Nella gara valevole per la seconda giornata del Gruppo A si sono affrontate Serbia e Portogallo.

Accade di tutto nella notte di Belgrado. Il Portogallo domina in lungo e in largo il primo tempo chiudendo in doppio vantaggio. Nella ripresa la partita si ribalta con la Serbia che raggiunge il pareggio invertendo l’andamento della gara. Nel finale episodio dubbio: un gol/non gol clamoroso che manda Cristiano Ronaldo su tutte le furie.

Serbia-Portogallo: formazioni ufficiali

Serbia (3-4-1-2): Dmitrovic; Milenkovic, S. Mitrovic, Pavlovic; Lazovic, Milinkovic-Savic, Gudelj, Kostic; Tadic; Vlahovic, A. Mitrovic. All. Dragan Stojkovic

Portogallo (4-3-3): Lopes; Cancelo, Ruben Dias, Fonte, Cedric; Bruno Fernandes, Sergio Oliveira, Danilo; Diogo Jota, Ronaldo, Bernardo Silva. All. Fernando Santos

Serbia-Portogallo: cronaca del match

10’ – GOL PORTOGALLO: Bernardo Silva trova con un ottimo assist Diogo Jota tutto libero sul secondo palo. L’attaccante scappato alle spalle di Milenkovic insacca semplice semplice di testa.

36’ – GOL PORTOGALLO: Raddoppio di Diogo Jota! Sul cross dell’ex Inter Cedric svernicia nuovamente un lento Milenkovic ed incrocia con un gran colpo di testa. Palo, gol e 0-2.

⁃ Fine 1 tempo

46’ – GOL SERBIA: il neo entrato Radonjic crossa dalla destra, A. Mitrovic colpisce di testa sgusciando tra Fonte e Danilo ed insacca. 39mo gol con la maglia della sua nazionale per Aleksandar Mitrovic che diventa così il top scorer nella storia della Serbia.

54’ – Doppia occasione per la Serbia: prima capitan Tadic costringe Lopes ad alzare in angolo un tiro potente dal limite dell’area. Sugli sviluppi del corner poi Milinkovic-Savic anticipa tutti di testa ma la palla finisce la sua traiettoria sul fondo sfiorando il secondo palo.

59’ – GOL SERBIA: Kostic regala il pari ai suoi! Contropiede mortifero dei padroni di casa: in 5 passaggi passano da un’area di rigore all’altra, assist al bacio di Radonjic per l’esterno dell’Eintracht Francoforte che di destro batte Lopes in uscita. 2-2.

⁃ 3 minuti di recupero

91’ – Espulsione Serbia: Milenkovic entra in ritardo con il piede a martello all’altezza della metà campo sul povero Danilo che rimane a terra. Rosso diretto per il giocatore della Fiorentina.

93’ – Niente Gol Portogallo: incredibile quello che succede nel finale di Belgrado! Ronaldo imbeccato da un assist di Nuno Mendes supera Dmitrovic in uscita, la palla viene salvata sulla linea da S. Mitrovic ma dalle immagini pare evidente come abbia superato la linea di porta serba. L’arbitro non segnala niente mentre Ronaldo protesta in maniera veemente nei confronti del guardialinee. L’attaccante della Juventus ammonito lascia il campo prima del fischio finale gettando a terra la fascia da capitano.

94’ – Triplice fischio. Serbia- Portogallo termina 2-2.

Serbia-Portogallo: commento alla gara

Una bella serata di calcio internazionale termina con uno scoppiettante 2-2. Il Portogallo guidato da Diogo Jota domina il primo tempo infilando la precaria difesa dei padroni di casa con estrema facilità. La difesa a 3 del Ct Stojkovic soffre enormemente l’1vs1 con il trio d’attacco lusitano. Dopo i 2 gol incassati dall’Irlanda i serbi si ripetono sotto i colpi delle stelle portoghesi. Nel secondo tempo la gara si ribalta: la Serbia entra con un altro piglio mentre il Portogallo fatica a mantenere il possesso palla e viene colpito dai contropiedi micidiali dei padroni di casa. In poco meno di 15’ la partita torna in parità grazie al doppio assist e alle giocate di Radonjic e al 39mo gol di Aleksandar Mitrovic con la casacca della nazionale. È record per l’attaccante 26enne del Fulham. Dopo la girandola di cambi e una serie di cartellini tra i quali spicca il rosso a Milenkovic per un intervento tanto inutile quanto pericoloso, l’episodio che farà discutere nelle prossime ore. CR7 supera il portiere di casa con un destro al volo ma la palla viene salvata sulla linea. L’arbitro non convalida il gol e il capitano lusitano lascia il campo prima della fine del match sconvolto per la decisione dell’olandese Makkelie. Il pareggio rimane comunque il risultato più giusto alla luce di quanto visto stasera. Un tempo a testa porta un punto a testa nella classifica del Gruppo A e le due nazionali mantengono a braccetto la vetta del girone.

Serbia-Portogallo: Tabellino

Serbia-Portogallo 2-2 (0-2 1t)

Serbia (3-4-1-2): Dmitrovic; Milenkovic, S. Mitrovic, Pavlovic; Lazovic (46’ Maksimovic), Milinkovic-Savic, Gudelj, Kostic (71’ Ristic); Tadic (81’ Djuricic); Vlahovic (46’ Radonjic), A. Mitrovic (87’ Jovic). All. Dragan Stojkovic

Portogallo (4-3-3): Lopes; Cancelo (72’ Nuno Mendes), Ruben Dias, Fonte, Cedric; Bruno Fernandes (90’ Palhinha), Sergio Oliveira (72’ Renato Sanches), Danilo; Diogo Jota (85’ Joao Felix), Ronaldo, Bernardo Silva. All. Fernando Santos

Arbitro: Danny Makkelie (Olanda)

Stadio: Stadion Rajko Mitic, Belgrado(SRB)

Gol: 10’ Diogo Jota (P), 36’ Diogo Jota (P), 46’ A. Mitrovic (S), 59’ Kostic (S)

Ammoniti: 53’ Bruno Fernandes (P), 54’ Fonte (P), 57’ Maksimovic (S), 85’ A. Mitrovic (S), 93’ Ronaldo (P)

Espulsi: 91’ Milenkovic (S)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20