Il Sei Nazioni è nel pieno dei giochi. Le squadre di rugby si stanno sfidando sul campo per decretare la migliore squadra tra quelle che in gara. Al momento il Galles guida la classifica, seguito dalla Francia. L’Irlanda occupa il terzo posto e al quarto si trova invece l’Inghilterra. La Scozia è in quinta posizione mentre l’Italia con 0 punti chiude la classifica.


Italia-Irlanda Six Nations: la Caporetto della squadra azzurra


Sei Nazioni, qual è la marcia in più del Galles?

Il Galles di mister Wayne Pivac, è in testa alla classifica di Sei Nazioni. La squadra che finora ha raccolto 14 punti, gioca un rugby impeccabile. Qual è il loro segreto? Sicuramente l’atteggiamento. I giocatori di Pivac non si arrendono mai e ogni volta che devono scendere in campo si focalizzano sull’obiettivo vittoria e la portano a casa. Nelle ultime tre partite ci sono stati degli episodi favorevoli al gioco del Galles ma il merito non è certo da attribuire tutto alla Dea Bendata. Se la squadra vince è perchè non si lascia cogliere impreparata e sfrutta a proprio favore anche gli imprevisti. Imprevisti che invece l’Inghilterra non riesce proprio ad affrontare, come ad esempio essere arbitrata da un direttore di gara francese. Le ultime sconfitte degli inglesi sono state incassate quando a dirigere la partita c’era un arbitro francese.

Pascal Gauzere ha diretto l’ultimo match del Galles contro l’Inghilterra, richiamandola anche all’ordine e alla disciplina. Il direttore di gara è stato infatti molto severo con i giocatori che commettevano fallo da dietro e non di lato. La prima regola quando si pratica sport è quella di tutelare la salute degli atleti e nel caso del rugby cercare di ridurre al minimo il rischio di infortuni alla testa. L’eccessiva (secondo gli inglesi) apprensione di Gauzere nei confronti del Galles, ha fatto emergere un lato indisciplinato dell’Inghilterra che alla fine ha perso la partita. Il risultato finale era di 40-24 per il Galles.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20