Khabib tornerà

Khabib tornerà a difendere la sua cintura entro la fine dell’anno nonostante il grave e recente lutto subito?

A quanto pare le possibilità che ciò avvenga sono molto alte. Infatti, a dar più di una speranza non sono semplici voci, bensì le parole del potente manager del campione daghestano.

A causa della recente scomparsa dell’amato padre, in molti hanno sollevato dubbi su quanto questo possa influire negativamente sul campione.

C’è chi ritiene che per quest’anno non tornerà. C’è chi teme che possa meditare di prendersi una lunga pausa. E i più pessimisti credono addirittura che possa pensare al ritiro.

Ma a quanto pare, i fan del mondo delle mma, possono tirare un sospiro di sollievo. Infatti, in base alle dichiarazioni rilasciate dal suo manager Ali Abdelaziz, Khabib tornerà, e lo farà molto presto.

Khabib tornerà? Le parole di Ali Abdelaziz

Il famoso manager di Khabib Nurmagomedov, oltre che di gran parte dei fighter UFC (tra cui dello sfidante al titolo Justin Gaethje), ha tranquillizzato i fan con le sue parole.

Stando alle sue dichiarazioni, Khabib tornerà entro la fine dell’anno per difendere la sua cintura dall’assalto dell’altro suo assistito (Justin Gaethje). Il fighter statunitense è infatti il legittimo contendente al titolo, in quanto attuale campione ad interim dei pesi leggeri, a seguito di UFC 249.

Abdelaziz, in una recente intervista rilasciata a TMZ Sports, ha infatti dichiarato che Khabib non ha alcuna intenzione di ritirarsi. Dunque, nonostante le speculazioni sul suo possibile ritiro, a causa della tragica perdita subita, ciò non accadrà, secondo Abdelaziz.

Il manager del russo racconta come Khabib abbia il cuore spezzato ma vuole portare a termine i propri obiettivi come avrebbe voluto suo padre.

E Ali Abdelaziz aggiunge: “abbiamo un main event formidabile tra due dei più grandi pesi leggeri della storia. Khabib tornerà entro fine anno”.

Khabib tornerà a settembre?

Questo ancora non è dato saperlo con certezza. Il ritorno di Khabib contro lo sfidante al titolo Justin Gaethje sarebbe dovuto avvenire il 19 settembre in occasione di UFC 253.

Tuttavia tale ipotesi sembra quasi definitivamente tramontata. UFC 253 dovrebbe infatti vedere come protagonisti Israel Adesanya contro Paulo Costa per il titolo dei pesi medi.

Dunque, salvo clamorose sorprese, a questo punto è molto improbabile rivederlo in azione già a settembre. E’ invece molto più plausibile che ritorni a fine anno, nella card di dicembre. Tuttavia non è neanche da escludere che possa fare il suo ritorno ad ottobre.

Tutto, in sostanza, dipenderà da Khabib. Dana White, giustamente, non ha alcuna intenzione di mettergli pressione.

Il presidente UFC ha infatti dichiarato, post UFC 251, di voler lasciare in pace il campione. Adesso ha bisogno di stare da solo e metabolizzare la grave perdita. Appena sarà pronto ritornerà.

Khabib riappare sui social

Intanto Khabib, dopo un lungo silenzio a causa del lutto subito, nella giornata di ieri è riapparso sui social con un toccante post dedicato al defunto padre.

Che sia un primo segnale del graduale ritorno del forte campione daghestano?

Che ne sarà della divisione pesi leggeri nel frattempo?

In attesa di capire quando avverrà la tanto attesa unificazione del titolo pesi leggeri, ci si domanda che faranno gli altri fighter della top 5.

La soluzione più logica sarebbe una sfida tra Dustin Poirier (numero 2 del ranking) contro Tony Ferguson (numero 3 del ranking). In tal modo si avrebbe il nome del prossimo contendente al titolo. Si scriverebbe nero su bianco il nome di chi andrebbe a sfidare il vincente tra Khabib Nurmagomedov e Justin Gaethje.

Altrettanto logica sarebbe la sfida tra numero 4 (Conor McGregor) e numero 5 (Dan Hooker) per poter rientrare anche essi in gioco per il titolo. Tuttavia sembra alquanto improbabile che ciò avvenga.

Difficile che McGregor (tra l’altro ritirato, stando alle sue ultime parole) accetti questo match. L’obiettivo dell’irlandese sembra unicamente quello della rivincita contro Khabib. Rivincita che il russo non sembra volergli concedere.

A questo punto, altrettanto interessante sarebbe vedere Dan Hooker contro il numero 6 della divisione, Charles Oliveira. Due fighter eccezionali che sicuramente regalerebbero grande spettacolo nell’ottagono.

Insomma, in attesa del ritorno di “The Eagle”, la divisione pesi leggeri è più viva ed in fermento che mai. E’ piena di tanti ottimi fighter pronti a dar battaglia per cercare di strappare la cintura all’imbattuto fenomeno russo.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20