La 12° di Premier League ha visto diverse sorprese. Il deludente pareggio tra Manchester City e United, la sconfitta del Chelsea in casa dell’Everton e le vittorie del Burnley contro l’Arsenal e del Leicester contro il Brighton. Pareggiano invece le primatiste Tottenham e Liverpool, rispettivamente contro Crystal Palace e Fulham.

Come sono andate le gare della 12° giornata di Premier League?

Leeds-West Ham 1-2

Dopo la sconfitta di Londra contro il Chelsea, il Leeds di Bielsa non riesce a reagire. Contro il West Ham è arrivata una sconfitta molto pesante, che si fà sentire dal punto di vista della classifica. Eppure i Whites erano andati in vantaggio con un tiro dagli undici metri di Klich, dimostrando anche una certa capacità di tenere i nervi saldi. Ed invece gli uomini di David Moyes non hanno mollato andando a pareggiarla nel momento migliori del Leeds. Al 25′ Soucek trasforma il meritatissimo pareggio dei londinesi, prima erano stati più volte protagonisti con le loro proiezioni offensive. Il West Ham riesce definitivamente a superare il Leeds con la rete di Angelo Ogbonna, arrivata all’80’.

Southampton-Sheffield United 3-0

Un ottimo Southampton batte per 3-0 lo Sheffield United. Partita subito in mano ai padroni di casa, che la sbloccano con al 34′ con Adams. La rete stende psicologicamente uno Sheffield poco arcigno che non ci prova nemmeno a raddrizzarla. Nel secondo tempo si ripete il copione della prima frazione. Al 62′ Armstrong raddoppia, mentre Redmond la chiude all’83’.

Wolves-Aston Villa 0-1

il Wolverhampton non riesce a riscattare la pesante sconfitta di Anfield Road contro un ottimo Aston Villa. La formazione ospite riesce a vincere con uno 1-0 arrivato nei minuti di recupero. La gara era iniziata con un ritmo arrembante, sia Wolves che il Villa avevano la sensazione di andare in vantaggio. Ma l’equilibrio è perdurato fino al 94′, appena il neo entrato El Ghazi l’ha messa dentro a favore dell’Aston Villa.

Newcastle-WBA 2-1

Newcastle-West Bromwitch Albion è stata una bellissima partita. Una di quelle in cui tutto può accadere. Match subito pendente dalla parte bianconera, Almiron ha sfruttato il suo talento per portare avanti gli uomini di Bruce. La rete del paraguaiano resiste fino al minuto 50, in cui il WBA è riuscita a trovare un pareggio del tutto meritato con Furlong. Il Newcastle non si arrende dopo la rete subita, anzi arriva a portarsi in avanti sempre più insistentemente fino ad acciuffare la vittoria con Gayle.

Manchester City-Manchestrer United 0-0

Il Derby di Manchester si conclude con un deludente 0-0. Eppure le premesse per vedere un match ricco di reti c’erano tutte. Ma è prevalso un equlibrio durato per tutti i 90′. Lo United parte bene sfruttando alcune disattenzioni dei Citizens. Questi ultimi si svegliano appena Sterling ha spazio per far male lungo la fascia. L’occasione più ghiotta della prima frazione passa per i piedi di Mahrez, l’algerino imbeccato da De Bruyne spreca malamente davanti a De Gea. Nel secondo tempo Rashford butta al vento una buona opportunità, mentre De Bryne si lascia ipnotizzare da De Gea.

Everton-Chelsea 1-0

Immagine

Carlo Ancelotti torna a vincere dopo un filotto di risultati non all’altezza. Serviva una buona performance per battere il Chelsea, che non è mai un avversario semplice da fronteggiare. Basta una rigore del numero 10 islandese Gylfi Sigurdsson a decidere l’incontro, il fallo era stato scaturito da una uscita sconsiderata di Mendy. Dopo la rete dell’1-0 il Chelsea ci prova più di una volta (palo di Tomori, piatto dalla lunga distanza di Mount), ma l’Everton mantiene l’involabilità della porta difesa da Pickford.

Crystal Palace-Tottenham 1-1

Mourinho sbatte contro il muro del Palace perdendo l’opportunità di compiere un balzo in classifica. Al 22′ gli Spurs passano in vantaggio con il solito Harry Kane, l’inglese ha bucato dalla lunga distanza un non brillantissimo Vicente Guaita. Subita la rete, il Crystal Palace non molla la voglia di combattere, che in più di un frangente ha preoccupato non poco la combriccola del manager portoghese.

Fulham-Liverpool 1-1

Il Liverpool rimane ancorato al Tottenham in prima posizione sciuando l’opportunità di arrivare alla testa della classifica. Contro il Fulham è stata una gara abbastanza equilibrata, aperta dai londinesi dopo 25′. Cordova-Redi ha approfittati della disattenzione dei difensori dei Reds battendo Alisson con facilità. Il Liverpool alza la testa ma senza pungere in maniera determinante. Il pareggio arriva solo al 79′ grazie ad un rigore trasformato da Mohamed Salah.

Arsenal-Burnley 0-1

Brutta sconfitta subita in casa dall’Arsenel. Gli uomini di Arteta hanno palesemente sottovalutato le capacità del Burnley, che in maniera sorprendente riesce a mantenere fino alla fine il vantaggio confezionato da un clamoroso autogoal di Aubameyang. L’Arsenal ha prodotto numerose palle goal, ma non è riuscita a superare Pope. Ora la situazione è complessa: i Gunners stazionano pericolosamente al 15° posto, un campanello d’allarme che costringe i londinese a non sbagliare nelle prossime uscite.

Leicester-Brighton 3-0

Successo facile ed importante per il Leicester arrivato al secondo posto dietro Liverpool e Tottenham. Contro il Brighton la performance è stata assolutamente brillante da qualunque punto di vista. A sbloccare la gara ci ha pensato Maddison al 27′. Vardy invece l’arrotonda con una straordinaria doppietta. Inutili sono stati i timidi tentativi degli ospiti di bucare la porta in mano a Schmeichel.


Premier League: il riepilogo dell’11° giornata

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20