Serie A, Spal-Napoli, gli azzurri vincono al Mazza

Spal-Napoli è stata una delle sfide di questa trentaseiesima giornata di Serie A. Allo stadio Mazza è finita 1-2, hanno vinto gli ospiti, ma i padroni di casa hanno dato del filo da torcere agli avversari. Se la Spal avesse vinto avrebbe guadagnato tre punti importanti per salire di almeno una posizione dato che il Sassuolo ha perso. La squadra di Semplici comunque sia, si trova in undicesima posizione con 42 punti, lontana dalla zona retrocessione, ma anche da quella europea. Il Napoli dal canto proprio porta a casa la partita dopo che la Spal era riuscita a pareggiare. I tre punti non cambiano la situazione anche perché ormai la Juve ha già vinto il campionato. La formazione guidata da Ancelotti ha 76 punti ed è al secondo posto.

Le squadre

SPAL (3-5-2): Andreazzoli opta per un 3-5-2, con Viviano in porta, Cionek, Vicari e Bonifazi in difesa. A centrocampo Lazzari, Murgia, Missiroli, Valoti e Fares mentre in attacco Petagna e Floccari.

NAPOLI (4-2-3-1): Ancelotti sceglie di giocare con un 4-2-3-1, Meret tra i pali, in difesa Rui, Luperto, Koulibaly e Malcuit. A centrocampo Fabian Ruiz e Allan un po’ più arretrate di Younes, Zielinski e Callejon mentre Milik in attacco.

Spal-Napoli
L’esultanza del Napoli.

La partita: Spal-Napoli

PRIMO TEMPO: Inizia Spal-Napoli e gli ospiti cominciano subito ad attaccare, infatti al quinto minuto di gioco Milik cerca la porta di sinistro prima e poi di destro ma Viviano neutralizza il tiro. Il possesso palla e il pressing del Napoli è molto maggiore rispetto a quello dei padroni di casa che in questi primi minuti sono costretti a difendere la propria metà campo.

Al 19esimo occasione Spal con Cionek che sugli sviluppi di un calcio d’angolo si avvicina di molto alla porta ma non riesce a concludere. Al minuto 26 Lazzari crossa in area per Petagna che però tira troppo debolmente per impensierire Meret. La gara prosegue e al 38esimo Murgia riesce ad infilare la palla in area, è presente Bonifazi che di testa la colpisce ma la spedisce alta sopra la traversa. Ci si avvicina alla fine del primo tempo. I minuti di recupero concessi sono due, dopodiché l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo.

Spal-Napoli
Il Napoli festeggia il gol.

SECONDO TEMPO: Ricomincia Spal-Napoli e gli avversari partono subito forte, tant’è che al 49esimo Allan su assist di Younes, segna la sua prima rete in questo campionato, sistemando la palla all’incrocio dei pali. Al 55esimo ancora Napoli con Callejon che tira ma viene fermato da Viviani. La partita prosegue con gli azzurri che riescono senza troppe difficoltà ad invadere la metà campo della Spal. Al 75esimo però grave errore di Meret che serve Fabiani pressato, perde palla che capita sui piedi di Petagna; l’attaccante tira ma trova Meret pronto ad aspettarlo.

La Spal vuole pareggio e all’80esimo minuto Floccari grazie ad un cross di Petagna, colpisce di testa verso la porta di Meret che però para anche questo tiro. Solamente quattro minuti dopo Luperto commette fallo su Floccari in area di rigore, l’arbitro non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Dal dischetto si prepara Petagna che non sbaglia e diventa il secondo marcatore di serata, riuscendo a superare Meret e a segnare il gol dell’1-1. Il Mazza non fa quasi in tempo a gioire che all’88esimo Mario Rui dopo uno scambio con Callejon, tira e segna il gol dell’1-2. La partita è ormai finita e anche se vengono concessi due minuti di recupero, per la Spal non c’è più niente da fare.

Spal-Napoli
Gli azzurri vincono al Mazza per 1-2.

Il tabellino di Spal-Napoli

SPAL (3-5-2): Viviano 6,5; Bonifazi 6, Vicari 5,5, Cionek 6 (89′ Jankovic 6); Lazzari 5,5, Murgia 6, Missiroli 5,5 (30′ Schiattarella 5), Valoti 5 (73′ Antenucci 5,5), Fares 6; Petagna 6, Floccari 5,5. A disp.: Gomis, Poluzzi, Simic, Felipe, Dickmann, Costa, Regini, Valdifiori, Paloschi. All.: L. Semplici.

NAPOLI (4-4-2): Meret 7; Malcuit 6, Koulibaly 5,5, Luperto 5,5, Mario Rui 6; Callejon 6 (90′ + 1 Gaetano 5), Allan 5,5, Fabian 6, Zielinski 5,5 (84′ Ghoulam 5,5); Younes 6 (66′ Verdi 5), Milik 6. A disp.: D’Andrea, Karnezis, Albiol, Hysaj. All.: C. Ancelotti.

MARCATORI: Allan (49′), Petagna (83′-R), Mario Rui (88′).

AMMONITI: Cionek, Fares, Mario Rui.

ARBITRO: E. Abbattista (Molfetta).

Please follow and like us:

Sara Orlandini

Ciao! Sono Sara Orlandini e ho 23 anni, sono appassionata di sport amo scrivere, leggere e per questo ho deciso di unire queste passioni scrivendo articoli sportivi. Spero un giorno di diventare giornalista sportiva, nel frattempo mi guardo le partite (ma non solo!) e ve le racconto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.