(di Marco Tulli) – Gara valida per la trentesima giornata di Serie B, zona play off, si sono affrontate nel posticipo di domenica sera Lecce e Pescara di fronte 12936 spettatori. Match che finisce in favore dei Leccesi davanti questa cornice di pubblico meravigliosa. Lecce che con la vittoria al Via del Mare per 2a0 sui ragazzi di mister Pillon, sale a quota 51 punti in classifica piazzandosi momentaneamente al secondo posto solitario, un punto sopra al Palermo e due sotto al Brescia capolista che però hanno una gara in meno. Vittoria che fornisce nuove forze ed entusiasmo per il proseguimento della stagione del Lecce, al contrario per il Pescara che rimane al 5° posto in classifica con un punto di vantaggio ed una gara in più rispetto a Benevento e Perugia che seguono. Pescara che il 3 aprile avrà un’altra partita difficile in casa contro il Palermo che vorrà sicuramente mantenere il passo in attesa del recupero ancora da disputare.

primo tempo:

Pronti via, è la squadra di casa ad imporre ritmo e gioco passando quasi subito in vantaggio. Vantaggio che arriva al minuto 13′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Cross in area, spizza di testa Venuti ed il primo ad arrivare sul pallone è proprio il bomber di casa, La Mantia che spinge facilmente il pallone in rete per il suo 13° goal stagionale. Il Lecce si conferma quindi la squadra più pericolosa del campionato nella prima mezz’ora di gioco.

La Mantia e Mancosu festeggiano il vantaggio giallorosso

Raddoppio che non si fa attendere troppo. Minuto 35′, respinge male il pallone di testa Campagnaro verso il limite dell’aria, pallone sul quale si lancia Mancosu che calcia di prima intenzione e fa 2a0. Gara che si gioca prevalentemente verso l’area Pescarese. Possesso palla tutto giallorosso nel primo tempo, con il Pescara che non riesce ad inpensiere mai realmente la retroguardia di casa. Duplice fischio al minuto 46′, davvero tanto Lecce nella prima frazione di gioco e poco Pescara in questo primo tempo che si chiude nettamente in favore dei salentini sia sul piano del gioco, sia sul piano del risultato.

secondo tempo:

Il Pescara sembra più vivo ad inizio ripresa ma, non crea reali pericoli alla retroguardia leccese ma è ancora il Lecce a rendersi pericoloso al minuto 54′ con Petriccione che su retropassaggio di Mancosu, lascia partire un gran destro dai 25 metri dove però Fiorillo si fa trovare pronto.

Minuto 64′ punizione interessante per il Pescara sul lato corto dell’area di rigore alla sinistra di Vigorito, sul pallone Memushaj che calcia violentemente verso la porta ma il pallone viene ribattuto senza troppe difficoltà. Ancora pericoloso il Lecce con Falco al 69′ che si accentra dalla destra e lascia partire un gran sinistro che però finisce a lato della porta difesa da Fiorillo. Il Pescara già sotto di due goal, al minuto 79′ va sotto anche di un uomo quando Marras si vede sventolare in faccia il cartellino rosso dal direttore di gara a causa di un intervento davvero scomposto ai danni di Petriccione che gli aveva tolto in secondo prima in maniera pulita il pallone. Di lì in poi sarà gestione del match da parte degli uomini di mister Liverani che giocano sul velluto forti del doppio vantaggio e della superiorità numerica. 4′ sono i minuti di recupero che però non serviranno a nulla se non ad allungare la sofferenza dei tifosi pescaresi.

TABELLINO:

Lecce (4-3-1-2) Vigorito, Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni, Petriccione, Tachtsidis (87′ Majer), Tabanelli, Mancosu, La Mantia, Falco (87′ Palombi).

Pescara (4-3-1-2) Fiorillo, Ciofani, Campagnaro, Scognamiglio, Pinto, Memushaj, Bruno (46′ Bellin), Crecco (87′ Del Sole), Brugman, Marras, Mancuso (83′ Sottil).

MARCATORI: La Mantia 13′ (LEC), Mancosu 35′ (LEC),

AMMONITI: Meccariello 16′ (LEC), Pinto 33′ (PES), Brugman 58′ (PES)

ESPULSI: Marras 79′ (PES)

RECUPERO: 1’pt, 4’st

ARBITRO: Riccardo Ros di PordenoneM

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.