Il 4 volte campione del mondo Sebastian Vettel che ora corre con Aston Martin, è tornato a parlare della distinzione (molte volte obsoleta) che si fa con le cosiddette “Squadre B”. A detta del pilota tali distinzioni non esistono più, facevano parte di un concetto di Formula 1 che è ormai superato e anche fuori moda. Vettel ha però anche espresso il proprio parere in merito alla Mercedes. Cosa avrà detto il campione tedesco?


Aston Martin F1, ecco i nuovi partner


Sebastian Vettel: “Mercedes? Mi fido della scuderia”

Sebastian Vettel ha espresso il proprio parere a RacingNews365.com, per quanto riguarda le squadre “clienti” che si trovano a concorrere con la scuderia madre. Il pilota ha detto: “Non sono preoccupato di questo penso che questo tipo di paure siano vecchie. Il mondo è andato avanti. In passato probabilmente avreste avuto ragione. Ma questo passato è in alcuni casi ancora troppo presente, in altri casi ormai lontano“.

Vettel ha continuato dicendo: “Con qualcuno come la Mercedes, penso che possiamo avere fiducia nell’ottenere un trattamento molto equo e se dovessimo essere più veloci ci sarà permesso di batterli. Credo che questo tipo di mentalità (pensare che ci sia uno svantaggio nel team ‘cliente’) sia molto obsoleto come principio. Capisco da dove viene, ma non ne sono preoccupato. Penso che se dovessimo essere molto vicini alla Mercedes questo sarebbe un ottimo risultato, quindi sarà l’ultima cosa di cui mi preoccuperò. Il motore Mercedes è presumibilmente il più forte sulla griglia e sarà la mia prima volta con loro in Formula 1 quindi non vedo l’ora di vedere come lavorano“.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20