sbk barcellona superpole

Il mondiale SBK sbarca sul circuito di Barcellona per la prima volta, ma la solfa nella Superpole non cambia. Jonathan Rea dimostra ancora una volta di essere il più veloce, conquistando la partenza al palo in condizioni difficili. Accanto a lui in prima fila Toprak Razgatluoglu, che ritorna nei piani alti dopo le fatiche delle ultime gare. La sorpresa viene da Alvaro Bautista, il quale è capace di portare la Honda al terzo posto.

Male invece le Ducati. Scott Redding aprirà la terza fila con il settimo tempo, Chaz Davies è addirittura 11esimo. I due ducatisti hanno adottato una strategia differente rispettoa Rea, rimanendo in pista più a lungo prima di cambiare le gomme. Hanno voluto approfittare di una pista che migliorava sempre più, dopo il “lavaggio” della pioggia del mattino. Ma la mossa non ha pagato, ed ora sono chiamati ad una rimonta. Redding ha 36 punti di svantaggio su Rea in campionato.

La seconda fila rivede un Tom Sykes in grande spolvero, davanti a Michael Van den Mark e Michael Ruben Rinaldi. L’inglese di casa BMW raccoglie i frutti dei test che la casa bavarese ha disputato proprio qui, e spera di far bene anche in gara. Rinaldi, invece, poteva fare di meglio: un errore nell’ultimo giro veloce gli sono costati quei decimini che gli avrebbero permesso di lottare per la prima fila.

Alex Lowes e Loris Baz fanno compagnia a Redding in terza fila, con l’ottavo ed il nono tempo, mentre la top ten è chiusa dalla seconda Honda ufficiale di Leon Haslam.

Con il 12esimo tempo, Federico Caricasulo è il secondo migliore italiano in pista. Diciassettesimo tempo per Samuele Cavalieri, che a partire da questa gara prende il posto di Marco Melandri al Barni Racing. Il giovane bolognese precede Lorenzo Zanetti, il quale sostituisce l’infortunato Leandro Mercado sulla Ducati del team M.Motocorsa.

Da segnalare la presenza di Jonas Folger, il quale debutta in questo weekend come wild card. Il tedesco, che vanta un trascorso in MotoGP con il team Tech 3, non ha disputato nemmeno un giro valido in sella ad una Yamaha schierata dalla filiale tedesca. L’obiettivo di questa comparsata è di farsi notare in ottica 2021, al fine di ottenere un posto da pilota titolare.


Jonas Folger: l’ex pilota della MotoGp debutta in Superbike

SBK Barcellona, i tempi della Superpole

Versione scaricabile
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20