Raikkonen

Il gran premio di Sakhir per Kimi Raikkonen non è stato certamente indimenticabile. Il pilota finlandese dell’Alfa Romeo, ha concluso il suo gran premio in quindicesima posizione, senza ottenere nessun punto.

Il campione del mondo 2007, ha chiarito le sue difficoltà nel guidare la monoposto in un gran premio che ha messo in mostra tutti i limiti e i problemi della vettura sviluppata dalla scuderia italo-svizzera.

Raikkonen: strategia sbagliata?

Il gran premio non era partito male per il finlandese. Alla partenza, Kimi era riuscito a superare alcune vetture risalendo di molte posizioni. In curva 2 però è stato costretto al bloccaggio dopo aver toccato il cordolo della pista. Questo ha impedito al finlandese di completare la sua rimonta e conquistare posizioni importanti in ottica punti.

La sua monoposto non ha subito danni ma non è stato in grado di trovare il ritmo giusto su un circuito decisamente non adatto alla vettura. Queste le sue parole nel post gara: “Ho avuto una buona partenza ma decidendo di andare all’esterno ho toccato il cordolo e ho perso il controllo della vettura, oltre a molte posizioni. Onestamente però non credo che abbia inciso sul risultato finale. Semplicemente non avevamo velocità. Per certi tratti era come guidare sul ghiaccio“.

Un weekend complicato per il finlandese, escluso dalla Q2, mentre il suo compagno di scuderia Antonio Giovinazzi ha facilmente passato la prima sessione di qualifica, distanziando proprio Raikkonen di circa 4 decimi.

In gara invece, l’uso della gomme bianca non ha fatto altro che peggiorare la situazione. Il finlandese era molto più veloce con la mescola soft ma la safety car ha portato la scuderia ad optare per una strategia conservativa. Strategia che ha rovinato la gara di entrambi i piloti, fuori dalla zona punti.

Le parole del Team Principal Vasseur

Una gara che come confermato dal Team Principal Vassuer, non ha portato dati significativi per il miglioramento della vettura.

Queste le parole di Vasseur sulla gara: “Durante la gara abbiamo mantenuto la calma, a differenza di molti altri che hanno commesso tanti errori. Purtroppo non è bastato per portare a casa un pò di punti“.

Conclude così: “Dopo l’errore di Kimi in curva 2 non abbiamo commesso altri errori. Evidentemente finire dietro la Ferrari era il massimo che potevamo fare“.

Leggi anche: Interviste post Gp Sakhir: le parole dei protagonisti

Sito ufficiale F1.com

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20