressione la squadra dei nerazzurri trovando la rete di Farias. Ma l’Inter reagisce e arriva il pareggio di Perisic. Nel secondo tempo L’Inter spreca di tutto, dai due pali di Lautaro ai due gol annullati per fuorigioco di Lukaku e Lautaro. Un risultato che non cambia la classifica ma che non fa bene al morale dell’Inter.


Spezia-Inter- 1-1: Perisic risponde a Farias


Post Spezia-Inter: che cosa ha detto Vincenzo Italiano?

L’allenatore dello Spezia ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della gara pareggiata contro l’Inter di Conte. Italiano sulla sua squadra dichiara: “Per noi è un grande risultato, fermare l’Inter non è semplice. Anzi è un’impresa. Complimenti ai ragazzi, nel secondo tempo è venuta fuori la loro grande forza. Siamo stati bravi a non portarli davanti alla nostra porta, penso che sia un punto meritatissimo”. Inoltre Italiano parla di avere la giusta convinzione quando si scende in campo e grande umiltà in partita per arrivare a fare buone prestazioni. Si dice fiducioso che l’obiettivo finale può essere facilmente raggiunto.

Italiano: che cosa ha detto degli avversari?

Alla domanda se si poteva spingere offensivamente di più con l’Inter Italiano dichiara che nel secondo tempo questa cosa è riuscita molto meno e che gli avversari trovava sempre nuove soluzioni. Quando la squadra chiudeva le due punte l’Inter partiva ad attaccare con gli esterni ed aveva raccomandato di bloccare Lukaku e Lautaro nell’area di rigore visto che sono molto cinici in quella zona specifica. Su Lukaku Italiano ha detto che è impressionato durante il riscaldamento, e che non voleva farlo capire ai suoi ragazzi. Sui Terzi e Ismaily Italiano dichiara: “Terzi e Ismaily avevano giocato bene all’andata a parte qualche minuto di follia di Ismaily si sono comportati bene. Terzi ha grande esperienza ed è bravo ad anticipare tante situazioni. E’ giusto che in queste partite venga chiamato in causa”.

Sugli obiettivi importanti della squadra Italiano conclude dicendo: “Ai ragazzi ho detto che noi dobbiamo cercare di raggiungere una super salvezza. Se gli altri pensano alla SuperLega noi dobbiamo pensare alla super salvezza. Se non fai prestazioni al di sopra di ogni possibilità perdi sicuramente, quando in tre-quattro finiscono coi rampi vuol dire che il punto è meritato”.

Post Spezia-Inter: che cosa ha detto Antonio Conte?

L’allenatore dell’Inter Antonio Conte ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della gara pareggiata contro lo Spezia. Conte sulla tanto chiacchierata Superlega dice: “Lo sport deve essere meritocratico. Noi lavoriamo per cercare di vincere, di guadagnare un qualcosa. La meritocrazia va messo al primo posto ma detto questo io penso che tutto quello che è successo anche gli organismi come la UEFA è giusto che ci pensino. La UEFA organizza tornei e prende tutti i diritti e poi ne riserva una minima parte per chi gioca queste competizioni. Tra Nazionale e competizioni vengono spremuti come limoni, chi ci rimette sono le società. Loro investono niente”.

Sul possibile ritorno di Goran Pandev Conte dice: “Era un’ipotesi, me lo hanno detto i miei dirigenti”. Poi sull’obiettivo Scudetto. “La pressione si sente, i giocatori lottano per la prima volta per qualcosa di importante. Vincendo non avremmo rubato nulla, potevamo essere più qualitativi sotto porta. Per questo motivo parliamo di un pareggio, la partita è stata fatta con la giusta voglia. Va bene così”.

Conte che cosa ha detto sulla sua squadra?

Sulla pressione accumulata dalla sua squadra Conte dichiara: “La pressione è inevitabile, tantissimi calciatori stanno lottando per la prima volta per vincere qualcosa. Oggi se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. Abbiamo giocato una partita di grande intensità, potevamo essere più qualitativi. Per quello stiamo parlando di un pareggio, ma la partita è stata fatta con la giusta voglia. Va bene così, l’importante è che ci sia la prestazione. Le giornate iniziano a diventare sempre di meno, la pressione è inevitabile. Ma dobbiamo convincerci, dobbiamo recuperare bene anche perché abbiamo speso molte energie. Ora ci aspetta una gara fisica come col Verona”.

Sulle critiche di Fifa e Uefa Conte conclude dicendo: “Sinceramente non ho fatto riflessioni sulle nuove formule. La Champions e l’Europa League devono essere disputate da chi merita, se poi devono essere 48 o 52 squadre non lo so. Ma il merito deve prevalere, altrimenti di che parliamo. Lo sport perde la sostanza, il sale. Diventa difficile. La meritocrazia va messa al primo posto, è giusto che gli organismi importanti facciano le loro riflessioni. I club devono avere una fetta più congrua, penso che sia giusto”.

Pagina Twitter Spezia: https://twitter.com/acspezia?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor

Pagina Twitter Inter: https://twitter.com/Inter

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20