La Roma commette harakiri ed in meno di 10 minuti la Juventus è in doppio vantaggio, battendo i capitolini con un finale di 1-2 arrivano al giro di boa con 48 punti conquistati.

Tempo di lettura 3 minuti

CR7&Co. sbancano l’Olimpico di Roma e si laureano campioni d’inverno con due punti di vantaggio sui diretti rivali dell’Inter, fermati ieri in casa dall’Atalanta sul pari di 1-1. Le disattenzioni di Kolarov e Veretout, complice anche una prestazione mediocre di tutta la squadra, fanno si che i ragazzi di mister Fonseca escano dal campo con 0 punti conquistati contro la squadra più forte in Italia negli ultimi 10 anni. Per i capitolini sono 0 i punti conquistati nelle ultime due uscite casalinghe.

La partita

Primo tempo:

Nemmeno 180 secondi di gioco e la Juve si porta in vantaggio. Fallo sulla trequarti di gioco di Mancini, Dybala prende in carico la battuta con la palla calciata ottimamente sul secondo palo sul quale si fa trovare proto Demiral completamente dimenticato da Kolarov. Il pallone viene impattato a botta sicura ed è 0-1 per gli ospiti.

Demiral esulta per il gol del vantaggio bianconero
Demiral esulta per il gol del vantaggio bianconero

La Roma dunque decide di suicidarsi e su un rinvio dal fondo nasce il rigore che porterà in doppio vantaggio i bianconeri. Rinvio corto di Pau Lopez per Veretout che si addormenta al limite dell’area di rigore e si lascia rubare palla dalla “Joya”. Nel tentativo di recuperare la palla persa il numero 21 giallorosso stende Dybala in area. Per Guida non c’è dubbio è rigore. Dal dischetto va CR7 che sicuro dal dischetto spiazza l’estremo difensore giallorosso e sigla lo 0-2.

Demiral preso in cura dai medici della Juventus F.C.
Demiral preso in cura dai medici della Juventus F.C.

Da segnalare in questo primo tempo, oltre al gran destro di Ronaldo nel finale, neutralizzato ottimamente da Pau Lopez, sono i due gravi infortuni, uno per parte. Al minuto 18′ Demiral, autore del vantaggio ospite nel tentativo di battere nuovamente a rete di testa, salta altissimo, ma la caduta è fatale. Il centrale bianconero è costretto al cambio per un infortunio rimediato al ginocchio sinistro. Sorte simile tocca a Zaniolo. Il talentuoso centrocampista offensivo recupera palla nella propria trequarti di gioco e, con una strepitosa cavalcata, resistendo a diversi tentativi d’intervento si dirige verso l’area di rigore ospite. Cavalcata che termina con Zaniolo messo a terra da Rabiot con il numero 22 che chiede immediatamente il cambio. Per lui si diagnosticherà la rottura del legamento crociato.

Secondo tempo:

Il secondo tempo ricomincia con una Roma più aggressiva. Al 65′ di gioco l’episodio che riapre il match. Stop di petto di Dzeko che si gira perfettamente e calcia con il pallone che impatta il palo, sul proseguito dell’azione ancora il bosniaco sul pallone che veste i panni dell’uomo assist e serve un assist perfetto per la testa di Under. Il turco impatta colpendo Alex Sandro che tiene però il pallone in gioco con il braccio (fuori dalla portata dell’attaccante numero 17), in un primo momento Guida non fischia, ma viene richiamato giustamente dal VAR. Uno sguardo veloce ed è rigore. Dal dischetto si presenta lo specialista Diego Perotti. Rincorsa breve, pochi passi e la Roma al minuto 65′ è di nuovo in partita.

Perotti corre a rimettere il pallone a metà campo nel tentativo di recuperare lo svantaggio
Perotti corre a rimettere il pallone a metà campo nel tentativo di recuperare lo svantaggio

I bianconeri posso chiudere il match intorno la mezz’ora del secondo tempo con un ottimo contropiede 3 contro uno. Ronaldo avanza palla al piede, ma aspetta troppo per dare palla al “Pipita” che comunque calcia e fa 1-3. Tutto fermo però per off-side. I giocatori tentano di tenere il pallone più lontano possibile dalla porta difesa da Szczesny aspettando il 90esimo, ma i giallorossi non ci stanno e pressano fino all’ultimo minuto. La partita termina con la Roma in attacco ma con i bianconeri che si laureano campioni d’inverso dopo 5′ minuti di recupero.

Formazioni

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout (Cristante 66′); Zaniolo (Under 34′), Pellegrini, Perotti (Kalinic 82′); Dzeko.. ALL.: Fonseca.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Demiral (De Ligt 19′), Bonucci, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Ramsey (Danilo 69′); Dybala (Higuain 69′), Cristiano Ronaldo. ALL.: Sarri.

Tabellino

Marcatori: Demiral 3′(JUV), Ronaldo rig. 10′, Perotti 68′(ROM).

Ammoniti: Veretout 9′ (ROM), Pjanic 13′(JUV), Kolarov 15′(ROM), Mancini 26′(ROM), Rabiot 31′(JUV), De Ligt 32′(JUV), Cuadrado 45+1′(JUV), Cristante 82′ (ROM, Kalinic 83′(ROM), Florenzi 90+4′(ROM).

Espulsi:

Recupero: 4’Pt; 5’St.

Arbitro: Marco Guida della sezione di Torre Annunziata

Per restare sempre aggiornato sulle maggiori notizie di sport e leggere tante altre informazioni del mondo del calcio clicca qui

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20