sbk barcellona superpole race

Se la Gara 1 della SBK di Barcellona non ha regalato sorprese, la Superpole Race mostra una classifica inedita. La bruttissima caduta di Alvaro Bautista obbliga Jonatha Rea a rallentare, permettendo a Michael Van den Mark di superarlo e passare in testa. L’olandese si prende così la vittoria della gara sprint, per la prima volta in questa stagione. Loris Baz completa il podio con la Yamaha Ten Kate.

Bautista è vittima di un violento highside in curva 3, cosa che gli costa un viaggio al centro medico. “Bau” ha riportato una leggera frattura ad un piede, e correrà in gara 2.

Davies con il quarto posto salva la giornata della Ducati ufficiale, che ha perso per strada Scott Redding. Il britannico conclude in ottava posizione, perdendo altri punti su Rea e sarà costretto a partire dalla terza fila in gara 2. Il mondiale si allontana.

La top five è completata dalla sorpresa del giorno, lo statunitense Garrett Gerloff. Il texano di Yamaha GRT precede uno spento Michael Ruben Rinaldi, Redding, Lowes e le due BMW di Tom Sykes e Eugene Laverty, a completare la top ten.

Dodicesima posizione per Jonas Folger, che sta prendendo in mano la Superbike. Il tedesco ex MotoGP precede Lorenzo Zanetti, ultimo italiano che ha concluso la gara. Sia Samuele Cavalieri che Federico Caricasulo sono caduti nel corso dei 10 giri della corsa sprint.

SBK Barcellona, la cronaca della Superpole Race

Toprak Razgatluoglu finisce la gara ancor prima di cominciarla. Il turco della Yamaha è caduto malamente nel warm up, finendo al centro medico per un sospetto trauma alle costole ed alla gamba destra. E’ dichiarato unfit per la Superpole Race, ed è in forse per gara 2.

Al via Rea parte come al solito, con Van Den Mark e Bautista a seguire. Lo spagnolo della Honda è in forma smagliante, a tal punto da tenersi incollato ai primi due. Ma il vero re dello stacco della frizione è Gerloff, che alla prima curva passa addirittura sesto! E’ autore di bei sorpassi, e morde i polpacci di Davies. Cadono Leon Haslam e Caricasulo.

Al terzo giro, Bautista svernicia Rea e Van Den Mark in rettilineo, ma in curva 3 perde il posteriore e va in highside. Le immagini sono spaventose. Il pilota di Talavera viene trasferito al centro medico, dove gli viene diagnosticata la frattura del quinto metatarso di un piede. In gara 2 ci sarà.

Van Den Mark approfitta del trambusto per passare Rea, prendendo il comando della Superpole Race. Mette subito sette decimi sul campione del mondo, che non riuscirà più a recuperare terreno.

Davies ha il suo bel da fare per recuperare terreno su Baz, terzo, e per tenere a bada un Gerloff scatenato. Tuttavia, le posizioni in calssifica non cambiano.

Van Den Mark vince la prima gara del 2020, davanti a Rea, Baz, Davies e Gerloff. Redding parte ottavo e rimane lì fino al traguardo, in una delle prestazioni più anonime della sua stagione.

Classifica

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20