Per ribaltare il discorso qualificazione, al Toro serve l’ “Impresa”. Sì, un’impresa con la I maiuscola. Condizione minima per la squadra di Mazzarri è segnare almeno due gol e non subirne neanche uno, perché ad ogni rete del Wolverhampton ai granata servirà un’ulteriore marcatura. Dopo la sconfitta per 3-2 allo Stadio “Grande Torino”, per entrare nell’urna di Montecarlo e far parte dei gironi della prossima Europa League, il Toro deve salire nelle West Midlands inglesi e vincere con almeno due reti di scarto.

Nkoulou non convocato per la trasferta di Wolverhampton

Nkoulou, dopo aver declinato l’invito a giocare contro il Sassuolo, non è stato convocato per questo match di ritorno contro il Wolverhampton. Il Presidente Cairo ha confermato di non volerlo cedere, ma ora i rapporti tra la Società granata e il camerunense sono gelidi. Tifosi e Società pretendono le scuse da parte del difensore, ma l’ex Marsiglia al momento non sembra intenzionato al pentimento. Se arrivasse un’offerta sui trenta milioni, a questo punto, Cairo potrebbe far partire il numero 33 granata e investire la cifra per altre mosse di mercato. In questo caso, potrebbe essere promosso al centro della difesa Bonifazi, con Izzo che rimarrebbe sul centro destra e Lyanco sul centro sinistra e Djidji, Bremer e Singo, come prime alternative ai titolari.

Rincon e Aina dal primo minuto al Molineux

Oltre la tegola di Nkoulou, Mazzarri dovrà fare anche a meno di Ansaldi, uscito dopo il primo tempo con il Sassuolo, per un problema ai flessori. Per il giocatore argentino si parla di un forfait di 15-20 giorni. Il posto dell’ex interista lo prenderà sicuramente Ola Aina. Per il resto la formazione dovrebbe schierarsi in campo con il classico 3-5-2, con le conferme delle due punte Zaza e Belotti in attacco, con la difesa composta da Izzo, Bonifazi e Bremer e un centrocampo formato da Rincon, Baselli e Meité, nella sua spina dorsale, con De Silvestri e Aina ad agire sugli esterni. Sirigu, ovviamente, andrà a difendere i pali.

Le mosse di Nuno Espirito Santo

Rispetto alla gara giocata domenica al Molineux, contro il Burnley (finita in pareggio per 1-1, grazie ad un rigore siglato al 97′ Raul Jimenez), nel Wolverhampton, rientreranno tra i titolari, il difensore Vallejo e i centrocampisti Traoré, Dendoncker e Vinagre, che erano stati messi a riposo proprio in vista di questa sfida con il Toro. Nuno Espirito Santo schiererà nuovamente la squadra a specchio rispetto a quella di Mazzarri (3-5-2) e, con tutta probabilità, lascerà ancora fuori Cutrone dagli undici titolari. Il belga Dendoncker, potrebbe agire da vertice basso, lasciando più spazio alle offensive di Moutinho e Ruben Neves, che assieme alle folate di Traoré sulla destra e Vinagre sulla sinistra, dovrebbero limitare le prospettive di attacco dei granata, cercando di tenere bassi sia Aina che De Silvestri, che potrebbero fornire interessanti palloni per Zaza e Belotti.

Le speranze granata

Non sempre, in Europa League, le squadre inglesi hanno superato la fase dei playoff per l’accesso alla fase dei gironi. Lo scorso anno, per esempio, il Burnley lasciò la competizione nello spareggio contro l’Olympiacos Pireo. Nella stagione 2016/17, invece, fu il West Ham che non riuscì ad ottenere la qualificazione, perdendo il confronto con la modesta squadra romena dell’Astra Giurgiu. Mentre nella stagione precedente, 2015/16, fu il Southampton che non riuscì a valicare l’ostacolo danese del Midtylland. I precedenti a sfavore ci sono. Il Toro, a questo punto, si augura che la tradizione negativa per i club della Terra d’Albione prosegua.

Probabili schieramenti di Wolverhampton-Torino

WOLVERHAMPTON (3-5-2): 11 Rui Patricio; 16 Coady, 4 Vallejo, 15 Boly; 37 A. Traoré, 28 Joao Moutinho, 32 Dendoncker, 8 Ruben Neves, 29 Vinagre; 18 Diogo Jota, 9 R. Jimenez.
A disposizione: 21 Ruddy, 5 Bennett, 17 Gibbs-White, 27 Saiss, 19 Otto, 7 Pedro Neto, 10 Cutrone.
Allenatore: Nuno Espirito Santo.
Indisponibili: Ofusu-Ayeh.

TORINO (3-5-2): 39 Sirigu; 5 Izzo, 14 Bonifazi, 36 Bremer; 29 De Silvestri, 88 Rincon, 8 Baselli, 23 Meité, 34 Aina; 11 Zaza, 9 Belotti.
A disposizione: 25 Rosati, 30 Djidji, 17 Singo, 21 Berenguer, 7 Lukic, 22 Millico, 27 Parigini.
Allenatore: Walter Mazzarri.
Indisponibili: Lyanco, Ansaldi, Iago Falque, Nkoulou (non convocato).

Wolverhampton, Stadio Molineux, giovedì, 29 agosto, ore 20,45.

In tv: Tv 8 (in chiaro). Sky Sport 1 (canale 201), Sky Sport Football (203), Sky calcio 1 (251).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.