“Sono sempre io…FIONA!” L’icona italiana del salto in lungo, Fiona May, si racconta.

Nata a Slough, cresciuta a Derby, la nota campionessa di salto in lungo Fiona May ha frequentato l’università di Leeds e ha vissuto in Inghilterra fino al giorno in cui l’amore l’ha portata in Italia. Nel 1994 ha sposato l’atleta italiano Gianni Lapichino e si è trasferita a Firenze.

Il matrimonio ha permesso a Fiona di diventare italiana a tutti gli effetti e di vincere il suo primo oro per la nazione ai Campionati del Mondo del 1996, replicando con un altro primo posto nel 2001. In quegli anni ha portato a casa anche due argenti olimpici, sia nel 1996 che nel 2000.

Il pubblico e i media la trovano fantastica “Amo l’Italia e gli italiani” racconta Fiona May nel corso di un’intervista rilasciata dalla sua splendida casa che condivide col marito e le due figlie, Larissa e Anastasia, nella campagna toscana del Mugello. “In qualsiasi parte del mondo io mi trovi, tutti mi considerano italiana. Conoscono le mie origini e sanno che ho gareggiato per la Gran Bretagna, ma per loro sono italiana. Vorrei che fosse lo stesso per Shara Proctor, vorrei che il popolo inglese la lasciasse in pace. Lei è originaria di Anguilla, territorio britannico situato nei Caraibi: lì ancora non esiste un Comitato Olimpico Nazionale, quindi non comprendo i motivo di tante lamentele. Sono felice che Shara sia una donna forte e un’atleta orgogliosa del proprio successo e delle proprie origini e che non si nasconda.”

In Italia Fiona May è da anni l’icona del salto in lungo, ma non solo. Ha partecipato e vinto “Ballando con le Stelle” ed ha interpretato il ruolo di protagonista nella nota serie televisiva “Butta la Luna”.

“Ho interpretato la parte di una donna nigeriana, trasferitasi in Italia con grandi aspettative, ma che ha dovuto fare i conti con grandi ostacoli, quali il razzismo.”

In occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012 ha lavorato come commentatrice per Sky Sport Italia: l’ennesima occasione che l’ha resa fiera di rappresentare l’Italia. “Tutto ciò che posso dire è che sono orgogliosa dei miei risultati e di quanto ho raggiunto. Ce l’ho messa tutta per vincere tutte le medaglie: sono fiera di me!”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.