Rogers Cup 2019 a Montreal dal 5 all'11 agosto.

Lunedì 5 agosto ha preso ufficialmente il via la Rogers Cup 2019, facente parte del Torneo ATP Masters 1000 che vede i tennisti impegnati quest’anno sul cemento canadese di Montreal (ricordiamo che questa sede si alterna annualmente con Toronto). La competizione va ad aprire il famoso trittico di gare nordamericane (tutte su cemento) composto anche dalle competizioni di Cincinnati e New York.

Sembra proprio che quest’edizione della manifestazione tennistica canadese abbia un unico, grande favorito. Rafa Nadal (campione in carica) dovrebbe aggiudicarsi la coppa a mani basse, considerando che alle sfide non prenderanno parte i suoi più grandi rivali, ovvero il numero 1 del ranking mondiale Novak Djokovic e il numero 3 Roger Federer, i quali hanno preferito prendersi un periodo di riposo per essere pronti a rientrare a Cincinnati, ovvero circa un mese dopo la spettacolare finale di Wimbledon.

Rafa Nadal il grande favorito alla vittoria finale.

Dunque, si cerca di scovare tra gli atleti iscritti alla Rogers Cup 2019 quelli che potrebbero dare del filo da torcere al fuoriclasse spagnolo e che potrebbero far saltare il banco dei pronostici della vigilia. E così, tra i tennisti maggiormente indiziati ad infastidire Nadal si segnalano soprattutto l’austriaco Dominic Thiem (2ª testa di serie al torneo), il tedesco Alexander Zverev (che effettivamente è riuscito ad aggiudicarsi questa prestigiosa competizione nel 2017) e il greco Stefanos Tsitsipas che nella scorsa edizione si è arreso in finale proprio contro l’asso iberico. Ricordiamo che le prime 8 teste di serie non scenderanno subito in campo, infatti non sono state inserite nel turno iniziale, e fra queste c’è anche l’italiano Fabio Fognini.

Come abbiamo anticipato in apertura, l’ATP Masters 1000 di Montreal è già cominciato il 5 agosto e proseguirà fino a domenica 11 quando si disputerà l’attesa finalissima. I match si giocheranno in due sessioni: quella del mattino alle ore 12 locali (18 in Italia) e la serale alle 18:30 canadesi (00:30 italiane). L’ultimo atto, invece, si potrà seguire nel nostro Paese alle 19:30.

Gli appassionati di tennis potranno assistere alle varie sfide solo se abbonati a Sky, poiché la competizione è un’esclusiva della piattaforma satellitare. I canali preposti saranno Sky Sport HD, Sky Sport Uno e Sky Sport Arena, mentre online sarà possibile accedere al servizio streaming offerto da SkyGo.

Rogers Cup 2019: le principali cose da sapere

Ci sono alcune piccole curiosità da svelare sulla Rogers Cup 2019. Innanzitutto, sfogliando l’albo d’oro, si apprende che il primatista assoluto di vittorie è il grande campione Ivan Lendl che l’ha conquistato in ben cinque occasioni. Il suo record però è minacciato da vicino proprio da Rafa Nadal a quota quattro, appaiato a Novak Djokovic che però almeno per quest’anno non sarà tra i partecipanti, dunque non potrà andare all’assalto del fuoriclasse cecoslovacco naturalizzato statunitense. Tre volte invece ha trionfato il britannico Andy Murray, mentre è fermo (si fa per dire) a due vittorie lo svizzero Roger Federer. E gli italiani?

Ivan Lendl ha vinto cinque volte la Rogers Cup.

Diciamo subito che le speranze di vittoria per i nostri portacolori sono ridotte al lumicino. Quest’anno il tabellone principale vede in gara gli azzurri Fabio Fognini, Matteo Berrettini e Marco Cecchinato. Il 32enne ligure è stato inserito come settima testa di serie e comincerà a misurarsi con gli avversari a partire dal 2° turno, e indubbiamente le maggiori speranze dei tifosi italiani sono riposte tutte in lui. Berrettini dovrà fare i conti con un infortunio alla caviglia che l’ha costretto a fermarsi già da Wimbledon, mentre per quanto riguarda Cecchinato, purtroppo il siciliano non sta attraversando un ottimo momento di forma, essendo reduce da una serie di risultati ben poco soddisfacenti.

Soffermandoci sul punteggio che mette a disposizione la competizione canadese, bisogna ricordare che, facendo ufficialmente parte dei nove Masters 1000 previsti dal calendario, metterà in palio il cospicuo bottino di mille punti validi per la classifica ATP. Rafa Nadal attualmente ha un vantaggio di 485 lunghezze su Federer, dunque dovrà arrivare almeno in finale se non vorrà perdere la seconda posizione nei confronti dell’avversario elvetico.

Ranking ATP: Djokovic davanti a tutti

Infine non bisogna dimenticarsi del cospicuo montepremi che mette in palio la Rogers Cup 2019, pari a poco più di 5 milioni e 700mila dollari.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.