Il nuovo gioiello brasiliano

Roberto Carlos da Silva nacque il 10 aprile 1973 a Garça. Il ragazzo crebbe nella patria del calcio e a soli 13 anni entra nelle giovanili del União São João. Roberto Carlos giocò tutte le giovanili del club fino ad esordire nel 1991. Il classe 1973 con la prima squadra disputò 68 partite segnando 2 gol. Due anni dopo il Palmeiras lo acquistò per 500.000 dollari. Il terzino brasiliano si mise in luce con il club di San Paolo. Il suo contributo fece si che il Palmeiras vinse il Torneo Rio-San Paolo e due edizioni del Campionato Paulista. Roberto Carlos a livello personale vinse due Bola de Prata, apparendo nel miglior XI del campionato.

Brasile, Roberto Carlos
Brasile, Roberto Carlos

La chiamata europea per Roberto Carlos

Nell’estate del 1995 è passò all’Inter per la cifra di 10 miliardi di lire. L’esordio fu eccellente in quanto Roberto Carlos segnò su calcio di punizione contro il Vicenza il 27 agosto 1995. Durante il resto della stagione comparve in campo 34 volte e mise a segno 7 reti. Nonostante la buona stagione il tecnico, Roy Hodgson ne chiese l’allontanamento. Secondo l’allenatore inglese Roberto Carlos era indisciplinato. Il terzino venne messo in vendita. Il Real Madrid piombò su di lui, su richiesta esplicita di Fabio capello. L’importanza della chiamata fece si che l’affare terminò in poche ore.

Inter, Roberto Carlos
Inter, Roberto Carlos

Un nuovo Galacticos: Roberto Carlos

Fabio Capello commento poi così il trasferimento: «Non ci credevo che l’Inter l’avrebbe venduto». Roberto Carlos grazie al gioco del tecnico italiano riuscì a trovare la migliore delle forme. Il terzino brasiliano rimase al Real Madrid per 11 stagioni. Negli anni trascorsi a Madrid l’ex Inter disputò 527 partite, divenendo il giocatore non spagnolo con più presenze ai Blancos. Il record era precedentemente detenuto da Alfredo Di Stéfano. Roberto Carlos non lasciò indietro la sua classe brasiliana. Infatti segnò 69 reti e distribuì 84 assist. Questo fantastico contributo gli permise di vincere quattro titoli spagnoli, tre Supercoppe di Spagna, tre Champions League, una Supercoppa UEFA e due Coppe Intercontinentali. Nel marzo 2007, dopo l’eliminazione in Champions League contro il Bayern Monaco, dichiarò di voler lasciare le merengues alla fine della stagione. Complici furono anche le numerose critiche ricevute per l’errore commesso proprio contro i bavaresi. Sbaglio che favorì il gol di Makaay dopo pochi secondi di gioco.

Roberto Carlos e la ricerca di esperienza

Dopo l’addio al Real Madrid, Roberto Carlos iniziò a girare il mondo. La sua prima tappa fu il Fenerbahçe, con il quale alla sua prima presenza vinse la Supercoppa di Turchia contro il Beşiktaş. Il brasiliano dopo 65 presenze, sei gol e 11 assist decise di andarsene. Le mete che ambì furono due: il Real Madrid anche in prestito gratuito e il Brasile. Sentendo della sua volontà il Corinthians bruciò la concorrenza e lo prese. Nella stagione 2011/2012 segnò la rete del definitivo 2-0 la Portuguesa con un tiro a effetto “a rientrare” direttamente da calcio d’angolo. Il brasiliano dopo 57 partite e segnato 3 gol rescisse il contratto a causa delle ripetute minacce dei tifosi, indispettiti per le sue prestazioni. Il 16 febbraio 2011 il terzino classe 1987, ha accettò l’offerta dell’Anži, squadra della Prem’er-Liga, con cui ha firmato un contratto di due anni e mezzo. Durante la sua esperienza in Russia si ritrovò a fare da allenatore al club. Questa esperienza lo colpì a tal punto da non scendere più in campo durante la sua permanenza in Russia. Il 9 luglio 2015, quattro giorni dopo aver firmato il contratto come allenatore dei Delhi Dynamos, annunciò che sarebbe sceso anche in campo come calciatore. Attualmente è sceso in campo tre volte. Il terzino brasiliano con la Seleção vinse la coppa del mondo nel 2002, la Coppa America nel 1997 e nel 1999 e la Confederations Cup nel 1997. Infine con le selezione olimpica, prese parte alle Olimpiadi 1996 di Atlanta, vincendo la medaglia di bronzo. Nel 1997 contro la Francia il brasiliano segnò una delle punizioni più incredibili della storia.

Francia-Brasile, gol di Roberto Carlos
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20