Qualificazioni Euro 2020, l’Italia fa 4 su 4: Bosnia regolata 2-1

Prosegue spedito il cammino dell’Italia di Roberto Mancini nel gruppo J per le qualificazioni ad Euro 2020, primo torneo itinerante della storia. Arriva la quarta vittoria in altrettante sfide, bottino che proietta gli azzurri in testa al proprio girone. Resta invece mestamente ferma a 4 punti la Bosnia, che pure ha molto da recriminare. La partita infatti si dimostra fin da subito dura e ostica per i padroni di casa, spinti da uno Stadium gremito in ogni ordine di posto. Il tecnico di Jesi opera tre cambi rispetto alla vittoriosa trasferta in Grecia: dentro Mancini, Bernardeschi e Quagliarella, capocannoniere della Serie A appena conclusa. Il piano tattico preparato dall’Italia è chiaro: pressare a tutto campo e uomo contro uomo la Bosnia cercando di asfissiarne il centrocampo, le cui idee sono affidate alla classe e alla sapienza tattica dello juventino Pjanic.

Il progetto funziona a metà; se è vero infatti che nei primi 10 minuti gli azzurri recuperano velocemente la sfera è anche vero che le azioni seguenti non producono particolari pericoli dalle parti di Sehic, fatto salvo un tiro di Quagliarella dal limite che finisce di poco a lato. Superata indenne la marea italiana, la Bosnia si organizza e sulla verticale Pjanic-Dzeko costruisce le occasioni migliori e soprattutto manda in bambola il trio di centrocampo formato da Verratti, Jorginho e Barella. La prima grande occasione è proprio degli ospiti al minuto 15, con Bonucci miracoloso a deviare in angolo in scivolata il tiro a botta sicura di Visca. È la prova generale del vantaggio bosniaco che infatti arriva puntuale al 32’ quando una palla persa malamente a centrocampo da Verratti spalanca il contropiede a Pjanic: l’ex Roma avvia quindi l’azione che porta alla rete di Dzeko (digiuno interrotto dopo 5 partite) che è bravo a spingere in porta da zero metri il perfetto cross di Visca, smarcato in precedenza da un geniale colpo di tacco di Besic. La reazione dell’Italia è affidata soltanto ad un tiro dal limite di Quagliarella, sul quale il portiere bosniaco compie un autentico miracolo deviando in corner. Troppo poco, comunque. Si va all’intervallo con la Bosnia meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa Mancini fa entrare subito Chiesa per Quagliarella passando al tridente leggero ma è da azione d’angolo che l’Italia trova il pareggio. Bernardeschi pesca Insigne al limite dell’area, l’esterno del Napoli si piega perfettamente e con un fantastico tiro al volo batte Sehic. Il pari però non scuote gli azzurri e anzi da nuovo vigore alla Bosnia, trascinata da un sontuoso Dzeko. È  Sirigu a salire quindi in cattedra, prima salvando in scivolata proprio sull’ex City e poi facendosi trovare pronto sul tentativo di Visca. A questo punto, col risultato bloccato sull’1-1, i bosniaci sembrano accontentarsi del pari al contrario dei padroni di casa che spingono alla ricerca della rete della vittoria. Rete che dopo un salvataggio di Sehic su colpo di testa del positivo Insigne, arriva al minuto 88 con Verratti bravo ad infilare la palla nell’angolino dalla sinistra dell’area su perfetto assist dell’attaccante napoletano. Ammutoliti i cinquemila tifosi ospiti, al fischio finale esplode la gioia di Chiellini e compagni: il pass per Euro 2020 non è mai stato così vicino.

TABELLINO

ITALIA – BOSNIA ERZEGOVINA 2-1

ITALIA (4-3-3): Sirigu; Mancini (21′ st De Sciglio), Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Bernardeschi (36′ st Belotti), Quagliarella (46′ Chiesa), Insigne

Allenatore: Roberto Mancini

BOSNIA ERZEGOVINA (4-3-3): Sehic; Todorovic, Bicackic, Zukanovic, Civic (27′ st Nastic); Besic, Pjanic, Saric; Visca, Dzeko, Gojak (36′ st Cimirot)

Allenatore: Robert Prosinecki

Marcatori: 32′ Dzeko, 49′ Insigne, 86′ Verratti

Arbitro: Xavier Estrada Fernandez

Ammoniti: Jorginho, Besic, Civic, Saric, Dzeko

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.