Serie B: Cosenza-Spezia, i lupi spaventano le aquile

Si è giocata nel giorno di Pasquetta la trentaquattresima giornata del campionato di Serie B. Tra le altre squadre anche Cosenza e Spezia si sono sfidate e sono stati i padroni di casa ad uscire vincitori dalla gara. Il Cosenza ha vinto per 1-0 sugli avversari grazie al gol di Dermaku.

La squadra di Braglia festeggia la vittoria archiviando questi tre punti che le spettano di dovere, ma proiettandosi già verso la prossima gara. Il Cosenza infatti sfiderà il Benevento, avversario temibile che occupa la terza posizione in classifica. I calabresi ce la metteranno tutta per ottenere un risultato positivo, perché vogliono accedere alla zona play-off. Ora occupano la dodicesima postazione, a quota 42 punti. 

Lo Spezia torna a casa con rammarico e senza bottino. La squadra di Marino non è riuscita a portare il risultato a proprio favore e questi punti non presi pesano sulla classifica. Nonostante infatti i liguri siano settimi in classifica, devono fare attenzione perché staccano il Cittadella solamente di un punto. Ultimamente è un periodo un po’ altalenante per lo Spezia che però tra vittorie e sconfitte riesce comunque a piazzarsi a metà classifica. La gara in programma per la settimana prossima lo vedrà sfidare il Perugia di Nesta.

Piero Braglia, allenatore del Cosenza.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO: Comincia Cosenza-Spezia allo stadio San Vito. I padroni di casa si sistemano in campo con un 3-4-3, mentre gli ospiti scelgono un 4-3-3. In questo inizio di gara entrambe le squadre cercano di studiarsi l’una con l’altra, ma è lo Spezia che esercita maggiore pressing, infatti all’ottavo minuto Da Cruz sfiora il palo. Al 13esimo Mora dello Spezia viene espulso per aver toccato la palla sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Cartellino rosso molto discutibile, la tifoseria ospite protesta. Si prepara sul dischetto Tutino che tira ma viene neutralizzato da Lamanna che salva la porta del Cosenza.

Lo Spezia nonostante la minoranza numerica continua a pressare, ma i padroni di casa difendono bene e al 21esimo Palmiero trova uno spazio per il tiro che però vola alto sopra la traversa. Al 28esimo Spezia che si avvicina al vantaggio con il calcio di punizione battuto da Bartolomei. Due minuti più tardi Capela con un colpo di testa colpisce l’esterno della rete e illude il pubblico cosentino che aspetta trepidante il gol. Il Cosenza comincia a farsi sentire ed aumenta il proprio ritmo di gioco: D’Orazio al 38′, cerca la conclusione ma palla che termina sul fondo. Dopo 45’+1′ il risultato è ancora fermo sullo 0-0.

Una delle azioni di gioco di Cosenza-Spezia.

SECONDO TEMPO: Riprende Cosenza-Spezia e sembra che i padroni di casa vogliano chiudere la partita a proprio favore. Passano infatti solamente 10 minuti dal fischio d’inizio, che i cosentini passano in vantaggio. È Dermaku il primo ed unico marcatore di serata che segna sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 62esimo Bruccini cerca la porta di testa, ma il suo tentativo finisce alto sopra la traversa. Pochi minuti dopo, bella giocata dello Spezia con Galabinov che apre per Da Cruz: si crea uno spazio gol che però termina nel nulla. Lo Spezia vuole la vittoria o almeno il pareggio e cerca di sfondare la difesa del Cosenza, ci riesce ma non è capace di risolvere l’azione con un gol.

La partita prosegue fino al 90esimo, tra i vari cambi effettuati da parte di ambo le squadre. Proprio durante l’ultimo minuto di gioco, il Cosenza crea la chance finale del match, con Litteri che appoggia per Garritano. L’arbitro assegna 5 minuti di recupero e al 95esimo fischia tre volte decretando vincitore il Cosenza.

IL TABELLINO

COSENZA (3-4-3): Perina; Capela, Dermaku, Legittimo; Bittante (42’ st Garritano), Bruccini, Palmiero (35’ st Sciaudone), D’Orazio; Embalo (35’ st Litteri), Tutino, Baez. A disp.: Saracco, Quintiero, Hristov, Idda, Mungo, Schetino, Trovato, Embalo. All.: P. Braglia.

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali (35’ st De Col), Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei (20’ st Maggiore), Ricci, Mora; Da Cruz (27’ st Gyasi), Galabinov, Okereke. A disp.: Manfredini, Barone, Brero, Ligi, Crimi, Pierini, De Francesco, Abdullahi, D’Eramo. All.: P. Marino.

MARCATORI: Dermaku (55′).

AMMONITI: Dermaku, D’Orazio, Baez, Ricci, Terzi.

ESPULSI: Mora.

ARBITRO: F. Piscopo (Imperia).

Please follow and like us:

Sara Orlandini

Ciao! Sono Sara Orlandini e ho 23 anni, sono appassionata di sport amo scrivere, leggere e per questo ho deciso di unire queste passioni scrivendo articoli sportivi. Spero un giorno di diventare giornalista sportiva, nel frattempo mi guardo le partite (ma non solo!) e ve le racconto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.