Una delle partite disputatesi in questa ventinovesima giornata di Serie A è stata Sampdoria-Milan. La squadra di Gattuso ospite al Ferraris sapeva benissimo che questa sfida non sarebbe stata semplice ed oltre a ciò i padroni di casa hanno saputo farsi valere. La gara si è chiusa sull’1-0, e i rossoneri fanno ritorno molto amareggiati.

Dopo la pausa per le nazionali la Sampdoria torna in campo grintosa come è sempre stata e di certo non fa mistero delle proprie capacità. Segna solo dopo un minuto dal fischio d’inizio, e anche se il merito (o la colpa) va all’errore di Donnarumma, i doriani portano a casa la vittoria. Ora sono ottavi in classifica con 45 punti, e sognano l’Europa. La settimana prossima giocheranno contro il Torino.

Il Milan ritorna a Milanello con il morale sotto i tacchetti. Sbagliare è umano e perseverare diabolico e gli uomini di Gattuso lo hanno dimostrato. Rossoneri sottotono, sgonfi rispetto ad altre gare dove hanno invece dimostrato di avere carattere e di sapere reagire. Per buona parte della gara hanno subito gli avversari e ciò li ha portati a non esultare nemmeno una volta. Nonostante la sconfitta il Milan si trova in quarta posizione a quota 51 punti. La prossima partita ospiterà l’Udinese a San Siro.

L’esultanza di Defrel dopo il gol.

LE SQUADRE

SAMPDORIA (4-3-1-2): Giampaolo schiera i suoi con un 4-3-1-2, con Audero in porta, Sala, Andersen, Colley, Murru in difesa. A centrocampo Praet, Vieira Nan e Lynetty. Ramirez dietro le punte Defrel e Quagliarella.

MILAN (4-3-3): Gattuso sceglie il 4-3-3, Donnarumma tra i pali, Rodriguez, Romagnoli, Musacchio e Calabria in difesa. Calhanoglu, Biglia, Bakayoko a centrocampo, mentre Castillejo, Piatek e Suso in attacco.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO: Comincia al Ferraris Sampdoria-Milan e nemmeno dopo un minuto di gioco arriva il gol di Defrel realizzato grazie ad un errore di Donnarumma. Il numero 99 del Milan rinvia la palla direttamente sui piedi dell’attaccante che ne approfitta e segna la rete dell’1-0. I rossoneri cercano di reagire e al nono minuto Piatek entra in area ma non riesce a concludere niente. Pochi minuti dopo Quagliarella su assist di Linetty prova il tiro ma Donnarumma non si fa sorprendere. Minuto 25, Audero si prodiga in una super parata che blocca il tiro di Suso.

Donnarumma dopo aver commesso l’errore che ha reso possibile il gol di Defrel.

Il clima che si respira in campo è di tensione, e i giocatori protestano più del dovuto. Al 29esimo Sampdoria vicina al raddoppio con Quagliarella che raccoglie un pallone da Linetty e prova il tiro che però finisce sul fondo. Prima metà di gioco che termina dopo un minuto di recupero e la sovranità della Samp.

SECONDO TEMPO: Riprende Sampdoria-Milan e Quagliarella sembra desiderare fortemente il gol, al 56esimo infatti prova il tiro a giro ma la palla è deviata da Romagnoli. Il Milan sembra reagire e per alcuni istanti fa tremare il Ferraris: Suso trova la deviazione sulla schiena di Colley che per poco non supera Audero. I rossoneri ci riprovano e al 61esimo Bakayoko riesce a scavalcare Audero e a segnare, ma l’arbitro si accorge di un contatto irregolare ai danni del portiere e spegne di colpo l’entusiasmo rossonero. Quagliarella è inarrestabile, vuole il gol e lo cerca tirando di potenza e l’unica cosa che salva il Milan dal raddoppio dei blucerchiati è la traversa.

La squadra di Gattuso incute poco timore agli avversari che carichi continuano a creare occasioni gol, come Defrel all’80’ che arriva davanti alla porta dove però c’è Donnarumma ad attenderlo. Siamo agli sgoccioli della partita e il direttore di gara corre a consultare la VAR per un contatto dubbio in area tra Murru e Piatek. Orsato decide di non assegnare il rigore e così i rossoneri non possono nemmeno approfittare della Zona Cesarini per rimontare i padroni di casa. I minuti di recupero assegnati sono 5. Al 42esimo Piatek ci prova di testa ma Audero neutralizza il tiro del Pistolero. La partita finisce 1-0 per la Sampdoria dopo i fischi finali di Orsato.

L’esultanza dell’attaccante della Samp.

IL TABELLINO

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero 7; Sala 6,5, Andersen 6,5, Colley 7, Murru 6; Praet 7, Vieira 6,5 (dal 33′ s.t. Jankto 6), Linetty 7; Ramirez 5,5 (dal 20′ s.t. Saponara 6); Defrel 7, Quagliarella 6,5 (dal 41′ s.t. Gabbiadini s.v.). A disp.: Rafael, Belec, Sau, Tavares, Bereszynski, Ferrari, Tonelli. All.: M. Giampaolo.

MILAN (4-3-3): Donnarumma 5; Calabria 6, Musacchio 5, Romagnoli 6,5, Rodriguez 5 (dal 1′ s.t. Conti 6); Bakayoko 6, Biglia 5 (dal 26′ s.t. Paquetà 5,5), Calhanoglu 5,5; Suso 5,5 (dal 19′ s.t. Cutrone 5,5), Piatek 5, Castillejo 5. A disp.: Reina, Donnarumma A., Borini, Bertolacci, Zapata, Abate, Caldara, Kessié, Laxalt. All.: R. Gattuso.

MARCATORI: Defrel (1′).

AMMONITI: Praet, Vieira Nan, Castillejo, Suso, Bakayoko, Musacchio.

ARBITRO: D. Orsato (Montecchio Maggiore).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.