Shinji Kagawa, il baby fenomeno giapponese

Shinji Kagawa nasce a Kōbe il 17 marzo del 1989. Il ragazzo scopre il calcio alle scuole elementari e da lì nasce il suo grande amore per questo sport. Il piccolo Shinji chiede di poter giocare a calcio e la famiglia lo iscrive al Marino FC. Il classe 1989, che all’epoca aveva solo cinque anni stupisce gli allenatori che intravedono del potenziale in lui. Non ci vuole molto tempo che la squadra migliore della città, il Kobe NK FC mette gli occhi sul baby fenomeno e lo assolda fra le proprie fila. Shinji Kagawa inizia a poter far vedere il suo talento ad una platea ancora maggiore e mette gli occhi su di lui il FC Miyagi Barcelona la miglior accademia di calcio giovanile in Giappone, che lo porta alla propria corte.

La consacrazione nel calcio giapponese

Nel 2006 il Cerezo Osaka, all’epoca militante in J. League Division 2, lo mise sotto contratto all’età di 17 anni. Questo fece di Shinji Kagawa primo giocatore in Giappone a firmare un contratto da professionista prima della fine del liceo, escludendo i giocatori promossi dalle giovanili dei club appartenenti alla J. League. Il ragazzo di Kobe, scalpita per poter giocare fra i grandi e riesce a conquistare la casacca l’anno successivo nonostante il contributo di Shinji Kagawa, con numerosi gol e assist non riescono a centrare l’obiettivo promozione. Nel 2008 il Cerezo Osaka, lo sfiora nuovamente ma per andare nella massima categoria giapponese i tifosi della squadra di Osaka dovranno aspettare l’anno successivo. Nella stagione 2008/2009 trascinati da Kagawa che mette a segno 27 reti (miglior marcatore della sua competizione) centrano l’obiettivo promozione.

Cerezo Osaka, Shinji Kagawa
Cerezo Osaka, Shinji Kagawa

La chiamata dall’Europa

Il 12 maggio 2010 viene acquistato dal Borussia Dortmund per circa 350.000 euro, firmando un contratto di tre anni. Shinji Kagawa si dimostra subito all’altezza della sfida europea, infatti realizza svariate reti, (alcune anche in Champions League), nella prima stagione, fra le quali il gol del vantaggio nella finale di Coppa di Germania 2011-2012 nella finale, vinta 5-2 contro il Bayern Monaco (ecco il gol). Termina la stagione 2011-2012 con 17 gol realizzati di cui 13 in campionato. L’annata successiva complice un tracollo dl Borussia Dortmund che venderà Robert Lewandoski al Bayern Monaco, si concluderà fra ombre e luci. Shinji Kagawa viene inserito poi nel Team Of The Year 2011-2012, nel tridente d’attacco con Cristiano Ronaldo e Messi.

Borussia Dortmund, Shinji Kagawa
Borussia Dortmund, Shinji Kagawa

L’arrivo all’Old Trafford, lo stadio dei sogni

Il 5 giugno 2012 il Manchester United rende noto di aver trovato l’accordo sia con il Borussia Dortmund (per 16 milioni di €) sia con lo stesso giocatore. La tentazione ovviamente era troppo forte per il ragazzo di Kobe che quindi vola in Inghilterra al cospetto di Sir Alex Ferguson che ha fortemente voluto il classe 1989. Il Manchester United vince il campionato e la Community Shield. L’annata successiva si rivela disastrosa per il Manchester United che dopo l’addio di Sir Alex Ferguson, chiudono il campionato al settimo posto, non qualificandosi per la Champions League, evento che non accadeva dal 1996. Solo ora a distanza di anni, sembra tornato quello di un tempo.

Manchester United, Shinji Kagawa e  Sir Alex Ferguson
Manchester United, Shinji Kagawa e Sir Alex Ferguson

Il ritorno a Dortmund di Shinji Kagawa

Siccome i Red Devils non possono più garantirgli continuità, il 31 agosto 2014 (sotto esplicita richiesta di Jurgen Klopp che ne ha parlato con Ferguson) viene riacquistato dal Borussia Dortmund per 7 milioni di euro. Il giapponese firma un contratto quadriennale. I gialloneri, sperano di far trovare al numero 10 giapponese lo smalto della stagione passata. Il primo gol da quando fa ritorno al Borussia Dortmund lo trova alla prima giornata di campionato nella vittoria per 3-1 contro il Friburgo. Dopo un inizio di buon livello torna a giocare sui suoi standard ritrovando anche spesso la maglia da titolare. conclude la stagione con 38 presenze e 6 gol all’attivo in totale. Nella nuova stagione è uno dei titolari più frequenti per il nuovo tecnico Thomas Tuchel. Il 27 agosto segna la prima doppietta a livello europeo nelle qualificazioni ai giorni di Europa League nella partita vinta 7-2 in casa contro l’Odds BK. Il momento buono per Shinji non sembra finire lì e infatti in Bundesliga è protagonista di un finale da urlo riuscendo a segnare 5 gol in 9 presenze, ai quali vanno aggiunti 2 assist vincenti. Nella stagione 2016-2017, complice la dispendiosa campagna acquisti, perde il posto da titolare a favore dei nuovi giocatori. In quella stagione fra alti e bassi, riesce comunque a dare il suo contributo. Infatti il 22 novembre sigla una doppietta nella pazza partita di Champions League vinta 8-4 contro il Legia Varsavia

Borussia Dortmund, Shinji Kagawa e Jurgen Klopp
Borussia Dortmund, Shinji Kagawa e Jurgen Klopp

Dalla Turchia al progetto spagnolo

Il 31 gennaio 2019, dopo aver trovato poco spazio nelle gerarchie dell’allenatore Lucien Favre, Kagawa viene ceduto in prestito breve ai turchi del Beşiktaş. Debutta il 3 febbraio contro l’Antalyaspor subentrando all’81º minuto ad Adem Ljajic. Neanche un minuto dal suo ingresso in campo realizza la sua prima rete nel campionato turco, seguita dalla seconda rete arrivata appena 120 secondi più tardi. L’esperienza turca finisce in modo positivo, segnando quattro gol in 14 presenze e sfornando numerosi assist. Alla fine della stagione torna a Dortmund, dove però non sembra esserci più spazio per lui. Varie squadre europee, nonostante le ultime annate molto particolari, si fanno sentire. Nessuna di esse però affonda il colpo decisivo. Il Real Zaragozza squadra di Segunda Division spagnola, spinge sulla voglia del giocatore di provare un’esperienza in spagna. Gli spagnoli gli garantiscono un posto da titolare e lo mettono al centro di un progetto per risalire in Liga.

Real Saragoza, Shinji Kagawa
Real Saragoza, Shinji Kagawa
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20