Frank Lampard può considerarsi soddisfatto dell’inizio del suo Chelsea nella nuova Premier League. Il Brighton si è dimostrato un avversario validissimo, pronto e decisamente capace di raggiungere l’obiettivo salvezza. Siamo ancora all’inizio, i meccanismi tattici non sono ancora del tutto allineati, ma sia il Chelsea che il Brighton hanno mostrato di essere apposto fisicamente e tatticamente.

Una buona prestazione dei padroni di casa però non può scalfire la potenza londinese, che in sede di calciomercato ha fatto faville acquistando Ziyech, Werner e soprattutto Kai Havertz, il futuro del calcio tedesco. Nella vittoria per 3-1 di Brighton nessuno dei tre neo acquisti è andato a segno, la partita è stata sbloccata da Jorginho su rigore; il pareggio dei padroni di casa arriva con un gran tiro di Trossard. Ma il Chelsea è troppo forte e James e Zouma la chiudono.

La partita

Lampard si affida a Werner e ad Havertz nella speranza di inserirli immediatamente nel suo gioco. Assenti dal terreno di gioco Kovacic e Thiago Silva, quest’ultimo proveniente dal Paris Saint Germain. Il primo tempo non è come Lampard lo aveva previsto, il Brighton è sicuro dei propri mezzi, nonostante una poca cinicità in avanti crea il suo gioco. Il Chelsea però ha dalla sua palleggiatori di livello assoluto che gli permettono di creare occasioni da goal appena i padroni di casa lasciano qualche spiraglio. Proprio questo succede attorno al 20′: la difesa del Brighton non gestisce bene la sfera e Werner corre in progressione verso la porta, Ryan non sa cosa fare per fermarlo e lo mette giù. Il calcio di rigore lo trasforma il solito Jorginho che inaugura così questa prima gara in Premier League.

Graham Potter non si rammarica, caricando i suoi. In effetti il Brighton non accusa il colpo dell’1-0, continua a creare gioco e a mettere in difficoltà la retroguardia Blues con notevoli azioni offensive. Come detto, ciò che manca ai Seagulls (Gabbiani) è un attaccanti deciso a sfondare l’area piccola. Ma il pareggio arriva comunque, con una giocata memoriabile: Lamptey crea pericoli sulla fascia, la scarica a Trossard e con un tiro millimetrico dall’area di rigore fulmina Kepa.

I Blues non si arrendono. E dopo un solo minuto dalla rete subita, al 56′, mettono a segno il 2-1 con un altro tiro memorabile di James. Da qui in poi la partita finisce, perchè il Chelsea ha il pallino del gioco trovando anche il 3-1 che arriva con non poca fortuna. Spiovente da calcio d’angolo, Zouma con un torsione non faciele indirizza la sfera. Ryan non può farci niente complica la deviazione. Finisce 3-1 a favore dei Blues.

Leggi anche:Premier League, vincono Everton e Leicester

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20