Primo tempo capeggiato dal Real Madrid. Secondo tempo guidato dal Paris Saint Germain. Cosi potremo definire il big match europeo che ha illuminato la quinta giornata della fase a gironi Champions League: i padroni di casa non sono riusciti a mantenere il vantaggio ottenuto con Benzema (doppietta) e hanno permesso al PSG di riuscire a manifestare la propria forza in poco più di due minuti. Prima Mbappè e poi Sarabria hanno aggiustato una gara che sembrava ormai decisa. Nel finale di primo tempo protagonista il VAR che ha annullato un rigore per un fallo di Courtois su Icardi: la decisione del direttore di gara Dias ha ovviamente acceso le polemiche.

Questo risultato non va a minare la qualificazione degli uomini di Zidane che, forti del pareggio tra Galatasaray e Club Brugge, staccano il pass degli ottavi.

Primo tempo

Come ben era previsto le due squadre iniziano al meglio il primo tempo, l’imperativo è attaccare e far male l’avversario. Il PSG ha in Icardi l’uomo più pericoloso, mentre il Real Madrid spinge con le proprie fasce al fine si servire Benzema, il perno su cui si poggia l’attacco.

Ma nei primi minuti del Bernabeu il PSG crea le occasioni migliori con il già accennato Icardi: all’11 l’ex Inter sciupa una grandissima opportunità di aprire il match con un colpo di testa. Ma inaspettatamente ecco che i blancos indirizzano a loro favore questo match aprendo le marcature con Benzema, che proprio in questi giorni sta valutando un possibile rinnovo con quella che da dieci anni la sua squadra. Dopo la rete il Real Madrid spinge ancora, il PSG ha subito il colpo: Benzema prima, Marcelo e Kroos poi tentano di timbrare il cartellino in modo da “vendicare” la sconfitta dell’andata.

Il gioiello del PSG Mbappè si sveglia solo al 35’ preoccupando Courtois: la palla si stampa vicinissimo all’incrocio dei pali. I padroni di casa rispondono con Isco e Carvajal, prima di rischiare un rigore per un fallo di Courtois su Icardi: l’arbitro dopo un check col VAR non concede calcio di rigore. Zidane, nonostante questi brivido nel finale, può ritenersi ampiamente soddisfatto dei suoi, ciò che manca è una seconda rete che possa mettere in ghiaccio il match. Vedremo nella ripresa.

Secondo tempo

Nella ripresa Tuchel mette in campo Neymar, che nella scorsa sessione estiva era stato più volte accostato al Madrid. L’entrata del brasiliano rinvogorisce i parigini, anche se manca la scintilla, il Real Madrid è solidissimo e concede veramente poco. Al 54′ Meunier prova di destra, ma la conclusione si spegne lontano dalla porta.

I blancos rispondono poco dopo con un doppia chance firmata Kroos e Isco. Il tedesco prova dalla distanza ad impensierire l’ex compagno di squadra Navas; mentre Isco prova una complicatissima girata.

In due minuti la partita subisce un fulmineo cambiamento: al 79′ Benzema mette a segno una importantissia doppietta, mentre due minuti dopo il PSG con Mbappè riapre prima i conti e poi pareggia all’84’ ammutolendo tutto lo stadio madridista con il neo entrato Sarabia. L’azione dello spagnolo era stata sviluppata da una giocata di Neymar che ha innescato la conclusione di Draxler. Nella respinta Sarabia ha coronato al meglio l’azione francese. I 4′ di recupero non bastano per decidere l’incontro: il risultato finale è 2-2.

Tabellino

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Valverde (76′, Modric), Casemiro, Kroos; Isco (82′, Rodrygo), Benzema, Hazard (68′, Bale). All: Zidane

PSG (4-3-3): Navas; Meunier, Thiago Silva, Kimpembe, Bernat; Gueye (45’st, Neymar), Marquinhos, Verratti; Di Maria (75′, Draxler), Icardi (75′, Sarabia), Mbappé. All: Tuchel

Reti: Benzema (16’, 79′), Mbappè (81′), Sarabria (83′)

Ammoniti: Marcelo (R), Meunier (P)

Arbitro: Artur Dias (POR)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20