Il campionato di Serie A, poco più di tre mesi dopo la tragedia del ponte Morandi che crollando tolse la vita a 43 innocenti, vede Genova protagonista nel “derby della Lanterna”. Una partita importante quindi, non solo dal punto di vista calcistico ma anche da quello umano.

La sfida interna tra Genoa e Sampdoria è una delle più attese del campionato e la partita disputata al Luigi Ferraris ha visto in campo due delle protagoniste italiane. Questa tredicesima giornata però si conclude con un pareggio per le formazioni genovesi che in classifica si “rincorrono”. La Sampdoria è dodicesima con 16 punti e il Genoa a quota 15 occupa il tredicesimo posto.  Entrambe le squadre avrebbero voluto la vittoria per riscattarsi dalle sconfitte precedenti. Il Genoa infatti ha perso per 1-2 contro il Napoli, mentre la Samp è stata battuta per 4-1 dalla Roma.

Quagliarella esulta dopo il gol dell’1-0.

LE SQUADRE:

GENOA (3-5-2): Juric sceglie di schierare i suoi con 3-5-2, modulo usato anche nelle sfide col Napoli e l’Inter. In porta Radu, Biraschi, Romero e Criscito in difesa. Centrocampo a cinque con Romulo, Hiljemark, Veloso, Bessa e Lazovic. In attacco Piatek e Kouamé.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Mister Giampaolo sceglie il 4-3-1-2, modulo con cui giocò anche le partite contro la Roma e il Torino. Audero in porta, Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru in difesa. A centrocampo Jankto, Ekdal, Praet, in cabina di regia Ramirez, dietro alle punte Quagliarella e Defrel. 

PRIMO TEMPO:

Entrambe le squadre si dimostrano offensive in avvio di gara. Al quarto minuto infatti, Praet crossa la palla in area per il compagno Defrel che però viene anticipato dalla difesa avversaria che mette il pallone in angolo. All’8′ minuto scambio di passaggi tra Ramirez e Bereszynski che crossa poi in area dove trova Quagliarella che con un colpo di testa firma il gol dell’1 a 0. Il Genoa cerca di reagire ma il centrocampo e la difesa avversaria si dimostrano molto compatti. Al 17′ Doveri fischia il rigore a favore del Genoa, dopo che Audero commette fallo sull’attaccante Piatek. Il portiere della Samp è il primo ammonito del match. Piatek calcia il rigore e timbra il gol del pareggio. Al 20′ Quagliarella prova il tiro con il destro ma non trova la conclusione perché la palla finisce alta sopra la traversa. La Samp non riesce ad oltrepassare il muro difensivo dei rossoblù. 

Minuto 33, punizione per il Genoa dopo che Andersen atterra Piatek, è Veloso a calciare ma non conclude perché la palla supera di poco la traversa. Al 40′ nuova occasione per il Genoa che con Romulo che tira col destro sfiora il gol del vantaggio. La Samp si salva grazie ad una super parata di Audero. Due minuti più tardi, i rossoblù ci provano ancora, questa volta è Piatek che prova a battere Audero, ma ancora il portiere non lascia passare nulla. Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-1.

SECONDO TEMPO: 

Avvio di ripresa con la Sampdoria che vuole portarsi in vantaggio. Praet guadagna un calcio d’angolo ma niente di pericoloso per il Genoa. Al 51′ prima sostituzione del match: fuori Defrel, dentro Caprari. Al 53′ Criscito prova a crossare il pallone, ma Piatek non ci arriva. I rossoblù continuano ad attaccare ma gli avversari non cedono. Kouamé è il giocatore che si dimostra più “pericoloso” nelle ripartenze. Infatti al 62esimo cerca la conclusione con un colpo di testa, ma di nuovo Audero non si fa trovare impreparato e salva la porta. Al 65′ Quagliarella prova il tiro di sinistro, ma non trova la rete. Due minuti dopo è Ramirez che sbaglia il passaggio per Quagliarella e quindi altra occasione sfumata. Minuto 71, il centrocampista del Genoa, Lazovic viene sostituito dal compagno Pereira. 

Al 75′ altro cambio in casa Samp: esce Ramirez in favore di Saponara. Il minuto successivo l’allenatore del Genoa, Juric viene espulso per proteste. Il nervosismo e la stanchezza da parte di entrambe le squadre cominciano a farsi sentire. All’82esimo il centrocampista Bessa è sostituito dal compagno Sandro. Minuto 84, Audero fa tremare il Ferraris con un’uscita che anticipa l’attaccante Kouamé. L’arbitro assegna tre minuti di recupero.  La partita termina con il risultato di 1-1.

L’attaccante del Genoa, Piatek. 

IL TABELLINO:

GENOA (3-5-2): Radu 6 ; Biraschi 6,5 , Romero 5,5 , Criscito 6,5 ; Romulo 6,5 , Hiljemark 6 , Veloso 5,5 , Bessa 6 (38′ st Sandro 5,5), Lazovic 6  (25′ st Pereira 6); Kouamé 7 , Piatek 6,5 . A disp.: Marchetti, Gunter, Lisandro Lopez, Pereira, Spolli, Mazzitelli, Omeonga, Rolon, Sandro, Lapadula, Medeiros, Pandev. All.: Juric.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero 8; Bereszynski 6, Tonelli 6, Andersen 5,5, Murru 5,5; Praet 6, Ekdal 6, Jankto 5,5; Ramirez 6,5 (28′ st Saponara 6); Defrel 5,5 (7′ st Caprari 5), Quagliarella 7. A disp.: Rafael, Belec, Sala, Colley, Ferrari, Leverbe, Rolando, Tavares, Vieira, Saponara, Caprari, Kownacki. All.: Giampaolo.

MARCATORI: Quagliarella (8′ pt), Piatek (18′ pt-R).

AMMONITI: Criscito, Audero.

ESPULSI: Juric.

ARBITRO: Daniele Doveri (Volterra).

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20