Nel risultato Crotone-Frosinone troviamo i pitagorici avere la meglio sugli avversari. Chi si aspettava un Crotone “in vacanza” dovrà ricredersi. I calabresi giocano una partita attenta e volenterosa, passando in vantaggio con Golmet all’81’. Impegno onorato quindi per la trippa di Stroppa. Il Frosinone esce sconfitto ed è un’altro stop brutto. Ora il destino della squadra laziale verrà deciso all’ultima giornata.

Le formazioni

Padroni di casa in campo col 3-5-2. Festa in porta e linea difensiva formata da Cuomo, Marrone e Gigliotti. Centrocampo a cinque con Garbo e Molina sugli esterni e Crociata, Gomelt e Zanellato in mezzo. Coppia d’attacco composta da Simy e Messias.

Modulo speculare anche per il Frosinone di Alessandro Nesta. Bardi tra i pali, a completare il tridente difensivo ci sono Krajnc, Ariaudo e Brighenti. A centrocampo spazio a Salvi e Paganini sulle fasce. Sulla mediana giocheranno Haas, Maiello e Gori. In attacco c’è Camillo Ciano, affiancato da Novakovich.
Dirige l’incontro Antonio Di Martino.

L’andata si concluse con la vittoria del Crotone in casa del Frosinone per 1-2.

Risultato Crotone-Frosinone primo tempo

Si distende subito in avanti il Crotone, che vuole dettare la propria legge nello stadio di casa. I pitagorici al 4′ minuto collezionano la prima occasione sugli sviluppi di un calcio ‘angolo battuto da Gomelt. Tuttavia nessun giocatore tocca e Bardi può allontanare agevolmente la sfera.
L’ottimo inizio gara del Crotone porta al gol del vantaggio dei padroni di casa al 15′ con Molina. La rete tuttavia viene annullata per un fallo del numero 25 su Brighenti.
Il Frosinone gioca di rimessa e di contropiede, ma non rinuncia ad attaccare.

Anche gli ospiti si vedono annusare una rete di Paganini, ma stavolta per la partenza in posizione irregolare del giocatore dei ciociari. Al 29′ Ciano, il più attivo degli ospiti, compete un intervento molto rude su Gigliotti. Per l’attaccante ospite il giallo è inevitabile.
Il Crotone si riaffaccia in avanti al 34′: Zanellato serve Gomelt e va alla conclusione. La sfera viene deviata e termina in angolo.

Proprio sugli sviluppi dell’angolo Messias serve con una sponda molto intelligente Simy. Il capocannoniere della Serie B colpisce a botta sicura. Brighenti però con un grande intervento salva il risultato. I ritmi di gara non sono altissimi, il Crotone comunque continua a fare la partita, col Frosinone pronto a ripartire. Proprio i ciociari collezionano due interessanti palle gol sul finire della prima frazione.

Al 42′ Paganini serve Haas, che va alla conclusione ostacolato da Cuomo. LA palla termina tra le braccia di Festa. La seconda palla gol arriva nel minuto di extra time. Salvi accelera improvvisamente e si accentra, lasciando partire una saetta che impegna severamente Festa. Il portiere si rifugia in angolo. Tuttavia il direttore di gara non lascia calciare l’angolo e manda le squadre negli spogliatoi.

Un primo tempo che fondamentalmente ha vissuto di fiammate sia da una parte che dall’altra, con due reti annullate, una per parte.

Risultato Crotone-Frosinone secondo tempo

Subito due cambi nel Crotone: Zanellato e serbo lasciano spazio a Barberis e Mustacchio. Anche in questa seconda frazione il Crotone continua a far girare palla, mentre il Frosinone chiude invece tutti gli spazi. La squadra di Stroppa poteva benissimo passeggiare vista “l’inutilità” della gara al fine della stagione, eppure sta giocando come se non fosse successo nulla, onorando fino alla fine l’impegno.
Data la difficoltà ad entrare in area di rigore, il Crotone al 54′ prova con Gigliotti a sbloccare la gara con un tiro dalla distanza. Bardi c’è e blocca a terra. Lo stesso Gigliotti verrà ammonito poco dopo per un fallo su Ciano al 57′. Tre minuti dopo Stroppa cambia ancora e leva proprio Gigliotti per dare spazio a Golemic.

Novakovich poco dopo costringe al giallo Marrone. Sugli sviluppi del calcio piazzato la palla finisce docile tra le braccia di Festa. Ora il Frosinone alza i ritmi e costringe i giocatori calabresi a diversi falli. Anche Messias finisce sul taccuino dei cattivi, stessa sorte al 68′ per Molina.
Stroppa decide di affidarsi alla tecnica e alla freschezza di Benali: il centrocampista prende il posto di Crcociata.

Sorprendentemente Nesta decide di usare la prima sostituzione solo al 72′: l’ex giocatore di Lazio e Milan leva Ciano, comunque il più propositivo, per Dionisi.
La partita resta sempre molto bloccata, ci si aspettava qualcosa di più dal Frosinone. La squadra di Nesta infatti deve vincere per certificare i non ancora sicuri playoff. Al 78′ anche Krajnc finisce ammonito per un fallo su Messias.

Subito dopo Stroppa termina le sostituzioni, inserendo Mazzotta al posto di Molina. I cartellini gialli continuano intanto a fioccare, stavolta è Benali a procurarselo per un fallo ai danni di Maiello.
All’81’ la gara si sblocca: Golmet raccoglie un rinvio di Kranjc fuori dall’area di rigore e batte senza scampo Bardi. Doccia fredda per il Frosinone.

Nesta prova il tutto per tutto e rimpolpa di attaccanti il reparto offensivo: dentro Matarese e Ardemagni per Haas e Novakovich. Intanto si fa male proprio l’autore del vantaggio Gomelt, che accusa dei fortissimi crampi. Tuttavia il marcatore della sfida riesce a tornare in campo. La partita si riscalda all’88’ con le scintille tra Gomelt e Matarese. Il direttore di gara arriva a calmare la situazione, ma la tensione tra i giocatori del Frosinone è ben evidente.

Intanto vengono segnalati sei minuti di extra time. Il Crotone sfiora il raddoppio con messia, che però non inquadra la porta. Il Frosinone si getta in avanti per agguantare il pareggio, ma i tentativi non vanno a buon fine.

La partita si chiude quindi con la vittoria del Crotone. Gli uomini di Stroppa onorano l’impegno, il Frosinone scivola all’ottavo posto, ad un punto di distanza dalla Salernitana nona. Venrdi inoltre ci sarà Frosinone-Pisa, con i nerazzurri a pari punti con i ciociari.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20