fbpx
Novembre30 , 2021

Rally Spagna: testa a testa nella prima giornata

Related

Casey Stoner e il ritorno nel paddock

Casey Stoner e il ritorno nel paddock: sì perché...

Miguel Oliveira: il racconto di una stagione altalenante

L'incidente a Spielberg che ha rovinato tutto. Dai sogni...

Quartararo e il rinnovo che tarda ad arrivare: parla Jarvis

La stagione 2021 di MotoGP, si è conclusa da...

Max Verstappen: motore nuovo si o no?

Motore nuovo o non motore nuovo: questo è il...

Share

Il Rally di Spagna si apre oggi con la prima giornata, e lo show non manca. Thierry Neuville ed Elfyn Evans intrattengono il pubblico catalano con un bel testa a testa, per la prima posizione assoluta. Il belga è fuori dai giochi iridati, mentre il gallesepuò ancora contendere il mondiale a Sebastien Ogier. Con 29 punti di distacco, Elfyn non è costretto a vincere, ma poco ci manca. Tutto il resto lo vediamo qui, in questo resoconto di giornata.

Rally Spagna, prima giornata: chi la spunta tra Evans e Neuville?

Evans, reduce dal trionfo finlandese, parte a razzo nella mattinata. In questa prima parte, si disputano tre delle sei prove speciali in programma oggi, ed Elfyn se ne porta a casa due. Il primo scratch è nella SS1, per poi replicare nella SS3. Nella SS2, lui e Neuville ottengono lo stesso crono, ma la prima posizione viene assegnata al belga. Problemi di sottosterzo fanno perdere tempo a Thierry, che a fine mattinata si trova distante 10″ dal portacolori Toyota. Nel pomeriggio, lo scenario cambia: Neuville vince tutte le speciali del pomeriggio, dalla SS4 alla SS6, e si porta in testa alla classifica. La quinta prova è quella decisiva, perché permette al pilota Hyundai di recuperare ben 7″ ad Evans, sufficienti per il sorpasso. Al termine della giornata, la classifica assoluta vede Neuville precedere il gallese di appena 7 decimi. Domani il duello riprende.


Rally Finland, Day 3: Evans chiude la partita


Ogier in difficoltà

Per Evans, la seconda posizione è insufficiente per i suoi sogni iridati, in quanto Sebastien Ogier è terzo assoluto. Ma il francese è in netta difficoltà, tanto da pagare oltre 19″ da Neuville ed è stato acciuffato da Dani Sordo. Lo spagnolo indovina la scelta delle gomme nella SS6, portandosi a 5″4 dal provenzale. Se Neuville può aiutare Seb nel mondiale, Dani potrebbe dare una mano ad Evans. Le Hyundai sembrano decisive per le sorti del campionato. Intanto, Ott Tanak esce di scena, volando fuori pista alla SS4. Una curva presa troppo velocemente ed un po’ di terriccio costituiscono il cocktail micidiale per le ambizioni dell’estone. Out anche Takamoto Katsuta, anche lui uscito di strada. Kalle Rovanpera chiude quinto, ma paga già 38″ dalla vetta. Chiudono la classifica delle WRC Plus Adrien Formaux, Gus Greensmith ed Oliver Solberg, distanti già oltre il minuto. Eric Camilli comanda la WRC2, con dieci secondi di vantaggio. Il francese riesce a superare Mads Ostberg, rallentato da una foratura. Terza piazza per Nikolay Gryazin, rivale del norvegese per il “mundialito”.


Classifica provvisoria


Immagine in evidenza di Red Bull Content Pool, per gentile concessione

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20