Serie A: Atalanta-Empoli al fischio d’inizio scatenate l’inferno

0
1

La trentaduesima partita del campionato di Serie A si è conclusa con la sfida tra Atalanta ed Empoli che hanno giocato il posticipo di giornata. La Dea ha ospitato all’Atleti Azzurri d’Italia i toscani che lottano per la salvezza e che hanno dato non poco filo da torcere ai bergamaschi. Gara molto combattuta che è finita però a reti bianche. Nonostante le occasioni siano state davvero numerose nessuna delle due fazioni ha esultato.

L’Atalanta ha dato prova di grande organizzazione e concentrazione in campo ma questo non è bastato. Gli uomini di Gasperini infatti sono rientrati nello spogliatoio con un solo punto non troppo utile alla classifica. La Dea vuole la Champions e farà di tutto per arrivare all’Europa che conta, ma per far sì che ciò accada le prossime partite dovrà cercare di vincerle. Ora si trova in sesta posizione con 53 punti a meno uno dalla Roma. Lunedì incontrerà il Napoli al San Paolo.

L’Empoli dal canto proprio sta lottando per la salvezza e ora si trova al diciottesimo posto in classifica con 29 punti. La squadra di Andreazzoli potrebbe farcela a salvarsi perché è a più sei dal Frosinone che ha perso contro l’Inter, ha quindi guadagnato un punto utile. La prossima sfida sarà contro la Spal, partita non scontata, dovrà dimostrare di voler prolungare la permanenza in Serie A. L’Empoli davanti ha però un avversario molto valido come il Bologna che allo stesso modo lotta per non finire nella zona rossa della classifica.

Una delle azioni di Atalanta-Empoli.

LE SQUADRE:

ATALANTA (3-4-1-2): Gasperini decide di schierare in campo i suoi con un 3-4-2-1. Gollini in porta, Mancini, Palomino, Masiello in difesa, a centrocampo Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens. In attacco Gomez, Ilicic e Zapata. 

EMPOLI (3-5-2): Andreazzoli decide invece per un 3-5-2 con Dragowski tra i pali, Nikolaou, Veseli, Dell’Orco a difendere. A centrocampo Di Lorenzo, Traoré, Bennacer, Krunic, Antonelli, mentre in attacco Farias e Caputo.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO: Comincia Atalanta-Empoli e partono subito bene gli ospiti infatti solo al terzo minuto Farias riesce a raggiungere l’area bergamasca e tira. Gollini però non si fa trovare impreparato e quindi ferma la palla. Al decimo minuto di gioco bella occasione per l’Atalanta con Hateboer che coglie l’assist di Ilicic e ci prova di testa ma il tiro è troppo alto. I padroni di casa stanno dominando il gioco mantenendo pressing e possesso palla alti. La difesa dell’Empoli si mantiene però compatta ed entrare in area non è così scontato. Al 22esimo primo tiro di Zapata che però calcia troppo centralmente e Dragowski non ha problemi a fermare il pallone. Il minuto successivo De Roon cerca la porta ma di nuovo il portiere ospite riesce a fermare il tiro.

Hateboer ha cercato molte volte la porta ma Dragowski ha difeso bene.

Al 25esimo doppia chance per l’Atalanta con Freuler che tira di potenza e trova Dragowski che si lascia scappare la palla, ci riprova Freuler che questa volta trova Veseli. L’arbitro chiama la VAR per un tocco dubbio di Traorè in area, il rigore però non c’è. L’Empoli comincia a soffrire un’Atalanta aggressiva che ogni volta che può costruisce azioni pericolose. Ilicic si avvicina di molto alla porta, ma ancora una volta Dragowski la para. La partita continua a ritmi molto alti, i padroni di casa continuano a spingere e le squadre si trovano spesso nella metà campo dell’Empoli. Arriva il 45esimo ma ancora nessun gol, Manganiello fischia due volte dopo 2 minuti di recupero.

SECONDO TEMPO: Riprende all’Atleti Azzurri d’Italia la gara accesissima tra Atalanta ed Empoli. Dopo soli cinque minuti di gioco l’Atalanta ha ben due occasioni, la prima con Hateboer che sfiora la traversa; la seconda con Zapata respinto di nuovo da Dragowski. Al 54esimo Hateboer attacca nuovamente la porta avversaria ma il portiere ospite si fa trovare pronto. Serata molto buona per il centrocampista olandese, e super per il portiere polacco che non ne lascia passare una. Al 60esimo Zapata manca di poco la porta con un colpo di testa su assist di Gomez.

Nei minuti che portano verso la fine della partita, l’Empoli sta cercando di alzare il pressing. Al minuto 65 di nuovo Zapata che su assist di Ilicic, tira di poco a lato della porta. Pochi minuti dopo è Freuler che cerca la conclusione ma Veseli difende bene; poi ancora Atalanta con Ilicic che tira ma la palla termina sul fondo. I padroni di casa sono scatenati e soprattutto bramosi di punti, cercano quindi il gol e al 76esimo ci riprova Zapata. Minuto 80, è il Papu che prova a concludere ma spedisce il pallone troppo in alto. All’83esimo occasione per l’Empoli con Di Lorenzo che manca di poco la porta; all’89esimo altra chance per l’Atlanta: Ilicic prova a concludere ma Dragowski è invalicabile.

Atalanta-Empoli è stata una partita molto combattuta.

Il minuto successivo è Mancini a tentare ma ancora il portiere dell’Empoli chiude i battenti. La gara termina dopo cinque minuti di recupero e un altro tentativo da parte di Ilicic che però trova ancora una volta Dragowski. Il risultato finale è di 0-0. Partita da cardiopalma perché nonostante sia finita a reti inviolate sono stati battuti due record. Il primo superato dall’Atalanta che ha tirato in porta ben 47 volte! Il secondo dal portiere Dragowski che superlativo ha effettuato 17 parate!

IL TABELLINO

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini 6,5; Mancini 6,5, Palomino 6, Masiello 6; Hateboer 7, De Roon 6,5, Freuler 6,5, Gosens 6 (15′ st Castagne 5,5); Gomez 6,5 (43′ st Piccoli 5,5); Ilicic 7, Zapata 6,5 (36′ st Barrow 5,5). A disp.:  Rossi, Berisha, Reca, Djimsiti, Ibanez, Pessina, Kulusevski, Castagne, Pasalic, Piccoli, Barrow. All.: G. Gasperini.

EMPOLI (3-5-2): Dragowski 8; Veseli 6,5, Nikolaou 5,5 (34′ st Rasmussen 5), Dell’Orco 5,5; Di Lorenzo 6, Traoré 5,5, Bennacer 6, Krunic 6, Antonelli 6 (14′ pt Pasqual 5,5); Farias 6 (41′ pt Oberlin 5), Caputo 5,5. A disp.: Perucchini, Provedel, Pasqual, Rasmussen, Acquah, Capezzi, Brighi, Oberlin, Mchedlidze. All.: A. Andreazzoli.

AMMONITI: Palomino, Bennacer, Dell’Orco, Veseli.

ARBITRO: G. Manganiello (Pinerolo).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.