Serie B: Galano regala la vittoria al Pescara

Il Cosenza, dopo aver sciupato malamente le prime due partite di Serie B, ricade di nuovo contro un agguerrito Pescara.

La squadra di Zauri riesce a conquistare tre preziosissimi punti con un 2 a 1 di misura, confermando ciò che di buono aveva fatto vedere nella scorsa giornata contro il Pordenone. Le reti portano la firma di Tumminello e Galano per gli ospiti, mentre Sciaudone ha timbrato il cartellino nel momentaneo pareggio dei cosentini.

Primo tempo

Il match del Marulla si apre con una bordata di fischi contro il centrocampista del Pescara Palmiero, uno dei tanti ex della sfida. Zauri si affida alla velocità di Di Grazia e all’esperienza di Galano; mentre il vice di Braglia, Occhiuzzi, ha in Lazaar una freccia importante da scagliare contro gli ospiti. Proprio Lazaar crea uno dei primi brividi della partita: un suo cross di trasforma in un campanile pericoloso che non trova però nessun cosentino.

Risultati immagini per cosenza kanoute
Kanoutè, uno dei migliori in campo di Cosenza – Pescara

La partita è abbastanza disordinata, entrambe le contendenti desiderano conquistare i tre punti; Kanoutè è il leader assoluto del team di Braglia: all’ 11’ minuto parte dalla metà campo, supera Campagnaro e tenta una conclusione velenosa: Fiorillo riesce a metterci il guantone.

L’occasione di Kanoutè è uno dei pochi squilli di una partita molto poco fluida. Al 15’ Tumminello, dopo aver composto un uno-due delizioso con Di Grazia, non dà la giusta forza alla sua pennellata. Ma questo è solo il preludio dell’azione che cambierà la sfida: ancora Di Grazia al 29’ entra nell’area di rigore calabrese, ma qui viene ostacolato da uno scoordinato Sciaudone; Illuzzi senza pensarci due volte dà il calcio di rigore: Tumminello è freddo, goal per il Pescara nel miglior momento del Cosenza.

Dopo una palla goal sciupata da Galano e l’infortunio di Tumminello, il Cosenza cerca disperatamente di pungere l’asse difensivo pescarese; ma niente da fare: la prima frazione di gioco si chiude con gli ospiti in vantaggio.

Secondo tempo

Per tentare il pareggio Occhiuzzi getta nella mischia Konè, che sostituisce Carretta, e Legittimo, al posto di un Lazaar che ancora deve trovare la migliore forma fisica. Il Cosenza domina l’inizio del secondo tempo, sempre grazie all’intraprendente Kanoutè che si rivela l’uomo in più dei calabresi. Il Pescara nel frattempo si difende abbastanza bene , con Drudi, entrato al posto do Hugo Campagnaro, che svolge la sua mansione ottimamente.

Risultati immagini per cosenza pescara galano
Carretta del Cosenza mentre prova una conclusione

Al 54’ il solito Kanoutè, dopo essersi liberato di alcuni calciatori pescaresi, scaglia una gran bella conclusione che però non preoccupa minimamente Fiorillo. I desideri del Marulla vengono realizzati solo al 70’ quando Sciaudone, uno dei protagonisti in negativo del secondo tempo per aver procurato il rigore, riesce ad inventarsi una grandissima rete; in questo frangente Fiorillo non può fare tanto: il Cosenza riesce a ristabilire l’equilibrio.

Per tentare la vittoria, Occhiuzzi getta nella mischia anche l’ex Newcastle e St’Etienne Riviere, ma il francese di origine martinicana, nonostante un discreto inizio, non incide positivamente in questo match.

La partita, dopo varie incursioni offensive di matrice cosentina, vede di nuovo il Pescara andare avanti, quando all’88’ Galano, innescato da Pierini, si libera di mezza difesa cosentina e batte il portiere Perina. L’arbitro Illuzzi di Molfetta concede ben 6 minuti di recupero, ma questi non bastano per i cosentini per racciuffare il pareggio.

TABELLINO

COSENZA (4-3-3): Perina, Corsi, Capela, Monaco, Lazaar (Legittimo, 45 st); Sciaudone, Kanoutè, Bruccini; Baez (Riviere, 76′), Pierini, Carretta (Konè, 45′ st). All: Occhiuzzi (Braglia squalificato)

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Vitturini, Campagnaro (Drudi, 44’), Scognamiglio, Masciangelo; Memushaj, Palmiero (Kastanos, 74′), Machin; Di Grazia, Galano, Tumminello (Maniero, 39’). All. Zauri

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta

AMMONITI: Masciangelo (P), Palmiero (P), Konè (C)

RETI: Tumminello (29’), Sciaudone (70′), Galano (88′)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.