L’attaccante Belga dell’Inter Romelu-Lukaku si è divertito a festeggiare lo scudetto 2021 vinto con largo anticipo e che ha significato la fine dell’egemonia Juventina che durava da nove anni. Lukaku ha parlato del suo allenatore dicendosi pazzo di lui, che lo ha da subito conquistato per la sua grinta e che ha capito che si trattava di una grande allenatore. Infatti si era già notato un affetto speciale tra l’allenatore e il calciatore.


Marotta: “Conte all’Inter? Un’opera d’arte”


Romelu-Lukaku: che cosa ha detto di Antonio Conte?

Il calciatore nerazzurro Lukaku parlando del suo allenatore Antonio Conte al programma tv “La Tribune” ha dichiarato: “Combatterei fino alla morte per lui. Non ci fu la possibilità di lavorare insieme al Chelsea, ma ho sempre pensato che dopo aver lasciato il Manchester United con lui sarei migliorato davvero”. Sull’opportunità di giocare in Italia e di crescere Lukaku dice: “Pensavo che fosse “ora o mai più”. In carriera si possono segnare 500 gol, ma se alla fine non si vince è tutto inutile. Sono anche migliorato spalle alla porta grazie al lavoro con una macchina in allenamento che mi spara palloni e io devo smistarle ai compagni”.

Sulla tenacia di Conte Lukaku ha dichiarato: “Mi ha detto chiaramente: Se non lavori in allenamento, non giocherai. In carriera è sempre fondamentale incontrare persone sincere nei tuoi confronti: è capitato a campioni come Eto’o, Drogba, Henry”. Sulla festa scudetto Lukaku ha detto: “Ho pensato che sarebbe stato bello uscire in macchina e sono felice di averlo fatto: sono contento per tutti gli interisti del mondo, ma anche per la squadra, il mister, la società, il presidente. È la stagione più bella mia carriera: spero di aprire un ciclo con l’Inter”.

Pagina Twitter Inter: https://twitter.com/Inter?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20