rifugiati

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha rivelato i nomi degli atleti che rappresenteranno la Squadra Olimpica dei Rifugiati del CIO ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Gli ultimi 29 atleti annunciati martedì 8 giugno provengono da 11 paesi e sono stati selezionati dal comitato esecutivo del CIO da un gruppo iniziale di 55 titolari di borse di studio per atleti rifugiati del CIO .

Gli atleti rifugiati sono un arricchimento per tutti noi dell’intera comunità olimpica“, ha detto il presidente del CIO Thomas Bach alla cerimonia virtuale da Losanna. “Le ragioni per cui abbiamo creato questa squadra esistono ancora. Abbiamo più sfollati forzati nel mondo in questo momento, e quindi era ovvio che volevamo creare una squadra olimpica di rifugiati del CIO per le Olimpiadi di Tokyo 2020“.

Rappresentano tutti i rifugiati nel mondo

Gli atleti rappresentano non solo se stessi, non solo il CIO, ma anche tutti i rifugiati nel mondo“, ha aggiunto Tegla Loroupe, a capo del team olimpico di rifugiati del CIO. “Portiamo solidarietà, perché siamo persone solidali“ed ha aggiunto “Il nostro linguaggio universale è lo sport, andiamo e portiamo gioia“.

Durante la cerimonia di apertura dei Giochi di Tokyo 2020 il 23 luglio 2021, la squadra entrerà nel nuovissimo Japan National Stadium con la bandiera olimpica in seconda posizione, subito dopo la Grecia. La squadra rimarrà nel villaggio olimpico, come tutti gli altri 206 Comitati Olimpici Nazionali partecipanti, e continuerà a ricevere il sostegno del Cio anche dopo i Giochi.

Per tutte le rappresentazioni ufficiali della squadra, comprese eventuali cerimonie di premiazione, sarà alzata la bandiera olimpica e verrà suonato l’inno olimpico.

Il Presidente di Tokyo 2020 Hashimoto Seiko ha dichiarato: “Il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 accoglie con favore la partecipazione della Squadra Olimpica dei Rifugiati del CIO ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, dopo il suo debutto ai Giochi Olimpici di Rio 2016“.

La partecipazione della squadra olimpica dei rifugiati del CIO ai Giochi di Tokyo 2020, che saranno sia un festival dello sport che una celebrazione della pace, attirerà l’attenzione del mondo sulla questione dei rifugiati e porterà avanti ulteriormente gli sforzi per raggiungere la pace nel mondo attraverso l’eliminazione delle guerre e dei conflitti che spingono le persone a fuggire dalla loro patria“.

Chi sono gli atleti

Abdullah Sediqi (Afghanistan)  – Taekwondo (maschile -68kg)

Ahmad Baddredin Wais (Repubblica Araba Siriana)  – Ciclismo (Strada Maschile)

Ahmad Alikaj (Repubblica Araba Siriana) – Judo (Squadra Mista Maschile)

Aker Al Obaidi (Iraq)  – Lotta (Greco-Romana Maschile -67kg)

Alaa Maso (Repubblica Araba Siriana)  – Nuoto (50 m stile libero maschile)

Anjelina Nadai Lohalith  (Sudan del Sud)  – Atletica leggera (500 m femminili)

Aram Mahmoud (Repubblica Araba Siriana)  – Badminton (singolo maschile)

Cyrille Fagat Tchatchet II (Camerun)  – Sollevamento pesi (uomini -96kg)

Dina Pouryounes Langeroudi (Repubblica Islamica dell’Iran) – Taekwondo (donne -49 kg)

Dorian Keletela  (Congo)  – Atletica leggera (100 m maschili)

Eldric Sella Rodriguez (Venezuela)  – Boxe (maschile -75kg)

Hamoon Derafshipour (Repubblica Islamica dell’Iran)  – Karate (maschile -67kg)

Jamal Abdelmaji Eisa Mohammed (Sudan)  – Atletica leggera (5.000 m maschili)

James Nyang Chiengjiek (Sud Sudan)  – Atletica leggera (800 m maschili)

Javad Majoub (Repubblica Islamica dell’Iran) – Judo (Squadra Mista Maschile)

Kimia Alizadeh Zenozi (Repubblica Islamica dell’Iran)  – Taekwondo (donne -57 kg)

Luna Salomone (Eritrea)  – Tiro (fucile ad aria compressa da donna 10m)

Masomah Ali Zada ​​(Afghanistan)  – Ciclismo (Strada Femminile)

Muna Dahouk (Repubblica araba siriana) – Judo (squadra mista femminile)

Nigara Shaheen (Afghanistan) – Judo (squadra mista femminile)

Paulo Amotun Lokoro  (Sudan del Sud)  – Atletica leggera (5.000 m maschili)

Popole Misenga (RD Congo)  – Judo (Squadra Mista Maschile)

Rose Nathike Lokonyen  (Sudan del Sud)  – Atletica leggera (800 m femminili)

Saeid Fazloula (Repubblica Islamica dell’Iran)  – Canoa (500 m maschili)

Sanda Aldass (Repubblica Araba Siriana)  – Judo (Squadra Mista Femminile)

Tachlowini Gabriyesos (Eritrea)  – Atletica leggera (maratona maschile)

Wael Sheub (Repubblica Araba Siriana)  – Karate (Kata maschile)

Wessam Salamana (Repubblica Araba Siriana)  – Boxe (maschile -57kg)

Yusra Mardini (Repubblica Araba di Siria)  – Nuoto (100 metri farfalla femminili

Atletica: si sgretola il record del mondo sui 10.000 femminili

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20