Serie A, Juventus-Parma 3-3: Gervinho beffa i bianconeri nel finale

Seconda battuta d’arresto per la Juventus dopo l’eliminazione subita in Coppa Italia mercoledì per mano dell’Atalanta. I bianconeri si fanno raggiungere a tempo scaduto dal Parma dopo essere stati in vantaggio di due reti a venti minuti dalla fine, e riducono il vantaggio a +9 sul Napoli.

Dopo un buon avvio del Parma, la Juve cresce con il passare dei minuti e passa con Ronaldo. Nella ripresa succede di tutto. Rugani trova il raddoppio, ma subito Barilla’riapre il match. Due minuti dopo, ancora Ronaldo ristabilisce le distanze, e quando tutto sembrava chiuso, si scatena Gervinho che prima riporta in partita i suoi, poi trova il pareggio a tempo scaduto complice una dormita della difesa bianconera.

La Partita:

Classico 4-3-3 per Allegri che schiera Perin in porta, in difesa, fuori Bonucci e Chiellini, i centrali sono Rugani e Caceres, con Cancelo e Spinazzola sulle fasce. A centrocampo, Pjanic, Khedira e Matuidi. In attacco, tridente composto da Douglas Costa, Mandzukic e Ronaldo.

Stesso modulo per il Parma di D’Aversa: Sepe in porta, Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni e Gagliolo in difesa. A centrocampo, Barilla’, Scozzarella e Kucka. In attacco, Gervinho, Inglese e Bibiany.

Primo tempo:

Avvio spigliato del Parma che ci prova subito con una conclusione di Kucka bloccata a terra da Perin. Al 6′, ripartenza di Gervinho che entra in area, ma al momento di calciare, trova la deviazione provvidenziale di Rugani. Al 9′, scambio Caceres -Ronaldo che appoggia per Khedira, il quale sciupa tutto con un tiraccio. Al 16′, su una palla persa dal Parma, Ronaldo prova a sorprendere Sepe ma senza successo. Al 25′, ammonito Barilla’ per un intervento a gamba tesa su Matuidi. Un minuto dopo, tocca a Scozzarella finire sul taccuino dell’arbitro per fallo di mano. Cresce la Juve che certifica il suo dominio prima con il palo colpito da Khedira, poi con la rete del vantaggio siglata da Ronaldo al 36′, complice anche la deviazione di Iacoponi. Il portoghese ci riprova poco dopo, ma stavolta Sepe è sulla traiettoria. Il primo tempo si chiude con un rigore prima concesso dall’arbitro per una sospetto fallo su Caceres, poi annullato dopo aver consultato il VAR.

Secondo tempo:

La ripresa si apre con un cambio tra i bianconeti: fuori Douglas Costa, dentro Bernardeschi. Al 49′, altro palo colpito sempre da Khedira su cross di Matuidi. Al 55′, cambio anche nel Parma: fuori Bibiany, dentro Siligardi. Al 64, la Juve raddoppia con Rugani che insacca da pochi passi. Passa un minuto e il Parma accorcia le distanze con Barilla’, lasciato libero di colpire di testa in area di rigore. Ronaldo però quest’ oggi è micidiale e, difatti, 120″ dopo, infila Sepe con una potente incornata. Sembra tutto finito e invece succede l’impensabile. Al 74′, Gervinho riporta sotto i suoi con un colpo di tacco deviato in rete da Rugani. D’Aversa ci crede e manda in campo anche un’altra punta, Sprocati, al posto di Kucka. Nella Juve si fa male Bernardeschi che viene sostituito da Emre Can. All’84’, Inglese si gira tra due avversari e sfiora la traversa. È il prologo al pareggio di Gervinho che, a tempo scaduto, gela lo Stadium con un piatto destro che finisce sotto la traversa.

Il Tabellino:

JUVENTUS (4-3-3): Perin, Cancelo, Rugani, Caceres, Spinazzola, Pjanic, Khedira (79’Bernardeschi) (87′ st Emre Can), Matuidi, Mandzukic, Douglas Costa (46′ st Bernardeschi), Ronaldo. A disposizione : Szczcny, De Sciglio, Spinazzola, Emre Can, Khedira, Dybala, Bernardeschi, Kean. All. Massimiliano Allegri

PARMA (4-3-3): Sepe, Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo, Barilla’, Scozzarella (76’st Stulac), Kucka (86’st Sprocati ), Gervinho, Inglese, Bibiany (57′ st Siligardi). A disposizione: Frattali, Bagheria, Gobbi, Di Marco, Gazzola, Machin, Stulac, Dezi, Sprocati, Siligardi, Ceravolo. All.Roberto D’Aversa

Arbitro : Piero Giacomelli

Marcatori: 36′ ptosi, 66’st Ronaldo (J), 64’st, Rugani (J), 65’st, Barilla’(P), 74 ‘st, 93’ st, Gervinho (P)

Angoli: 10-4

Recuperi: 1’pt, 4’st

Ammoniti: Barilla ‘, Scozzarella, Emre Can

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.