nascar notizie flash silly season

La stagione NASCAR è terminata da più di due settimane, ma la Silly Season, ossia il mercato piloti, non si ferma. Anche se la maggior parte dei sedili sono già assegnati, mancano ancora dei tasselli, che si metteranno a posto proprio in queste settimane. In questo articolo, faremo un resoconto di come si comporrà la entry list della massima seria americana nel 2021, dando anche uno sguardo alle due serie minori.

Silly Season, chi correrà nella NASCAR Cup nel 2021?

Cominciando con la Cup Series, diciamo subito che le vetture “buone” sono già assegnate da diverso tempo. Lo avevamo anticipato nei vari notiziari che – speriamo – vi hanno fatto compagnia nel corso della stagione.


NASCAR curiosità di fine stagione


Il campione 2020, Chase Elliott, rimane alla Hendrick Motorsports. Il georgiano aveva già un contratto con scadenza 2022. La stessa scadenza è per il contratto di William Byron, il quale ha incassato il rinnovo questa estate. Jimmie Johnson si è ritirato full time, trasferendosi in IndyCar per correre sui circuiti stradali, ed il suo posto sull’iconica Chevrolet numero 48 appartiene ora ad Alex Bowman. Il posto di Alex sulla numero 88 (che il prossimo anno cambierà numero, passando al 5) lo prende Kyle Larson, che termina così il suo lungo purgatorio. Insomma, Rick Hendrick ha messo insieme una gran bella squadra!

In casa Joe Gibbs, l’unica novità rilevante è il licenziamento di Erik Jones. Il pilota del Michigan cede il volante a Christopher Bell, che ha corso quest’anno con il Levine Family Racing. Martin Truex Jr, Denny Hamlin e Kyle Busch sono invece confermati, con contratti a scadenza fine 2021.

Il team Gibbs inoltre seguirà il 23XI Racing, che veste i panni di formazione satellite. La nuova struttura che Denny Hamlin ha fondato insieme a Michael Jordan hanno assunto Bubba Wallace come unico pilota. Wallace proviene dal Richard Petty Motorsports.

Il Team Penske conferma i suoi tre alfieri. Brad Keselowski rinnova per un solo anno, Joey Logano e Ryan Blaney per più anni. Nel corso della prossima stagione si aggiungerà una quarta vettura part-time per Austin Cindric, che si preparerà all’esordio con Wood Brothers nel 2022. Nel frattempo, Matt DiBenedetto rimarrà per un altro anno, anche se Roger Penske rivela di avere un’opzione per “MattyD” per proseguire anche oltre.

Stabilità anche in casa Roush Fenway, con Ryan Newman e Chris Buescher di ritorno, e dal Richard Childress Racing, con Austin Dillon e Tyler Reddick confermati.

In casa Stewart-Haas, Clint Bowyer appende il casco al chiodo per indossare le cuffie del commentatore TV. Al suo posto arriva Chase Briscoe, di provenienza dalla XFinity Series. Nessun’altra novità per il team di Tony Stewart e Gene Haas: Kevin Harvick, Aric Almirola e Cole Custer restano dove sono.

Chip Ganassi Racing conferma Kurt Busch ed ingaggia Ross Chastain al posto di Matt Kenseth. Kurt correrà quella che potrebbe essere la sua ultima stagione a tempo pieno, mentre Matt ha annunciato che la sua carriera è di fatto finita. Ha aperto comunque le porte per programmi part time o per un passaggio nelle sportscar, nel campionato IMSA.

Il Richard Petty Motorsports lascia andare via Bubba Wallace ed ingaggia Erik Jones.

Il JTG Daugherty non ha ancora comunicato nulla, ma sembra ormai certo che Ryan Preece ritornerà sulla Chevrolet numero 37. Affiancherà Ricky Stenhouse jr, già confermato da diverso tempo.

I team più piccoli hanno sistemato le proprie vetture, ma non tutti. La StarCom Racing, ad esempio, ha un contratto biennale con Quinn Houff, che scade a fine 2021. Il nuovo team Trackhouse, fondato dall’ex pilota Justin Marks, ha assunto il messicano Daniel Suarez. A proposito di nuovi team, BJ McLeod e Matt Tifft si mettono in società fondando il Live Fast Motorsports. Il team schiererà una Ford con l’alleanza tecnica dello Stewart-Haas Racing. Il pilota è lo stesso McLeod.

