Sarà lo Shakhtar Donetsk a disputare la semifinale di Europa League con l’Inter di Antonio Conte. Gli ucraini hanno dominato il Basilea sin dall’inizio, con un poker di reti di stampo brasiliano. Al 2′ Junior Moraes apre i conti con un colpo di testa che entra in rete grazie alla scandalosa uscita di Nikolic. La seconda marcatura porta la firma di Taison, uno dei migliori in campo; la terza vincente conclusione è un rigore di alan Patrick; mentre il colpo di grazia è figlio di una grande giocata di Dodò. Nel finale arriva la rete consolazione del Basilea con van Wolfswinkel.

Primo tempo

Nemmeno il tempo per iniziare l’incontro che lo Shakhtar passa in vantaggio con Junior Moraes. L’assist è stato servito da un calcio d’angolo di Marlos, la rete è complice dell’erroraccio di Nikolic. Il Basilea risponde al 12′ con una grande progressione di Pululu che si porta a spasso la fascia sinistra degli ucraini. L’attaccante degli svizzeri ci prova ma la sfera finisce lontano dal palo.

Al 17′ Alderete ci prova di destra senza spaventare Pyatov, il calcio d’angolo era stato guadagnato da Widmer. Ma è lo Shakhtar a dominare il gioco creando le occasioni più grotte (al 19′ Moraes è vicino alla doppietta, ma il suo tiro è leggermente troppo alto) fino a trovare il raddoppio con Taison. L’azione è stata sviluppata da una sgaloppata di Junior, successivamente il suo cross viene contrastato dalla difesa svizzera ma viene recuperato velocemente da Marlos che lo appoggia a Taison.

Al 29′ Moraes ancora una volte getta nel panico la retrogiuardia svizzera: il fantasista brasiliano entra in area di rigore e di punta scarica un discreto tiro, questa volta Nikolic è bravo a deviare. Il dominio degli ucraini prosegue anche nei minuti finali del primo tempo, questa volta è Marlos, assistman del primo goal, ad impanicare Nickolic con un potentissimo sinistro.

Taison dello Shakhtar Donetsk
Taison (Shakhtar Donetsk) abbracciato dai compagni

Secondo tempo

Il Basilea inizia con un piglia diverso, Cabral 10 ‘ ci prova con un pallonetto. Cabral sembra essere più in palla partecipando più alle azioni dei suoi compagni. Lo Shakhtar è la solita arrembante squadra guidata dai propri assi brasiliani. La prima occasione della ripresa porta la firma di Cabral, bravo a scartare Pyatov, ma il suo tiro è troppo debole. Lo Shakhtar chiude i conti al 75′ con un rigore guadagnato da un guizzo di Taison, il tiro dagli undici metri è stato trasformato da Alan Patrick. Nel finale ancora gli uomini di Luis Castro protagonisti con Dodò che porta a casa la quarta rete del match. Il Basilea non demorde e al 92′ segna l’ inutile rete de 4-1 con van Wolwsfinkel.

Tabellino

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Dodo, Kryvtsov, Bondar, Matviyenko; Marcos Antonio (Maycon, 85′), Stepanenko; Marlos (Solomon, 72′), Alan Patrick (Kovalenko, 78′), Taison (Dodo’, 86′); Junior Moraes. All: Luis Castro

Basilea (4-3-3): Nikolic; Widmer, Alderete, Van der Werff (Ramires, 73′), Petretta ; Xhaka (Marchand, 59′), Campo, F.Frei; Stocker (van Wolfswinkel, 73′), Cabral (Ademi, 73′), Pululu. All: Marcel Koller

Reti: Junior Moraes (2′), Taison (22′), Alan Patrick (75′), van Wolfswinkel (92′)

Ammoniti: Frei (B), Alan Patrick (S), Cabral (B), Bondar (S)

Arbitro: Michael Oliver

Stadio: Veltins Arena (Gelsenkirchen)

leggi anche: Shakhtar-Basilea, formazioni e dove vederla

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20