Emozioni a non finire nel big match delle 15 tra Benevento e Cittadella, partita valida per la ventiquattresima giornata del campionato di serie B. I campani inseguono la coppia di testa formata da Brescia e Palermo e in striscia positiva dal 9 dicembre scorso mentre gli uomini di Venturato galleggiano in piena zona paly-off.

L’avvio del match ricalca immediatamente i valori stabiliti dalla classifica, col Benevento che prova ad imporre da subito il suo spessore tecnico e la voglia di rosicchiare punti importanti in chiave promozione. Tuttavia il Cittadella, per nulla intimorito, risponde prontamente colpo su colpo ed anzi prevale nelle statistiche del possesso palla, obbligando i padroni di casa a giocare di rimessa. Gli uomini di Bucchi non riescono a trovare contromisure adeguate al fitto palleggio ospite e devono solamente ringraziare la scarsa vena realizzativa di Panico e compagni se riescono ad arrivare indenni alla mezz’ora. Come nelle più classiche delle ingiustizie calcistiche poi, al minuto 40 il Benevento, nella prima vera palla goal creata, passa in vantaggio con Coda, abilissimo ad insaccare di testa il cross di Buonaiuto approfittando dell’uscita a vuoto di Paleari. Undicesimo goal stagionale per il centravanti italiano sempre più bomber e leader tecnico della compagine campana. Il vantaggio dei padroni di casa getta nello sconforto tutta la panchina del Cittadella, con Venturato che fatica a capacitarsi della rete subita dopo cotanto predominio territoriale. Si va al riposo col Benevento avanti e con Bucchi non pienamente soddisfatto dei suoi nonostante l’immeritato ma vitale goal dell’uno a zero.

L’inizio della ripresa ricalca esattamente l’andamento dei primi 45 minuti di gioco, con gli ospiti decisi nel fare la partita ma costantemente imprecisi al momento di battere a rete dalle parti di Montipò. Il Benevento, agevolato dal risultato maturato nella prima frazione, non riparte neanche più in contropiede ma si limita ad amministrare e contenere i tentativi di assalto avversari, L’atteggiamento però non piace minimamente a Bucchi, ben conscio che portare il risultato in bilico fino alla fine potrebbe comportare un rischio eccessivo per la conquista di una vittoria fondamentale nella rincorsa alla Serie A. E proprio come un buon profeta di sventura, gli avvertimenti reiterati ai suoi si tramutano nel pericolo più grande prodotto dal Cittadella: al minuto 95 su azione d’angolo Daiw stacca più in alto di tutti e indirizza perfettamente la sfera di testa all’incrocio dei pali; sembra il goal del meritato pareggio ma Montipò si esalta e con un balzo felino toglie palla e ragnatele dall’incrocio e salva risultato e coronarie di Bucchi. Al fischio finale di Di Paolo la faccia di Bucchi è quella di chi sa di aver probabilmente portato a casa ingiustamente l’intera posta in palio, quella di Venturato ha il sapore dell’occasione persa. Benevento lanciatissimo verso la promozione, Cittadella che invece esce momentaneamente dalle posizioni play-off. La corsa alla Serie A è più accesa che mai.

TABELLINO

BENEVENTO – CITTADELLA 1-0

BENEVENTO (4-4-2): Montipò; Letizia (17′ st Maggio), Volta (1′ st Tuia), Antei, Caldirola; Bonaiuto, Bandinelli, Crisetig, Improta; Coda, Ricci (30′ st Asencio)

Allenatore: Cristian Bucchi

CITTADELLA (4-3-1-3): Paleari; Ghiringhelli, Frare, Drudi, Benedetti; Settembrini (34′ st Diaw), Pasa (16′ st Maniero), Branca; Schenetti; Moncini, Panico (20′ st Siega)

Allenatore: Roberto Venturato

Marcatori: 40′ Coda

Arbitro: Di Paolo

Ammoniti: Antei, Branca, Drudi, Improta, Settembrini, Maniero, Asencio, Crisetig

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.