Il Roland Garros 2020 si giocherà a porte aperte.

Dopo lo stop all’attività agonistica per l’emergenza coronavirus, il mondo dello sport è ripartito gradualmente anche se, dal calcio alla Formula 1, passando per il ciclismo e la MotoGp, lo ha fatto a porte chiuse per questioni di sicurezza. Una buona notizia è arrivata in queste ore dal tennis, poiché è stato annunciato che il Roland Garros 2020 si disputerà a porte aperte. Dunque si potrà assistere a dei match con il pubblico sugli spalti, anche se la capienza sarà ridotta rispetto a quanto accade di solito, e anche in questo caso ciò accadrà per ovvie ragioni legate alle misure di contrasto al Covid-19.

L’annuncio ufficiale è stato diramato dalla Federazione del Tennis francese la quale ha anticipato che, in occasione dell’Open di Francia che si terrà dal 21 settembre al 10 ottobre, sarà consentito l’ingresso agli spettatori. Il numero di persone ammesse sarà comunque limitato per garantire il distanziamento sociale. Dunque potranno esserci al massimo 11.500 tifosi che verranno distribuiti lungo tre aree indipendenti tra loro: 5.000 presenze saranno consentite su Chatrier e campi limitrofi, 5.000 anche sul Lenglen, mentre le restanti 1.500 saranno destinate al Mathieu.

Roland Garros 2020: torna il pubblico sugli spalti.

Le norme varate dalla Federtennis transalpina prevedono che i tifosi indossino obbligatoriamente le mascherine mentre assisteranno a un incontro. Invece le qualificazioni continueranno a giocarsi a porte chiuse, con i tennisti che potranno arrivare nell’impianto solo nel giorno in cui sarà in programma il loro impegno.

Roland Garros 2020: le regole per i tennisti

Inizialmente si era pensato di aprire il Roland Garros 2020 fino ad un massimo di 20mila persone. Purtroppo, però, a causa della seconda ondata di contagi da coronavirus che sta investendo la Francia, si è preferito fare un passo indietro e ridurre la capienza ad un tetto di non più di 11.500 tifosi sugli spalti. Oltre a quest’importante novità, i responsabili del secondo torneo del Grande Slam hanno anche comunicato quali saranno le regole che dovranno seguire i tennisti per la tutela della salute.

Rafael Nadal: le sue dichiarazioni sul Roland Garros

Guy Forget, direttore della competizione parigina, ha spiegato che gli atleti, quando arriveranno nella capitale francese, saranno sottoposti ai test di prevenzione previsti dai protocolli sanitari. Questi verranno ripetuti dopo 72 ore, quindi ogni cinque giorni per accertarsi costantemente della negatività dei campioni del tennis al Covid-19. Gli hotel che ospiteranno i partecipanti saranno due e per tutta la durata della competizione dovranno continuare a risiedervi senza cambiare alloggio.

Roland Garros 2020: le regole anti-contagio per i tennisti.

L’ingresso sui campi da gioco dovrà avvenire solo nel giorno in cui è previsto il match come riportato dal calendario. Invece, quando avranno le giornate libere, i tennisti potranno comunque recarsi presso le strutture della Jean-Bouin, una società polisportiva che metterà a disposizione i suoi impianti, tra i quali ci sono quelli dedicati al tennis, al rugby, all’atletica leggera e al basket.

L’apertura del Roland Garros 2020 al pubblico sarà anche un importante banco di prova per valutare il funzionamento della macchina organizzativa francese e per capire se ci sono i presupposti per accogliere nuovamente i tifosi anche in altre discipline sportive.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20