In attesa di vedere in campo la nazionale azzurra per la ripresa delle qualificazioni Euro 2021, facciamo il punto della situazione. Quali sono le possibilità di qualificazione e le certezze già acquisite? Vediamole girone per girone.

Meccanismo di qualificazione

Partiamo però dal capire come funzionano le qualificazioni Euro 2021. Le squadre vincitrici di ogni gruppo e le tre seconde classificate con il miglior punteggio,  si uniranno direttamente alle padrone di casa dell’Inghilterra nel torneo finale. Le altre sei squadre seconde classificate si giocheranno ad ottobre 2020 i restanti tre posti nelle finali a 16 che si terranno a luglio 2021.

Gruppo A : Paesi Bassi (detentori), Slovenia, Russia, Kosovo, Turchia, Estonia

Le olimpiadi invernali torneranno a Sapporo?

I Paesi Bassi hanno collezionato sei vittorie su sei gare. Sono così ben 12 punti davanti alla Slovenia (con una partita in meno), alla Russia e al Kosovo, debuttante nella competizione che hanno entrambe tre partite in meno. Pur con molte gare ancora da disputare sembra fuori dai giochi la Turchia che non ha mai vinto, ha segnato un a sola rete e ne ha 18 in passivo. A rischiare anche l’Estonia, ancora a zero la casella vittorie, 1 solo gol all’attivo e 12 in passivo.

Gruppo B : Italia, Danimarca, Bosnia&Erzegovina, Israele, Malta, Georgia

SImile la situazione nel girone delle azzurre dove sia l?italia che la Danimarca hanno sempre vinto le loro partite. Favorita per il primo posto la squadra nordeuropea che in 5 gare non ha subito nemmeno una rete accumulando una differenza gol di +29. Non sembrano avere la forza di inserirsi nella lotta le tre squadre che finora non hanno mai vinto: Israele, Malta e Georgia

Gruppo C : Norvegia, Galles, Bielorussia, Irlanda del Nord, Isole Faroer

La Norvegia ha quattro vittorie su quattro, nella partita vinta per 6-0 contro l’Irlanda del Nord, Caroline Graham Hansen ha segnato una doppietta che la porta ad un totale di 10 reti in cima alla classifica cannonieri della competizione, davanti a Sherida Spitse dei Paesi Bassi che ha un gol in meno. Il Galles è dietro di quattro punti giocherà contro la Norvegia il 14 aprile, quattro giorni dopo aver affrontato le Isole Faroer, ancora a zero vittorie e zero punti.

Gruppo D : Spagna, Repubblica Ceca, Moldavia, Polonia, Azerbaigian

Girone ancora tutto da giocare e da decidere. Tre partite giocate e 7 punti per la Spagna tra cui il pareggio dell’unica partita giocata fin qui dalla Polonia.  Ad un punto dalla vetta la Repubblica Ceca che ha rimediato un secco 4-0 contro l’Azerbaigian, fanalino di coda e probabilmente già molto lontano dalla qualificazione.

Gruppo E : Finlandia, Scozia, Portogallo, Cipro, Albania

In questo girone sono tre le squadre che nn hanno ancora perso. In cima alla classifica la Finlandia che però ha giocato due partite in più rispetto a Scozia e Portogallo. Stessi quattro incontri giocati per l’Albania che però ha collezionato altrettante sconfitte che le valgono l’ultimo posto in classifica e possibilità di qualificazione pari a zero.

Gruppo F : Svezia, Islanda, Ungheria, Slovacchia, Lettonia

Svezia e Islanda hanno entrambe nove punti raccolti in tre partite. Alle loro spalle Ungheria e Slovacchia con una partita in più e 5 punti in meno. Per la Lettonia quattro partite giocate, quattro sconfitte e ben 16 reti al passivo.

Gruppo G : Francia, Austria, Serbia, Macedonia del Nord, Kazakistan

Anche qui ancora tutto da decidere considerando che la Francia ha giocato finora solo 2 delle 10 partite previste. A punteggio pieno l’Austria. Entrambe ha dato dimostrazione di solida difesa non avendo concesso nemmeno un gol alle avversarie. Si affronteranno nei turni di aprile e giugno.

Gruppo H : Svizzera, Belgio, Romania, Croazia, Lituania

Belgio e Svizzera hanno entrambe quattro vittorie e nove punti di vantaggio su Romania (che ha una partita in meno) e Croazia. La sfida per la supremazia del girone si giocherà in casa del Belgio il prossimo 14 aprile.

Gruppo I : Germania, Repubblica d’Irlanda, Grecia, Montenegro, Ucraina

Girone in salita per Ucraina e Montenegro, tre partite giocate e altrettante sconfitte. Dalla parte opposta della classifica la Germania a punteggio pieno con 5 punti in più dell’Irlanda fermata lo scorso 12 novembre dalla Grecia che occupa il terzo posto della classifica.

I prossimi incontri

Tacco e Punta Giuliana! Tra sport, violenze e rinascita

Le qualificazioni Euro 2021 riprenderanno il 5 marzo 2020, le prime a scendere in campo Irlanda e Grecia per la partita di ritorno, Malta e Georgia che invece si affrontano per la prima volta ed infine Bosnia&Erzegovina e Israele per la partita di ritorno. Sarà quindi una giornata di elevato interesse per i colori azzurri che andrà a definire ancor più nel dettaglio gli equilibri del girone.

Si proseguirà il giorno successivo fino all’11 marzo per poi ripartire il 9 aprile e ritrovare le azzurre il 10 contro Israele.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20