Spal-Milan

Il campionato di Serie A è giunto al termine. Tra i delusi e i contenti, le scoperte e chi saluta il calcio italiano questo campionato ci ha regalato molte emozioni. Il quarto posto alla fine se l’è preso l’Inter e quindi il grande escluso dalla Champions è proprio il Milan. La vittoria al Mazza per 2-3 sui ferraresi non è bastata ai rossoneri per staccare un biglietto per l’Europa che conta. L’Inter ha infatti vinto a San Siro contro l’Empoli, terza squadra che ad agosto ripartirà dalla Serie B.

Spal-Milan
Una delle azioni di Spal-Milan.

La Spal ha giocato una partita molto buona, i giocatori hanno dimostrato di volere la vittoria e ad un certo punto del match avevano anche accorciato le distanze, ma ciò non è bastato.

Le squadre

La Spal scende in campo con un 3-5-2, dove tra i pali Viviano, in difesa Cionek, Vicari e Bonifazi. A centrocampo Lazzari, Valoti, Murgia, Kurtic e Fares mentre in attacco Petagna e Antenucci.

Il Milan invece si sistema in campo con un 4-3-3. Donnarumma in porta, Rodriguez, Romagnoli, Musacchio e Abate in difesa mentre a centrocampo Calhanoglu, Bakayoko e Kessie. Borini, Piatek e Suso in attacco.

La partita, Spal-Milan

PRIMO TEMPO: Si parte al Mazza con ritmi alti fin dal primo minuto, il Milan pressa subito i padroni di casa aggiudicandosi la prima occasione del match. Piatek su assist di Suso cerca il gol ma riesce a trovare solo Viviano. La Spal si vede pochissimo e ciò permette ai rossoneri di invadere la metà campo dei ferraresi. Al 18esimo minuto Calhanoglu si guadagna il titolo di primo marcatore di serata, il centrocampista turco servito da Kessie vola in area e supera Viviano. Passano davvero pochi minuti e i tifosi arrivati da Milano si alzano di nuovo per esultare. Questa volta è Kessie che va a segno, centra la porta grazie ad un assist di Rodriguez.

Spal-Milan
Il Milan esulta dopo il gol.

Al 28esimo minuto Vicari con un prodigioso colpo di testa accorcia le distanze, superando Reina nel frattempo subentrato all’infortunato Donnarumma. Nonostante la Spal abbia reagito, il controllo del gioco c’è l’ha ancora il Milan. Si arriva al 45esimo e i minuti di recupero concessi sono quattro.

SECONDO TEMPO: Si riparte al Mazza e questa volta sembrano i padroni di casa ad avere il controllo. La Spal infatti accorcia definitivamente le distanze grazie alla rete di Fares che un colpo di testa batte Reina. A questo punto il Milan è fuori dalla Champions perché nel frattempo, l’Inter sta vincendo a San Siro. Minuto 64, al Milan viene assegnato un penalty a causa di un fallo in area ai danni di Piatek. Penalty che sarà trasformato nel gol del 2-3 da Kessie. La partita continua fino all’88’, quando Floccari prende una traversa e fa sperare nel pareggio. I minuti di recupero sono quattro, Milan che vince fuori casa ma che comunque torna a Milano con l’amaro in bocca a causa della Champions scivolatagli via così.

Spal-Milan
Un’altra azione del gioco da Spal-Milan

Il tabellino di Spal-Milan

SPAL (3-5-2): Viviano; Cionek (32′ st Floccari), Vicari, Bonifazi; Lazzari, Valoti (27′ st Jankovic), Murgia (45’+1′ st Simic), Kurtic, Farias, Petagna, Antenucci. A disp.: Gomis, Fulignati, Polluzzi, Missiroli Valdifiori, Dickmann, Felipe, Costa, Spina. All.: L. Semplici.

MILAN (4-3-3): Donnarumma (22′ pt Reina); Abate (17′ st Cutrone), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Piatek, Borini​ (34′ st Conti) . A disp.: Reina, A. Donnarumma, Mauri, Castillejo, Conti, Zapata, Biglia, Cutrone, Laxalt. All.: G. Gattuso.

MARCATORI: Calhanoglu (18′), Kessie (23′-66′- R), Vicari (28′), Fares (53′).

AMMONITI: Cionek. Bonifazi, Bakayoko e Kessie.

ARBITRO: Valeri (Roma).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.