Domenica 10 gennaio alle ore 12,30 la finale di Supercoppa femminile sarà Juventus-Fiorentina. Le due squadre si affronteranno per la terza volta consecutiva nelle ultime tre edizioni. Una vittoria ciascuno negli incontri precedenti, si tratterà quindi di una sorta di “rivincita”. Chi vince supera l’altra nel palmares della competizione.

Le due semifinali giocate oggi si sono concluse con lo stesso punteggio di 2-1. Juventus e Roma sono arrivate ai tempi supplementari mentre alla Fiorentina sono bastati i 90 minuti più recupero per avere ragione del Milan. Una maratona di calcio femminile iniziata alle 12,00 quando a Chiavari, stadio Gastaldi, splendeva il sole. Molte emozioni tra bianconere e giallorosse a cominciare dal rigore sbagliato di Andressa con le squadre ancora sullo 0-0.

Arriva poi il vantaggio juventino con Barbara Bonansea e la Roma che si riversa in avanti alla ricerca del pareggio che arriverà nei primi minuti del secondo tempo. Una seconda frazione di gioco ritardata a causa della violenta grandinata che si è abbattuta sulla città, rendendo necessaria una pausa più lunga anche per spalare e rendere visibili le righe del campo. Una Roma assolutamente all’altezza dell’avversaria e che avrebbe meritato la finale se non le fosse stato impedito dalla grinta e la tenacia di Cristiana Girelli che ha creduto fino alla fine di poter firmare il risultato. Suo il colpo di testa al 26′ del secondo tempo supplementare che regala l’ingresso alla finale. Ad indirizzare la partita forse il rosso all’88’ estratto nei confronti del portiere giallorosso Camelia Ceasar che ha costretto la Roma a giocare in 10 tutto il resto dell’incontro.

Ad uscire dal campo per la sostituzione del portiere è stata Annamaria Serturini che ha poi commentato su twitter: “Abbiamo giocato con il cuore lottando su ogni pallone a testa alta. Usciamo sconfitte tra sfortuna e pochi errori che costano caro ma sono fiera della mia SQUADRA, di questa Roma che non deve temere nessuno. Arriverà il nostro momento. Perché ce lo MERITIAMO“.

Come è andata tra Milan e Fiorentina?

Sullo stesso campo di gioco, non proprio perfetto, si sono affrontate alle 18,00 Milan e Fiorentina. Pronostico più sbilanciato verso le rossonere di Ganz anche per le assenze dovute alla positività al Covid, a partire dall’allenatore Antonio Cincotta che non ha quindi potuto seguire la squadra e sedersi in panchina. E la partita delle sue ragazze sembra prendere subito la piega desiderata con il vantaggio siglato da Valentina Giacinti al 6′ del primo tempo.

Un gol che però scatena la Fiorentina alla ricerca del pareggio, approfittando di un Milan non proprio irresistibile ma che terrà duro fino al 56′ quando la Fiorentina agguanta il pari. Nove minuti più tardi il colpo del KO su azione di calcio d’angolo. Il commento di Cincotta da casa riportato dai social della società: “Una grande partita, ho visto la stessa grinta e determinazione della Champions League. Stiamo portando avanti questo momento positivo. Sono contento per tutta la società e per i tifosi. Mi complimento con lo staff e ora testa alla finale!

Supercoppa al via, chi alzerà il trofeo?

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20