supercross 2020 salt lake city 2 3 4 5 6 7 cooper webb
https://www.youtube.com/watch?v=FqbGKfmw4EQ

Atto numero 2 a Salt Lake City, in questa prova infrasettimanale del Supercross 2020. Il Rice Eccles Stadium è sempre lo stesso, ma presenta un tracciato differente e molto tecnico. Le due classi regalano spettacolo.

Salt Lake City 2: la gara della 450

La classe maggiore vede un colpo di scena già visto in passato. Ken Roczen ed Eli Tomac partono male dal cancelletto di partenza, e dopo il primo giro sono ottavo e nono rispettivamente. Zach Osborne centra l’holeshot, ma dopo i primi cinque minuti di gara è inseguito come un’ombra da Cooper Webb. Il campione in carica ha un disperato bisogno di vincere, per tenere vive le speranze di un bis iridato.

Tomac nel frattempo sorpassa Roczen, e si avvia verso una rimonta delle due. Entrambi incontrano l’ostacolo Jason Anderson, che occupa la quarta posizione, ma con esiti differenti. Eli riesce a passare il campione 2018, seppur con grande fatica, mentre il tedesco della Honda rimane dietro il rivale, accontentandosi della quinta posizione.

Quando Tomac archivia la pratica Anderson, si avvicina pericolosamente alla coppia Osborne-Webb, in lotta per la prima posizione. A cinque minuti dal termine, il distacco del pilota Kawasaki dal rivale è di soli due secondi. Webb prova due volte a superare Osborne: il primo tentativo va a vuoto, il secondo riesce. Anche Tomac supera il pilota Husqvarna, e si porta a solo mezzo secondo da Webb. L’arrivo al cardiopalma premia il pilota KTM.

Con il terzo posto di Osborne ed il quarto di Anderson, la Husqvarna lascia il campo di gara soddisfatta. Non si può dire lo stesso della Yamaha, visto che Justin Barcia non fa meglio dell’ottavo posto. Le speranze di titolo del georgiano si riducono ormai ad un lumicino.

E parlando del campionato, dopo Salt Lake City 2 la classifica iridata del Supercross è ad una svolta. Il mezzo passo falso di Roczen porta il suo ritardo da Tomac a 13 lunghezze, con Webb che rosicchia 3 punti al leader, riducendo il distacco a 29.

Classifiche: https://results.amasupercross.com/xml/SX/events/S2060/S1F1PRESS.pdf

La gara della 250

Nella gara del mercoledì a Salt Lake City 2, ritorna in scena la 250 East Coast. Il primo colpo di scena è alla partenza, quando il detentore della tabella rossa Chase Sexton perde l’anteriore, e si fa colpire da Pierce Brown. Il pilota Honda risale in sella ma è 17esimo. Si prospetta una lunga serata per lui!

Dall’altra parte della classifica, Shane McElrath è in tandem con il compagno di team Colt Nichols, autore dell’holeshot. Il duo Yamaha Star Racing semina la concorrenza: a metà della finale hanno sei secondi di vantaggio su Jeremy Martin.

McElrath sorpassa Nichols e si distanzia da lui. Al traguardo arrivano in quest’ordine, con Martin che mantiene saldo l’ultimo gradino del podio. A dare spettacolo ci pensa Sexton, autore di una rimonta da paura: dopo la caduta, passa da 17esimo a ottavo in 3 minuti! Il suo recupero termina con un quarto posto.

Quinta posizione per Garrett Marchbanks, il quale dimostra ancora una volta il suo potenziale. Brown, idolo di casa e reduce da un’ottima prova domenica scorsa, recupera per poi finire la sua gara in decima posizione.

Il campionato vede McElrath e Sexton a pari punti, con il pilota Yamaha indicato come leader per aver vinto più gare. La lotta per il titolo 250 East è più accesa che mai.

Classifiche: https://results.amasupercross.com/xml/SX/events/S2060/S2F1PRESS.pdf

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20