Football - Croatia v Turkey UEFA EURO 2008 Quarter Final - Ernst Happel Stadium, Vienna, Austria - 20/6/08 Turkey's Rustu Recber saves Croatia's last penalty to win the match Mandatory Credit: Action Images / Michael Regan Livepic

Sono ore di felicità in Turchia dove arriva una buona notizia sul fronte coronavirus; infatti l’ex portiere, tra le altre del Barcellona, Rustu è stato dimesso dalla terapia intensiva. L’ex calciatore infatti nelle scorse settimane era stato ricoverato dopo aver contratto il virus e la sua vita era fortemente a rischio viste le condizioni in cui si trovava.

LA SUA CARRIERA:

Tra i maggiori riconoscimenti alla carriera di questo fantastico portiere ci sono sicuramente i premi ricevuti a livello personale, come nel 2002, quando l’UEFA l’ha inserito nella squadra dell’anno o nel 2003 quando la FIFA l’ha premiato come miglior portiere del Mondo. A livello di Nazionale, con la sua Turchia, ha ottenuto 3 bronzi in diverse competizioni: ai Mondiali di Corea e Giappone del 2002, alla Confederation Cup del 2003 in Francia e successivamente nel 2008 agli Europei di Austria e Svizzera.

Rustu ha giocato nel Barcellona nella stagione 2003-2004.

Oltre alle esperienze in patria, dove verrà per sempre ricordato come uno dei portiere più forti della nazione, Rustu ha giocato nella stagione 2003-2004 in Spagna, al Barcellona.

La sua esperienza lontano da casa si rivela però poco fortunata e il duello con Victor Valdes lo relega quasi sempre in panchina, visto anche che in Spagna si potevano schierare in campo solo 3 giocatori extracomunitari. Al termine della stagione disputerà solo 4 partite in Liga e 3 in Coppa UEFA e farà ritorno in Turchia. In patria continuerà a vincere con Fenerbache e Besiktas, dove ha terminato la sua carriera nel 2012, all’età di 39 anni.

LA SCONFITTA DEL VIRUS:

In questi giorni sicuramente molti appassionati di calcio in Turchia saranno stati in apprensione per le condizioni del loro ex beniamino e la notizia di oggi avrà fatto di certo tirare loro un sospiro di sollievo: Rustu è stato dimesso dalla terapia intensiva.

Nella prima intervista realizzato dopo essere stato dimesso Rustu ha così dichiarato: “Me la sono vista brutta, ora sto bene”, portando un grande sollievo a tutti.

Oltre a ringraziare i medici e tutta la sua famiglia, che gli sono stati vicini e lo hanno aiutati a sconfiggere il virus, l’ex portiere ringrazia anche la sua ex squadra, il Barcellona che lo ha sempre sostenuto da vicino in questa battaglia per la vita. Il portiere infatti racconta: “In queste situazioni anche i piccoli dettagli hanno una grande importanza e non dimenticherò l’appoggio del club mentre lottavo per la vita, sarò sempre grato al Barça e al presidente Bartomeu” e infine ha aggiunto delle parole per Xavi, suo grande amico: “E’ un amico, una grande persona e conosce il calcio come pochi. Da allenatore farà grandi cose quando sarà alla guida del Barcellona, sarà come Luis Enrique. Entrambi sono due vincenti, due esempi da seguire”.

Rustu è stato dimesso dalla terapia intensiva.



Una storia felice in Turchia dunque, che ci dimostra che questo virus si può sconfiggere e che non bisogna mai smettere di lottare.



Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20