Si sono concluse le prime due sessioni di prove libere di Formula 1 sul caldo e desertico tracciato di Sakhir, in Bahrain. Come sempre le prime prove del venerdì sono difficili da leggere in previsione di quello che succederà nella giornata di sabato, con la sessione di qualifiche, e soprattutto per leggere la gara di domenica, lunga e complicata a causa del clima. 

Questo mix di componenti rende ancora più complicato capire quale saranno gli elementi fondamentali nel secondo Gran Premio della stagione, in un insieme di possibilità che renderà la gara in notturna il teatro di un bello spettacolo. 

Le prove libere del venerdì sono però importantissime per i team e per i piloti, un modo per valutare le prestazioni delle monoposto e modificare gli ultimi dettagli di assetto e bilanciamento prima delle qualifiche. 

Nella sessione del mattino di venerdì ha spiccato il giovane monegasco Charles Leclerc che con un 1:30:354 ha preceduto il compagno di squadra Sebastian Vettel, che ha chiuso la sessione in 1:30:617. Un piazzamento che torna a far sorridere gli uomini del muretto Ferrari e i tifosi, visibilmente preoccupati dall’enorme distacco che le Mercedes avevano fatto segnare durante il fine settimana di Melbourne, sia in gara che durante le sessioni di prove. 

Questo primo risultato positivo, seppur poco indicativo, è un segno del cambiamento arrivato dopo l’Australia, in cui problemi di settaggio e di gomme avevano fatto apparire la SF90 l’incubo di un 2019 appena iniziato. Nelle FP1 gli uomini di Binotto hanno preceduto le Mercedes di Toto Wolff, con Bottas ancora davanti a Hamilton. Il grande distacco tra i due Top Team fa pensare che i campioni in carica non stessero cercando il tempo durante la prima sessione. Bene anche le prestazioni delle Red Bull, con Verstappen quinto e Gasly subito dietro, finalmente vicino al compagno di squadra dopo l’undicesimo posto in Australia. 

Qualche brivido di tensione tra Hulkemberg e Giovinazzi, con il tedesco della Renault che sul finale delle FP1, un po’ distratto dal passaggio di Raikkonen, non si è accorto della presenza dell’italiano provocando una collisione tra i due che però, fortunatamente, non ha portato gravi danni alle monoposto. 

Entrambi i piloti infatti sono potuti scendere in pista nella FP2, iniziate alle ore 16 italiane, con un clima meno afoso rispetto a quello caldissimo della mattinata. 

Anche nel pomeriggio del Bahrain hanno dominato la sessione le Ferrari, con un cambio ai vertici che ha visto Vettel scalare la classifica fino al primo posto e Leclerc scendere al secondo gradino. Entrambi gli uomini di Maranello sono scesi sotto l’1:29 portando a casa un 1:28:846 per il tedesco e un 1:28:881 per il monegasco. 

Scambio di posizioni anche in Mercedes, con Hamilton davanti a Bottas. Le stelle d’argento si sono fatte vedere sul tempo nel passo gara, che è comunque andato alle Ferrari, ma che con gomma gialla è stato molto simile. 

Problemi per Ricciardo, che chiude un venerdì non soddisfacente a +2 secondi in quindicesima posizione e tanti acciacchi anche per le Alfa Romeo, con perdite di liquido per le monoposto di Kimi Raikkonen e di Antonio Giovinazzi. 

Una delle emozioni più grandi di questa prima giornata in pista nel Bahrain non è però arrivata dai piloti scesi sul circuito ma dai paddock, dove si è vista – per la prima volta dopo tanto tempo – una delle donne più conosciute e amate del panorama: Corinna Schumacher. La moglie di Michael è stata fotografata in compagnia di Binotto proprio in questi giorni così delicati per il figlio Mick, che inizia l’esperienza da pilota in F2 con Prema e che è stato annunciato come pilota Ferrari per i test della prossima settimana.  

L’attesa è ora puntata alla giornata di sabato, con la terza sessione di prove alle ore 13 e le qualifiche, in diretta Sky Sport, alle ore 16. Per la differita bisognerà aspettare le 21:30, su TV8, mentre in mattinata ci sarà la prima gara dell’anno per i giovanissimi di Formula 2. 

PRIMA SESSIONE DI PROVE LIBERE GP BAHRAIN: 

1 – Charles Leclerc (Ferrari) – 1’30″354 – 20 giri
2 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’30″617 – 21
3 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’31″328 – 26
4 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’31″601 – 23
5 – Max Verstappen (Red Bull-Honda) – 1’31″673 – 21
6 – Pierre Gasly (Red Bull-Honda) – 1’31″815 – 17
7 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 1’31″952 – 28
8 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’32″040 – 17
9 – Daniil Kvyat (Toro Rosso-Honda) – 1’32″339 – 24
10 – Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’32″385 – 23
11 – Daniel Ricciardo (Renault) – 1’32″401 – 19
12 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’32″602 – 21
13 – Alexander Albon (Toro Rosso-Honda) – 1’32″874 – 24
14 – Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) – 1’32″885 – 20
15 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 1’32″945 – 29
16 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’32″949 – 22
17 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’32″994 – 22
18 – Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) – 1’33″518 – 16
19 – George Russell (Williams-Mercedes) – 1’34″188 – 26
20 – Robert Kubica (Williams-Mercedes) – 1’34″253 – 27

SECONDA SESSIONE DI PROVE LIBERE GP BAHRAIN:

1 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’28″846 – 32 giri
2 – Charles Leclerc (Ferrari) – 1’28″881 – 32
3 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’29″449 – 33
4 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’29″557 – 36
5 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’29″669 – 32
6 – Max Verstappen (Red Bull-Honda) – 1’29″725 – 34
7 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’30″000 – 33
8 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 1’30″017 – 25
9 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’30″068 – 34
10 – Daniil Kvyat (Toro Rosso-Honda) – 1’30″093 – 36

11 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 1’30″192 – 33
12 – Pierre Gasly (Red Bull-Honda) – 1’30″429 – 31
13 – Alexander Albon (Toro Rosso-Honda) – 1’30″458 – 36
14 – Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) – 1’30″716 – 32
15 – Daniel Ricciardo (Renault) – 1’30″848 – 30
16 – Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’31″088 – 6
17 – Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) – 1’31″129 – 31
18 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’31″144 – 10
19 – George Russell (Williams-Mercedes) – 1’31″904 – 32
20 – Robert Kubica (Williams-Mercedes) – 1’32″932 – 37

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.