Detto dei team che hanno già sistemato i contratti, ce ne sono altri che invece ancora non concludono nulla. Il Rick Ware Racing, ad esempio, ha almeno tre vetture non piazzate. Di solito le affidano a vari piloti a rotazione, ed è probabile che vadano avanti così. Sono liberi anche i posti alla Spire Motorsports, che vuole schierare almeno due Chevy, ed uno al Gaunt Brothers Racing, lasciati libero da Suarez. Tra i piloti liberi ci sono Corey LaJoie e Ty Dillon: è probabile che uno dei due, o entrambi, approderanno su uno dei sedili liberi.

Ci sono, infine, alcune formazioni che spariscono, o che ridimensionano la loro attività. Il Levine Family chiude i battenti, e ha già venduto le proprie attrezzature alla Spire Motorsports. Chiude anche il Germain Racing, complice la perdita dello sponsor Geico. Il Go Fas Racing, infine, rinuncia alla sua franchigia e correrà solo part time.

Concludiamo parlando del Front Row Motorsports, protagonista nei giorni scorsi dell’ultimo, clamoroso colpo di mercato. John Hnuter Nemechek ha difatto comunicato che lascerà la scuderia, quando sembrava scontata la sua riconferma. Dove finirà il figlio d’arte lo scopriremo nel paragrafo successivo.

Riassunto ironico della stagione appena conclusa.

Il mercato piloti delle serie minori

Terminata la panoramica della Cup Series, spostiamoci ora sulla Silly Season delle serie NASCAR XFinity e Truck. lo schieramento non è ancora completo, ma i posti più ambiti sono già assegnati.

Nella XFinity Series, il campione 2020 Austin Cindric tornerà con il Team Penske in quella che sarà la sua ultima stagione nel campionato propedeutico. Il suo destino è di passare alla Cup Series, part time nel 2021 e full time nel 2022.

La JR Motorsports conferma i suoi tre piloti punta: Justin Allgaier, Noah Gragson e Michael Annett. Dale Earnhardt Jr correrà una sola corsa, ma la vera notizia è l’ingaggio del giovanissimo Sam Mayer. Il giovane talento non potrà correre prima dei 18 anni, cosa che lo obbligherà a saltare le prime 12 gare. Al suo posto fino a quel momento ci sarà Josh Berry, già affiliato al team nel programma Late Model.

Il Joe Gibbs Racing saluta Riley Herbst dopo due anni di collaborazione. Al suo posto approda Daniel Hemric, che quest’anno ha corso solo alcune gare con la JR Motorsports. Brandon Jones e Harrison Burton resteranno nel team.

Per quanto riguarda Herbst, dovrebbe prendere il posto di Chase Briscoe presso lo Stewart-Haas Racing, ma non ci sono conferme ufficiali a riguardo.

Il Kaulig Racing conferma Justin Haley ed ingaggia Jeb Burton per l’intera stagione. La scuderia di Matt Kaulig vorrebbe schierare una terza vettura, con AJ Allmendinger candidato numero uno per quel volante. Kaulig correrà alcune gare nella Cup series l’anno prossimo, con l’obiettivo di un debutto full time nel 2022.

Brett Moffitt lascia la Truck Series per passare alla XFinity a tempo pieno. Correrà con la Our Motorsports, sulla vettura numero 02. Ryan Seig e Josh Williams sono le uniche certezze tra i team minori: non abbiamo altre conferme, per ora.

Nella NASCAR Truck Series, infine, il colpo della Silly Season riguarda il già citato John Hunter Nemechek. Il figlio d’arte rinuncia alla Cup Series per approdare al Kyle Busch Motorsports, con il quale punta dritto al titolo. Nemechek guiderà la Toyota numero 4, prendendo il posto del canadese Raphael Lessard. Ancora non confermato il compagno di squadra di John, che dovrebbe essere ancora Christian Eckes.

Il GMS Racing conferma in toto la sua lineup, con la sola eccezione di Brett Moffitt. Tyler Ankrum, Zane Smith, Chase Purdy ed il campione della categoria Sheldon Creed torneranno al volante degli Chevrolet Silverado.

Austin Hill è confermato dalla Hattori Enterprises, con la quale dovrebbe correre part time nella serie XFinity. Carso Hocevar è l’unico pilota confermato al Niece Motorsports, così come Hailie Deegan è la sola ad avere il posto sicuro presso il DGR Crosley. Seguiranno aggiornamenti sui prossimi sviluppi.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20